Aggiornato al con n.39906 documenti

HOME  |  PUBBLICITA'  |  REDAZIONE  |  COPYRIGHT  |  FONTI  |  FAQ   

 

 
 

NORMATIVA
Normativa regionale - Valle d'Aosta

Indietro
Legge Regionale Valle d'Aosta 11 dicembre 2017, n. 18
Assestamento del bilancio di previsione per l'anno finanziario 2017 e variazioni al bilancio di previsione per il triennio 2017/2019.
 
(B.U. del 13 dicembre 2017, n. 55)

CAPO I
ASSESTAMENTO DEL BILANCIO DI PREVISIONE PER L'ANNO FINANZIARIO 2017

Art. 1
(Aggiornamento dei residui)

1. I dati presunti relativi ai residui attivi e passivi, approvati nel bilancio di previsione finanziario 2017/2019 dall'articolo 1 della legge regionale 21 dicembre 2016, n. 25 (Bilancio di previsione della Regione autonoma Valle d'Aosta per il triennio 2017/2019), sono rideterminati in conformità ai corrispondenti dati definitivi risultanti dal rendiconto generale per l'esercizio finanziario 2016, approvato con legge regionale 31 luglio 2017, n. 10 (Approvazione del rendiconto generale della Regione per l'esercizio finanziario 2016).

2. L'ammontare dei residui attivi è rideterminato in euro 164.234.400,34.

3. L'ammontare dei residui passivi è rideterminato in euro 228.538.397,33.

Art. 2
(Aggiornamento del fondo iniziale di cassa)

1. Il fondo iniziale di cassa presunto al 1° gennaio 2017, determinato in euro 135.000.000 nel bilancio di previsione finanziario 2017/2019 approvato dall'articolo 1 della l.r. 25/2016, è aumentato di euro 2.565.926,53, in conformità al fondo cassa alla chiusura dell'esercizio 2016 approvato dall'articolo 7 della l.r. 10/2017.

2. È contestualmente incrementato di euro 2.565.926,53 per l'anno 2017 il Fondo di riserva di cassa iscritto nella Missione 20 (Fondi e accantonamenti) - Programma 01 (Fondo di riserva).

Art. 3
(Iscrizione di fondi a destinazione vincolata derivanti da assegnazioni europee, statali e da spese vincolate o legate ad altre entrate a destinazione vincolata)

1. I fondi a destinazione vincolata derivanti da assegnazioni europee o statali, comprese le quote di cofinanziamento regionale, e da spese vincolate o collegate ad altre entrate a destinazione vincolata, stanziati nel bilancio di previsione della Regione per l'anno finanziario 2016 e non impegnati alla chiusura dell'esercizio stesso, già reiscritti con atto amministrativo alla competenza finanziaria dell'anno 2017 del bilancio di previsione 2017/2019, ai sensi dell'articolo 26, comma 1, lettera c), del decreto-legge 24 aprile 2017, n. 50 (Disposizioni urgenti in materia finanziaria, iniziative a favore degli enti territoriali, ulteriori interventi per le zone colpite da eventi sismici e misure per lo sviluppo), ammontano complessivamente a euro 50.371.809,63.

Art. 4
(Adeguamento del Fondo crediti di dubbia e difficile esazione)

1. Il Fondo crediti di dubbia e difficile esazione iscritto nel bilancio di previsione finanziario 2017/2019 nella Missione 20 (Fondi e accantonamenti) - Programma 02 (Fondo crediti di dubbia esigibilità) è incrementato per l'anno 2017 di euro 19.800.000,00.

Art. 5
(Iscrizione in bilancio del Fondo contenzioso)

1. Nel bilancio di previsione finanziario 2017/2019 è iscritto, nella Missione 20 (Fondi e accantonamenti) - Programma 03 (Altri Fondi), il Fondo contenzioso, con uno stanziamento, per l'anno 2017, di euro 10.223.902,67.

Art. 6
(Saldo finanziario alla chiusura dell'esercizio 2016)

1. Il risultato di amministrazione al 31 dicembre 2016, approvato dall'articolo 8 della l.r. 10/2017, è quantificato in euro -121.595.815,56. L'ammontare relativo alle quote vincolate applicate alla competenza 2017, di cui all'articolo 3, è pari a euro 50.371.809,63. La parte accantonata del risultato di amministrazione è pari a euro 30.023.902,67, di cui euro 19.800.000,00 per il Fondo crediti di dubbia esigibilità ed euro 10.223.902,67 per il Fondo contenzioso. Per effetto degli accantonamenti e dei vincoli, il disavanzo di amministrazione dell'esercizio 2016 è determinato in euro -201.991.527,86.

2. Il risultato di amministrazione al 31 dicembre 2016 presenta un saldo negativo effettivo inferiore rispetto a quello registrato al 1° gennaio 2016, rideterminato a seguito del riaccertamento straordinario dei residui, che era di euro -278.836.628,04. Poiché il miglioramento risulta essere maggiore rispetto alla quota trentennale di ripiano iscritta nel bilancio previsione 2016/2018 e in quello 2017/2019, non sono necessarie variazioni di bilancio per la relativa copertura.

3. Il risultato della gestione di competenza dell'esercizio 2016, derivante dalla differenza tra entrate accertate e spese impegnate, presenta un risultato positivo di euro 87.263.845,96.

4. La parte di tale risultato utilizzato per la copertura dell'onere derivante dalla riproposizione dei fondi vincolati di cui all'articolo 3 e della quota accantonata di cui agli articoli 4 e 5 è pari a 80.395.712,30.

Art. 7
(Istituzione del Fondo eccedenza entrate pluriennali reimputate)

1. Al fine di permettere una corretta rappresentazione in bilancio del Fondo pluriennale vincolato di parte entrata e del Fondo pluriennale vincolato di parte spesa, per ciascun anno del triennio 2017/2019 l'eccedenza tra i residui attivi reimputati e i residui passivi reimputati, derivante principalmente dalle operazioni di riaccertamento straordinario dei crediti nei confronti dello Stato, è stornata dal Fondo pluriennale vincolato di parte corrente, come dettagliato negli allegati di cui all'articolo 12, comma 1, lettere c) e d), ed assegnata al Fondo eccedenza entrate pluriennali reimputate, appositamente istituito, per gli importi complessivi di seguito indicati:
2017 euro 111.728.118,24
2018 euro 113.578.518,89
2019 euro 113.760.672,79

Art. 8
(Riconoscimento dei debiti fuori bilancio della Regione)

1. Ai sensi dell'articolo 73, comma 1, lettere a) ed e), del decreto legislativo 23 giugno 2011, n. 118 (Disposizioni in materia di armonizzazione dei sistemi contabili e degli schemi di bilancio delle Regioni, degli enti locali e dei loro organismi, a norma degli articoli 1 e 2 della legge 5 maggio 2009, n. 42), è riconosciuta la legittimità dei debiti fuori bilancio della Regione, derivanti da sentenze esecutive e da acquisizioni di beni e servizi in assenza del preventivo impegno di spesa, elencati rispettivamente negli allegati di cui all'articolo 12, comma 1, lettere a) e b), alla presente legge, per un importo complessivo di euro 1.513.485,94.

2. Al finanziamento dell'onere di cui al comma 1 si provvede mediante l'utilizzo degli stanziamenti già iscritti nel bilancio di previsione finanziario della Regione per il triennio 2017/2019 nella Missione 20 (Fondi e accantonamenti) - Programma 01 (Fondo di riserva) e nei pertinenti capitoli di bilancio.

CAPO II
VARIAZIONI AL BILANCIO DI PREVISIONE PER IL TRIENNIO 2017/2019. DISPOSIZIONI FINANZIARIE

Art. 9
(Variazione allo stato di previsione dell'entrata)

1. Allo stato di previsione dell'entrata del bilancio della Regione per il triennio 2017/2019 sono apportate le variazioni riepilogate nell'allegato di cui all'articolo 12, comma 1, lettera c).


Art. 10
(Variazioni allo stato di previsione della spesa)

1. Allo stato di previsione della spesa del bilancio della Regione per il triennio 2017/2019 sono apportate le variazioni riepilogate nell'allegato di cui all'articolo 12, comma 1, lettera d).

Art. 11
(Riepilogo della situazione finanziaria e dimostrazione della copertura del maggior onere)

1. Il quadro riassuntivo delle variazioni effettuate e la dimostrazione della copertura del maggior onere di euro 80.395.712,30 per l'anno 2017 derivante dalla presente legge è rappresentato nell'allegato di cui all'articolo 12, comma 1, lettera h).

Art. 12
(Allegati all'assestamento al bilancio 2017/2019)

1. Sono approvati i seguenti allegati:

a) l'elenco dei debiti fuori bilancio derivanti da sentenze esecutive riconosciuti ai sensi dell'articolo 73, comma 1, lettera a), del d.lgs. 118/2011 (allegato A);

b) l'elenco dei debiti fuori bilancio derivanti dall'acquisizione di beni e servizi in assenza del preventivo impegno di spesa riconosciuti ai sensi dell'articolo 73, comma 1, lettera e), del d.lgs. 118/2011 (allegato B);

c) il prospetto delle variazioni alle entrate per titoli e tipologie per ciascuno degli anni considerati nel bilancio triennale (allegato C);

d) il prospetto delle variazioni alle spese per missioni, programmi e titoli per ciascuno degli anni considerati nel bilancio triennale (allegato D);

e) il riepilogo generale delle variazioni alle spese per titoli per ciascuno degli anni considerati nel bilancio triennale (allegato E);

f) il riepilogo generale delle variazioni alle spese per missioni per ciascuno degli anni considerati nel bilancio triennale (allegato F);

g) il quadro generale riassuntivo delle variazioni alle entrate (per titoli) e alle spese (per titoli) (allegato G);

h) il quadro riassuntivo delle variazioni effettuate e la dimostrazione della copertura del maggior onere (allegato H);

i) il prospetto aggiornato dimostrativo dell'equilibrio di bilancio per ciascuno degli anni considerati nel bilancio triennale (allegato I);

j) il prospetto aggiornato di verifica del rispetto dei vincoli di finanza pubblica (allegato J);

k) il prospetto aggiornato concernente la composizione, per missioni e programmi, del fondo pluriennale vincolato per ciascun anno del triennio 2017/2019 (allegato K);

l) la disaggregazione aggiornata delle spese di personale per missioni e programmi (allegato L);

m) la nota integrativa (allegato M).

Art. 13
(Dichiarazione d'urgenza)

1. La presente legge è dichiarata urgente ai sensi dell'articolo 31, comma terzo, dello Statuto speciale per la Valle d'Aosta ed entrerà in vigore il giorno successivo a quello della sua pubblicazione nel Bollettino ufficiale della Regione.


STAMPA QUESTA PAGINA
 
 
 

CONVEGNI ED EVENTI

Groups of Companies in the European Company Law - Annullato
Milano, 17 aprile 2020, Università degli Studi di Milano Sala Napoleonica
ore 09:00Sala Napoleonica - Sant'Antoniovia Sant'Antonio, 10/12, 20122 MilanoIl diritto d’impresa nell’Unione ...
I segreti dell’ex cliente (conferimento dell’incarico art 23) aspetto deontologici e disciplinari
Napoli, 21 gennaio 2020, nuovo palazzo di giustizia di Napoli
ore 11,00 - 13,30 - sala MetaforaSaluti istituzionaliAvv. Antonio tafuriPresidente dell’ordine degli ...
XXXIV Convegno annuale dell'Associazione Italiana dei Costituzionalisti
Bergamo, venerdì 15 e sabato 16 novembre 2019
Eguaglianza e discriminazioni nell’epoca contemporaneaPrima sessione: Discriminazioni di genereVenerdì ...
Il rapporto di lavoro dopo il Jobs Act: un mosaico di discipline
Roma, 9-16-23-30 ottobre 2015 e 6-13 novembre 2015, Teatro Manzoni
Venerdì 9 ottobre 2015 “Il contratto a tutele crescenti” Prof. Avv. Arturo MARESCA, Ordinario di Diritto ...
     Tutti i CONVEGNI >

LIBRI ED EBOOK

Diritto penale delle società
L. D. Cerqua, G. Canzio, L. Luparia, Cedam Editore, 2014
L'opera, articolata in due volumi, analizza approfonditamente i profili sostanziali e processuali del ...
Trattato di procedura penale
G. Spangher, G. Dean, A. Scalfati, G. Garuti, L. Filippi, L. Kalb, UTET Giuridica
A vent’anni dall’approvazione del nuovo Codice di Procedura Penale, tra vicende occasionali, riforme ...
Atti e procedure della Polizia municipale
E. Fiore, Maggioli Editore, 2014
Il manuale insegna ad individuare le corrette procedure per l'accertamento degli illeciti sia amministrativi ...
Formulario degli atti notarili 2014
A. Avanzini, L. Iberati, A. Lovato, UTET Giuridica, 2014
Il formulario soddisfa le esigenze pratiche del notaio, poiché consente di individuare, mediante una ...
     Tutti i LIBRI >