Aggiornato al con n.41351 documenti

HOME  |  PUBBLICITA'  |  REDAZIONE  |  COPYRIGHT  |  FONTI  |  FAQ   

 

 
 

ARTICOLI E COMMENTI

Indietro
Nuove regole per il settore dei giochi: il decreto legislativo in esame
Nuove misure di tutela e monitoraggio nel settore dei giochi
 
Il Consiglio dei Ministri ha recentemente approvato, in esame definitivo, un decreto legislativo contenente disposizioni riguardanti il riordino del settore dei giochi, con particolare attenzione a quelli a distanza, in base all'art. 15 della legge n. 111 del 2023. Questo decreto costituisce un quadro regolatorio nazionale per la disciplina dei giochi pubblici ammessi in Italia, concentrandosi soprattutto sul gioco a distanza, escludendo quelli a rete fisica e le case da gioco, soggetti a normative già esistenti.
Una delle novità più significative riguarda il versamento da parte delle società aggiudicatarie delle concessioni di un corrispettivo una tantum di 7 milioni di euro. Questo importo, quasi triplicato rispetto alle previsioni precedenti, riflette l'incremento della raccolta nel gioco a distanza, che è aumentato del 100% tra il 2019 e il 2022 e del 127% rispetto al 2019 nel 2023, prevedendo ulteriori crescite nei prossimi anni.
La relazione tecnica allegata al decreto fornisce dettagli sulle modalità di pagamento delle concessioni e sulle condizioni economiche essenziali per la partecipazione alle gare. Si prevede che il versamento di 7 milioni di euro alla luce della durata novennale della concessione e dell'incremento della raccolta garantirà il rilascio di circa 50 concessioni nel 2025, generando entrate significative per l'Erario.
Inoltre, il decreto prevede l'istituzione di una Consulta permanente dei giochi pubblici ammessi in Italia, incaricata di monitorare l'andamento delle attività di gioco e di adottare misure per contrastare il gioco patologico, garantendo così una maggiore tutela per i giocatori.
Per quanto riguarda le lotterie nazionali ad estrazione istantanea, la norma prevede la proroga delle concessioni esistenti fino al 2028, assicurando continuità nel settore e garantendo nuove entrate per lo Stato.
Queste nuove misure legislative mirano a garantire una maggiore trasparenza e sicurezza nel settore dei giochi a distanza, proteggendo i giocatori e assicurando un equo ritorno economico per lo Stato. Il testo del decreto individua una serie di principi, inclusi quelli di matrice europea, che regolano il gioco pubblico, tra cui la tutela dei minori, la prevenzione delle dipendenze da gioco, il contrasto al gioco illegale e la promozione di un gioco sicuro e responsabile attraverso la pubblicità. Inoltre, disciplina il rapporto concessorio per i giochi a distanza, specificando le varie tipologie di giochi pubblici a distanza con vincite in denaro.
Secondo il decreto, l'esercizio e la raccolta dei giochi pubblici a distanza è consentito solo ai titolari di concessioni rilasciate dall'Agenzia delle Dogane e dei Monopoli come il portale a questo indirizzo. La durata massima della concessione è di 9 anni, senza possibilità di rinnovo. Sono stabiliti requisiti e condizioni specifiche che devono essere soddisfatti dai soggetti che partecipano alla gara pubblica e che devono essere mantenuti per tutta la durata della concessione, inclusi requisiti soggettivi, professionali, tecnici, patrimoniali e altre garanzie richieste.

Nuove misure di tutela e monitoraggio nel settore dei giochi
Una delle principali novità introdotte dal decreto legislativo riguarda la creazione della Consulta permanente dei giochi pubblici ammessi in Italia. Quest'organo avrà il compito di monitorare costantemente l'andamento delle attività di gioco, inclusi i fenomeni illeciti e non autorizzati, e di valutarne gli effetti sulla salute dei giocatori. La Consulta sarà fondamentale per garantire una sorveglianza attiva sul mercato dei giochi e per adottare interventi mirati a prevenire e contrastare il gioco patologico.
Inoltre, il decreto stabilisce criteri stringenti che i concessionari devono rispettare per tutelare i giocatori e prevenire eventuali rischi legati al gioco d'azzardo. Questi criteri comprendono misure volte a garantire la trasparenza delle transazioni, a limitare l'accesso al gioco per i minori e a offrire strumenti di autoesclusione per i giocatori che manifestano segni di dipendenza.
Un'altra importante disposizione riguarda l'istituzione di liste pubbliche gestite dall'Agenzia delle Dogane e dei Monopoli e dalla Guardia di Finanza. Queste liste includeranno i siti autorizzati per l'offerta legale di giochi a distanza, garantendo ai giocatori la possibilità di accedere a piattaforme sicure e regolamentate. Allo stesso tempo, saranno pubblicate anche le liste dei siti il cui accesso è vietato, contribuendo così a contrastare il fenomeno del gioco illegale e a proteggere i consumatori da potenziali rischi.


STAMPA QUESTA PAGINA
 
 
 

CONVEGNI ED EVENTI

IL DUBBIO RAZIONALE E LA SUA PROGRESSIVA SCOMPARSA NEL GIUDIZIO PENALE
Roma, 11 luglio 2022, in diretta facebook
11 luglio 2022in diretta facebookIntervengono:Avv. Antonino Galletti, Presidente del Consiglio dell'Ordine ...
FORMAZIONE INTEGRATIVA IN MATERIA DI DIRITTO DELLE RELAZIONI FAMILIARI
Milano, giovedì 15, 22, 29 settembre e 6 ottobre 2022, piattaforma Zoom meeting
4 incontrigiovedì 15, 22, 29 settembre e 6 ottobre 2022 dalle 14.30 alle 18.30 su piattaforma ZoomDestinatariMediatori ...
XXXVI CONVEGNO ANNUALE DELL'ASSOCIAZIONE ITALIANA DEI COSTITUZIONALISTI “LINGUA LINGUAGGI DIRITTI”
Messina e Taormina, giovedì 27, venerdì 28 e sabato 29 ottobre 2022
giovedì 27, venerdì 28 e sabato 29 ottobre 2022Università degli Studi di Messina, Aula Magna Rettorato, ...
LA FORMAZIONE DELL’AVVOCATO DEI GENITORI NEI PROCEDIMENTI MINORILI E DI FAMIGLIA
Napoli, 13 Ottobre 2022, Sala “A. Metafora”
Webinar su piattaforma CISCO WEBEX del Consiglio dell’Ordine degli Avvocati di Napoliore 15.00 - 18.00Giovedì ...
     Tutti i CONVEGNI >

LIBRI ED EBOOK

Diritto penale delle società
L. D. Cerqua, G. Canzio, L. Luparia, Cedam Editore, 2014
L'opera, articolata in due volumi, analizza approfonditamente i profili sostanziali e processuali del ...
Trattato di procedura penale
G. Spangher, G. Dean, A. Scalfati, G. Garuti, L. Filippi, L. Kalb, UTET Giuridica
A vent’anni dall’approvazione del nuovo Codice di Procedura Penale, tra vicende occasionali, riforme ...
Atti e procedure della Polizia municipale
E. Fiore, Maggioli Editore, 2014
Il manuale insegna ad individuare le corrette procedure per l'accertamento degli illeciti sia amministrativi ...
Formulario degli atti notarili 2014
A. Avanzini, L. Iberati, A. Lovato, UTET Giuridica, 2014
Il formulario soddisfa le esigenze pratiche del notaio, poiché consente di individuare, mediante una ...
     Tutti i LIBRI >