Aggiornato al con n.41200 documenti

HOME  |  PUBBLICITA'  |  REDAZIONE  |  COPYRIGHT  |  FONTI  |  FAQ   

 

T1_Generic_468x60

 
 

NOTIZIE

Indietro
Autovelox: se la multa arriva in ritardo si può fare ricorso
Le multe comminate tramite autovelox devono venir notificate entro 90 giorni

Ormai nella casella della posta non troviamo più cartoline di amici o lettere d'amore, ma nove volte su dieci è qualcosa che dobbiamo pagare. Bollette, condominio o, spesso, multe. Soprattutto quelle prese passando troppo velocemente davanti a un autovelox. E, quasi tutti, scuotiamo la testa e paghiamo immediatamente. Ma, invece, è meglio fermarsi un attimo e guardare bene.

Già, perché le multe comminate attraverso gli autovelox devono venir notificate al proprietario dell'automobile entro 90 giorni, come scritto chiaramente nell'articolo 201 del Codice della Strada. E parliamo di 90 giorni dall'infrazione, non da quando vigili o Polstrada visionano la fotografia incriminata. Questa è la prima cosa da tenere a mente, perché spesso le amministrazioni hanno cercato di far passare per vera la seconda ipotesi, ma più volte la Cassazione ha dato loro torto con diverse sentenze. Quindi, quando si riceve una multa va controllata immediatamente la data in cui si ha commesso l'infrazione.

Dopo di che va guardata la data di spedizione della contravvenzione attraverso il timbro sulla busta. Se le due date distano meno di 90 giorni l'una dall'altra allora non c'è nulla da fare, si paga e basta. Ma se la notifica della multa è arrivata oltre i 90 giorni previsti dalla legge allora l'automobilista può fare ricorso al giudice di pace per vedersi annullata la sanzione. Ricorso che va presentato entro 30 giorni dal giorno in cui vi è stata notificata la multa e nel quale vanno citati l'articolo 201 del Codice della Strada e le sentenze della Cassazione n.24851/2010 a sezioni unite e la n.18049/2011 della seconda sezione civile.

20 ottobre 2014

 


STAMPA QUESTA PAGINA
 
 
 

CONVEGNI ED EVENTI

IL DUBBIO RAZIONALE E LA SUA PROGRESSIVA SCOMPARSA NEL GIUDIZIO PENALE
Roma, 11 luglio 2022, in diretta facebook
11 luglio 2022in diretta facebookIntervengono:Avv. Antonino Galletti, Presidente del Consiglio dell'Ordine ...
FORMAZIONE INTEGRATIVA IN MATERIA DI DIRITTO DELLE RELAZIONI FAMILIARI
Milano, giovedì 15, 22, 29 settembre e 6 ottobre 2022, piattaforma Zoom meeting
4 incontrigiovedì 15, 22, 29 settembre e 6 ottobre 2022 dalle 14.30 alle 18.30 su piattaforma ZoomDestinatariMediatori ...
XXXVI CONVEGNO ANNUALE DELL'ASSOCIAZIONE ITALIANA DEI COSTITUZIONALISTI “LINGUA LINGUAGGI DIRITTI”
Messina e Taormina, giovedì 27, venerdì 28 e sabato 29 ottobre 2022
giovedì 27, venerdì 28 e sabato 29 ottobre 2022Università degli Studi di Messina, Aula Magna Rettorato, ...
LA FORMAZIONE DELL’AVVOCATO DEI GENITORI NEI PROCEDIMENTI MINORILI E DI FAMIGLIA
Napoli, 13 Ottobre 2022, Sala “A. Metafora”
Webinar su piattaforma CISCO WEBEX del Consiglio dell’Ordine degli Avvocati di Napoliore 15.00 - 18.00Giovedì ...
     Tutti i CONVEGNI >

LIBRI ED EBOOK

Sicurezza sul lavoro. Responsabilità. Illeciti e Sanzioni
P. Rausei, IPSOA, 2014
Il volume fornisce una analisi puntuale, schematica e sistematica, dell’attuale quadro sanzionatorio ...
Trattato di procedura penale
G. Spangher, G. Dean, A. Scalfati, G. Garuti, L. Filippi, L. Kalb, UTET Giuridica
A vent’anni dall’approvazione del nuovo Codice di Procedura Penale, tra vicende occasionali, riforme ...
Manuale pratico delle notificazioni
F. Sassano, Maggioli Editore, 2014
Il volume affronta, con taglio analitico e pratico, l'istituto della notificazione dopo la recente attivazione ...
Diritto penale delle società
L. D. Cerqua, G. Canzio, L. Luparia, Cedam Editore, 2014
L'opera, articolata in due volumi, analizza approfonditamente i profili sostanziali e processuali del ...
     Tutti i LIBRI >