Aggiornato al con n.40153 documenti

HOME  |  PUBBLICITA'  |  REDAZIONE  |  COPYRIGHT  |  FONTI  |  FAQ   

 

T1_Generic_468x60

 
 

NOTIZIE

Indietro
Giro di vite sulle scorte: il Viminale taglia le auto
Rendere più funzionale il servizio di protezione

Il documento, due paginette appena, è arrivato subito dopo Capodanno sulle scrivanie dei 103 questori e dei 103 prefetti di tutt’Italia. È una circolare, voluta con convinzione dal ministro dell’Interno Anna Maria Cancellieri, per «rendere più funzionale il servizio di protezione ravvicinata». Dietro il gergo burocratico, il ministero ha voluto dettare alcuni correttivi all’attività, sempre più onerosa, delle scorte che oggi seguono centinaia di persone tra magistrati, politici, sindacalisti, funzionari pubblici, giornalisti.


È il clima da crisi economica e rigore a giustificare le innovazioni, secondo il credo del governo Monti.
Ma hanno influito sull’iniziativa anche le polemiche, che montano ormai da mesi, contro l’uso pretestuoso ed eccessivo delle auto blu blindate da parte di chi non ne avrebbe poi tanto bisogno. Nella circolare si specifica che si introducono correttivi al decreto ministeriale del 2003, ultimo provvedimento legislativo a fornire disposizioni sul servizio scorte in Italia. Esclusi i primi due livelli di protezione, quelli più gravi per cui c’è bisogno di non meno di due auto blindate con tre agenti di scorta in ognuna, la circolare ministeriale riguarda il terzo e quarto livello. Vale a dire: quello per cui è prevista un’auto blindata con due agenti (il terzo) e quello con auto non blindata unita alla presenza di due agenti di vigilanza (il quarto).


Lo scortato potrebbe avere l’obbligo a sue spese di provvedere all’auto e all’autista per spostarsi, mentre il ministero dell’Interno dovrà disciplinare l’attività dei due agenti di scorta, i loro turni, la loro presenza.
Da quando sarà operativa la modifica?
La circolare non entra nel merito dell’assegnazione delle scorte, che spetta alle decisioni del comitato operativo che si riunisce periodicamente nelle singole Prefetture italiane. Non parla, insomma, di riduzioni o limitazioni. Ma spiega che dalla prima riunione utile del comitato, volta per volta, dovrà essere applicata la nuova regola. Alla rigidità delle nuove disposizioni sono previste eccezioni e, tutto sommato, a prevalere è sempre il criterio dell’interpretazione sul singolo caso.


Per i magistrati, ad esempio, è già da tempo previsto che le loro auto da scortare siano fornite dal ministero di Giustizia da cui dipendono.
Ora lo stesso criterio dovrà essere seguito per gli altri dipendenti della pubblica amministrazione: auto del Parlamento per parlamentari, ad esempio.
Cosa accadrà, invece, per scortati non dipendenti pubblici, come giornalisti o sindacalisti? Qui non ci sono certezze interpretative.


9 Gennaio 2012

 


STAMPA QUESTA PAGINA
 
 
 

CONVEGNI ED EVENTI

Groups of Companies in the European Company Law - Annullato
Milano, 17 aprile 2020, Università degli Studi di Milano Sala Napoleonica
ore 09:00Sala Napoleonica - Sant'Antoniovia Sant'Antonio, 10/12, 20122 MilanoIl diritto d’impresa nell’Unione ...
I segreti dell’ex cliente (conferimento dell’incarico art 23) aspetto deontologici e disciplinari
Napoli, 21 gennaio 2020, nuovo palazzo di giustizia di Napoli
ore 11,00 - 13,30 - sala MetaforaSaluti istituzionaliAvv. Antonio tafuriPresidente dell’ordine degli ...
XXXIV Convegno annuale dell'Associazione Italiana dei Costituzionalisti
Bergamo, venerdì 15 e sabato 16 novembre 2019
Eguaglianza e discriminazioni nell’epoca contemporaneaPrima sessione: Discriminazioni di genereVenerdì ...
Il rapporto di lavoro dopo il Jobs Act: un mosaico di discipline
Roma, 9-16-23-30 ottobre 2015 e 6-13 novembre 2015, Teatro Manzoni
Venerdì 9 ottobre 2015 “Il contratto a tutele crescenti” Prof. Avv. Arturo MARESCA, Ordinario di Diritto ...
     Tutti i CONVEGNI >

LIBRI ED EBOOK

Formulario degli atti notarili 2014
A. Avanzini, L. Iberati, A. Lovato, UTET Giuridica, 2014
Il formulario soddisfa le esigenze pratiche del notaio, poiché consente di individuare, mediante una ...
Trattato di procedura penale
G. Spangher, G. Dean, A. Scalfati, G. Garuti, L. Filippi, L. Kalb, UTET Giuridica
A vent’anni dall’approvazione del nuovo Codice di Procedura Penale, tra vicende occasionali, riforme ...
Atti e procedure della Polizia municipale
E. Fiore, Maggioli Editore, 2014
Il manuale insegna ad individuare le corrette procedure per l'accertamento degli illeciti sia amministrativi ...
Diritto penale delle società
L. D. Cerqua, G. Canzio, L. Luparia, Cedam Editore, 2014
L'opera, articolata in due volumi, analizza approfonditamente i profili sostanziali e processuali del ...
     Tutti i LIBRI >