Aggiornato al con n.41351 documenti

HOME  |  PUBBLICITA'  |  REDAZIONE  |  COPYRIGHT  |  FONTI  |  FAQ   

 

 
 

NORMATIVA
Normativa regionale - Emilia Romagna

Indietro
Legge regionale Emilia Romagna, 04 luglio 2013, n 6
Misure in materia di pagamenti dei debiti degli enti del servizio sanitario regionale
 

Bollettino ufficiale n. 182 del 4 luglio 2013


Il Consiglio regionale ha approvato


Il Presidente della Giunta regionale promulga la seguente legge:


Art. 1
Finalità


1. Al fine di favorire l'accelerazione dei pagamenti dei debiti degli enti del Servizio sanitario regionale e assicurare la liquidità necessaria per il pagamento dei debiti sorti entro il 31 dicembre 2012, la Regione Emilia-Romagna è autorizzata ad accedere alle anticipazioni di liquidità previste dall'articolo 3 del decreto-legge 8 aprile 2013, n. 35 Sito esterno (Disposizioni urgenti per il pagamento dei debiti scaduti della pubblica amministrazione, per il riequilibrio finanziario degli enti territoriali, nonché in materia di versamento di tributi degli enti locali) convertito, con modificazioni, dalla legge 6 giugno 2013, n. 64 Sito esterno.


Art. 2
Accensione dell'anticipazione


1. Per le finalità di cui all'articolo 1, ai sensi dell'articolo 3, comma 4, del decreto-legge n. 35 del 2013 Sito esterno, convertito dalla legge n. 64 del 2013 Sito esterno, la Regione Emilia-Romagna accede alle anticipazioni di liquidità nelle misure previste dai decreti direttoriali del Ministero dell'economia e delle finanze di cui all'articolo 3, del decreto-legge n. 35 del 2013 Sito esterno, convertito dalla legge n. 64 del 2013 Sito esterno.
2. La Regione trasferisce agli enti del Servizio sanitario regionale le somme derivanti dalle anticipazioni di cui al comma 1, da destinare, in via esclusiva, al pagamento dei debiti previsti dai piani di pagamento di cui all'articolo 3, comma 5, lettera b), del decreto-legge n. 35 del 2013 Sito esterno, convertito dalla legge n. 64 del 2013 Sito esterno.
3. La Giunta regionale provvede con proprio atto a disciplinare gli adempimenti necessari in attuazione dell'articolo 3, comma 5, del decreto-legge n. 35 del 2013 Sito esterno, convertito dalla legge n. 64 del 2013 Sito esterno.


Art. 3
Rimborso dell'anticipazione con oneri a carico del bilancio regionale


1. Al rimborso delle anticipazioni di liquidità la Regione provvede con oneri a carico del proprio bilancio, alle condizioni previste all'articolo 3, comma 5, lettera c), del decreto-legge n. 35 del 2013 Sito esterno, convertito dalla legge n. 64 del 2013 Sito esterno.
2. Il pagamento del rimborso delle anticipazioni di liquidità è garantito dalla Regione Emilia-Romagna mediante l'utilizzo di apposite unità previsionali di base e di appositi capitoli che verranno dotati della necessaria disponibilità, per l'intera durata del rimborso stesso.
3. Le spese per il rimborso delle anticipazioni di liquidità, sia per la parte di rimborso del capitale che per la quota di interessi, rientrano fra le spese classificate obbligatorie ai sensi e per gli effetti dell'articolo 25 della legge regionale 15 novembre 2001, n. 40 (Ordinamento contabile della Regione Emilia-Romagna, abrogazione delle L.R. 6 luglio 1977, n. 31 e 27 marzo 1972, n. 4).


Art. 4
Copertura finanziaria e variazioni di bilancio


1. Per l'attuazione della presente legge e con riferimento al decreto direttoriale del Ministero dell'economia e delle finanze del 16 aprile 2013, di cui all'articolo 3, comma 2, del decreto-legge n. 35 del 2013 Sito esterno, come aggiornato dal decreto direttoriale del Ministero dell'economia e delle finanze del 2 luglio 2013, di cui all'art. 3, comma 2, del decreto-legge n. 35 del 2013 Sito esterno convertito dalla legge n. 64 del 2013 Sito esterno, la Regione provvede all'istituzione di appositi capitoli e di specifiche unità previsionali di base per l'iscrizione dell'anticipazione di liquidità, nella parte entrata del bilancio regionale e per l'iscrizione dei relativi trasferimenti agli enti del Servizio sanitario regionale, nella parte spesa del bilancio regionale mediante la seguente variazione al bilancio di previsione 2013 e pluriennale 2013-2015, con riferimento all'esercizio 2013:
STATO DI PREVISIONE DELL'ENTRATA -
a) Variazioni in aumento


TITOLO 5 CATEGORIA 19 ANTICIPAZIONI ED ALTRE OPERAZIONI DI CREDITO A BREVE TERMINE
U.P.B. 5.19. 13500 "Anticipazioni di liquidità dallo Stato"
Stanziamento di competenza EURO 447.980.000,00
Stanziamento di cassa EURO 447.980.000,00
Cap. 06940 "Anticipazioni di liquidità dallo Stato a valere sul "Fondo Anticipazione di liquidità di cui all'art. 3 del D.L. n. 35 del 2013 Sito esterno" (Art. 3 D.L. 8 aprile 2013, n. 35 Sito esterno, convertito dalla Legge 6 giugno 2013 n. 64 Sito esterno)"
Stanziamento di competenza EURO 447.980.000,00
Stanziamento di cassa EURO 447.980.000,00
STATO DI PREVISIONE DELLA SPESA -
a) Variazioni in aumento


TITOLO II - SPESE D'INVESTIMENTO
CATEGORIA ECONOMICA 237 TRASFERIMENTI IN CONTO CAPITALE ALLE UNITA' SANITARIE LOCALI


U.P.B. 1.5.1.3.18900 "Trasferimenti in capitale agli enti del servizio sanitario regionale"
Stanziamento di competenza EURO 447.980.000,00
Stanziamento di cassa EURO 447.980.000,00
Cap.52050 "Trasferimenti in capitale agli enti del servizio sanitario regionale a valere sul "Fondo Anticipazione di liquidità di cui all'art. 3 del D.L. n. 35 del 2013 Sito esterno" (Art. 3, D.L. 8 aprile 2013, n. 35 Sito esterno, convertito dalla L. 6 giugno 2013, n. 64 Sito esterno)"
Stanziamento di competenza EURO 447.980.000,00
Stanziamento di cassa EURO 447.980.000,00
2. Per l'iscrizione dell'anticipazione di liquidità, nella parte entrata del bilancio regionale e per l'iscrizione dei relativi trasferimenti agli enti del Servizio sanitario regionale, nella parte spesa del bilancio, di cui ai decreti direttoriali del Ministero dell'economia e delle finanze previsti dall'articolo 3, commi 2, 3 e 4, del decreto-legge n. 35 del 2013 Sito esterno, convertito dalla legge n. 64 del 2013 Sito esterno, la Giunta regionale è autorizzata ad apportare, con propri provvedimenti amministrativi, le opportune variazioni al bilancio di competenza e di cassa.
3. Alla copertura degli oneri per il rimborso degli interessi e delle anticipazioni, di cui articolo 3 del decreto-legge n. 35 del 2013 Sito esterno, convertito dalla legge n. 64 del 2013 Sito esterno, derivanti dall'attuazione della presente legge, si fa fronte, fino all'importo di Euro 30.000.000,00 per l'esercizio 2014 e fino all'importo di Euro 50.000.000,00 a decorrere dall'esercizio 2015, mediante la seguente variazione agli esercizi 2014 e 2015 del bilancio di previsione 2013 e pluriennale 2013-2015:


STATO DI PREVISIONE DELLA SPESA


a) Variazioni in diminuzione
U.P.B. 1.7.1.1.29000 "Fondo di riserva per le spese obbligatorie"
Stanziamento di competenza:
Esercizio 2014 EURO 30.000.000,00
Esercizio 2015 EURO 50.000.000,00
Cap. 85100 "Fondo di riserva per le spese obbligatorie"
Stanziamento di competenza:
Esercizio 2014 EURO 30.000.000,00
Esercizio 2015 EURO 50.000.000,00
b) Variazioni in aumento
U.P.B. 1.7.4.2.30270 "Interessi passivi e oneri per anticipazioni passive di cassa"
Stanziamento di competenza:
Esercizio 2014 EURO 19.311.647,68
Esercizio 2015 EURO 31.811.987,14
Cap. 87850 "Interessi passivi per le anticipazioni di liquidità dallo Stato a valere sul "Fondo Anticipazione di liquidità di cui all'art. 3 del D.L. n. 35 del 2013 Sito esterno" (Art. 3, D.L. 8 aprile 2013, n. 35 Sito esterno, convertito dalla L. 6 giugno 2013, n. 64 Sito esterno). - Spese obbligatorie"
Stanziamento di competenza:
Esercizio 2014 EURO 19.311.647,68
Esercizio 2015 EURO 31.811.987,14
U.P.B. 1.7.4.5.30550 "Rimborso di anticipazioni passive di cassa nel settore sanità"
Stanziamento di competenza:
Esercizio 2014 EURO 10.688.352,32
Esercizio 2015 EURO 18.188.012,86
Cap. 88850 "Rimborso delle anticipazioni di liquidità dallo Stato a valere sul "Fondo Anticipazione di liquidità di cui all'art. 3 del D.L. n. 35 del 2013 Sito esterno" (Art. 3, D.L. 8 aprile 2013,n. 35 Sito esterno, convertito dalla L. 6 giugno 2013, n. 64 Sito esterno). - Spese obbligatorie"
Stanziamento di competenza:
Esercizio 2014 EURO 10.688.352,32
Esercizio 2015 EURO 18.188.012,86


4. A decorrere dall'esercizio 2016, la Regione provvede alla copertura degli oneri per il rimborso delle anticipazioni e degli interessi, derivanti dall'attuazione della presente legge, con i fondi annualmente stanziati nelle unità previsionali di base e relativi capitoli del bilancio regionale, che verranno dotati della necessaria disponibilità, ai sensi di quanto disposto dall'articolo 37 dalla legge regionale n. 40 del 2001.


Art. 5
Entrata in vigore


1. La presente legge entra in vigore il giorno successivo alla pubblicazione nel Bollettino Ufficiale Telematico della Regione Emilia-Romagna.


La presente legge regionale sarà pubblicata nel Bollettino Ufficiale della Regione.
E' fatto obbligo a chiunque spetti di osservarla e farla osservare come legge della Regione Emilia-Romagna.



STAMPA QUESTA PAGINA
 
 
 

CONVEGNI ED EVENTI

IL DUBBIO RAZIONALE E LA SUA PROGRESSIVA SCOMPARSA NEL GIUDIZIO PENALE
Roma, 11 luglio 2022, in diretta facebook
11 luglio 2022in diretta facebookIntervengono:Avv. Antonino Galletti, Presidente del Consiglio dell'Ordine ...
FORMAZIONE INTEGRATIVA IN MATERIA DI DIRITTO DELLE RELAZIONI FAMILIARI
Milano, giovedì 15, 22, 29 settembre e 6 ottobre 2022, piattaforma Zoom meeting
4 incontrigiovedì 15, 22, 29 settembre e 6 ottobre 2022 dalle 14.30 alle 18.30 su piattaforma ZoomDestinatariMediatori ...
XXXVI CONVEGNO ANNUALE DELL'ASSOCIAZIONE ITALIANA DEI COSTITUZIONALISTI “LINGUA LINGUAGGI DIRITTI”
Messina e Taormina, giovedì 27, venerdì 28 e sabato 29 ottobre 2022
giovedì 27, venerdì 28 e sabato 29 ottobre 2022Università degli Studi di Messina, Aula Magna Rettorato, ...
LA FORMAZIONE DELL’AVVOCATO DEI GENITORI NEI PROCEDIMENTI MINORILI E DI FAMIGLIA
Napoli, 13 Ottobre 2022, Sala “A. Metafora”
Webinar su piattaforma CISCO WEBEX del Consiglio dell’Ordine degli Avvocati di Napoliore 15.00 - 18.00Giovedì ...
     Tutti i CONVEGNI >

LIBRI ED EBOOK

Diritto penale delle società
L. D. Cerqua, G. Canzio, L. Luparia, Cedam Editore, 2014
L'opera, articolata in due volumi, analizza approfonditamente i profili sostanziali e processuali del ...
Trattato di procedura penale
G. Spangher, G. Dean, A. Scalfati, G. Garuti, L. Filippi, L. Kalb, UTET Giuridica
A vent’anni dall’approvazione del nuovo Codice di Procedura Penale, tra vicende occasionali, riforme ...
Guida pratica al Processo Telematico aggiornata al D.L. n. 90/2014
P. Della Costanza, N. Gargano, Giuffrè Editore, 2014
Piano dell'opera- La digitalizzazione dell’avvocatura oltre l’obbligatorietà- Cos’è il processo telematico- ...
Guida pratica all'arbitrato
E. M. Cerea, Giuffrè Editore, 2014
Piano dell'opera- Giurisdizione, competenza e sede dell’arbitrato: premessa di costituzionalità e conseguenti ...
     Tutti i LIBRI >