Aggiornato al con n.40616 documenti

HOME  |  PUBBLICITA'  |  REDAZIONE  |  COPYRIGHT  |  FONTI  |  FAQ   

 

 
 

NORMATIVA
Normativa regionale - Piemonte

Indietro
Legge Regionale Piemonte n. 14 del 04 ottobre 2018
Rendiconto generale per l'esercizio finanziario 2017
 
(B.U. 11 ottobre 2018, 2° suppl. al n. 41)
Il Consiglio regionale ha approvato
IL PRESIDENTE DELLA GIUNTA REGIONALE
Promulga la seguente legge:


Art. 1.
(Approvazione del rendiconto)
1. Il rendiconto generale della Regione per l'esercizio finanziario 2017, redatto in conformità alle disposizioni del decreto legislativo 23 giugno 2011, n. 118 (Disposizioni in materia di armonizzazione dei sistemi contabili e degli schemi di bilancio delle Regioni, degli enti locali e dei loro organismi, a norma degli articoli 1 e 2 della legge 5 maggio 2009, n. 42 ), è approvato con le risultanze e secondo i prospetti di cui all'allegato 1.


Art. 2.
(Entrate e spese di competenza)
1. Il totale delle entrate accertate nell'esercizio finanziario 2017 sono definite nel rendiconto in euro 12.984.223.424,32 di cui euro 10.551.427.625,77 sono state riscosse e versate ed euro 2.432.795.798,55 restano da riscuotere.
2. Il totale delle spese impegnate nell'esercizio finanziario 2017 sono definite nel rendiconto in euro 13.158.003.320,86 di cui euro 10.246.386.140,45 sono state pagate ed euro 2.911.617.180,41 restano da pagare.


Art. 3.
(Residui attivi e residui passivi degli esercizi finanziari 2016 e precedenti)
1. I residui attivi degli esercizi 2016 e precedenti, rideterminati alla chiusura dell'esercizio finanziario 2017, risultano stabiliti dal rendiconto in euro 4.352.893.726,18 dei quali, nell'esercizio 2017, sono stati riscossi e versati euro 1.326.295.680,08 e sono rimasti da riscuotere al 31 dicembre 2017 per euro 3.026.598.046,10.
2. I residui passivi degli esercizi 2016 e precedenti, rideterminati alla chiusura dell'esercizio finanziario 2017, risultano stabiliti dal rendiconto in euro 6.231.831.035,83 dei quali nell'esercizio 2017 sono stati pagati euro 1.967.950.491,09 e sono rimasti da pagare al 31 dicembre 2017 euro 4.263.880.544,74.


Art. 4.
(Residui attivi e residui passivi alla chiusura dell'esercizio finanziario 2017)
1. I residui attivi, alla chiusura dell'esercizio finanziario 2017, ammontano complessivamente ad euro 5.459.393.844,65 e sono dati dalla somma degli accertamenti da riscuotere sulla competenza dell'esercizio 2017 di cui all' articolo 2, comma 1 per euro 2.432.795.798,55 e l'ammontare dei residui rimasti da riscuotere relativi agli esercizi 2016 e precedenti di cui all' articolo 3, comma 1 , per euro 3.026.598.046,10.
2. I residui passivi, alla chiusura dell'esercizio finanziario 2017, ammontano complessivamente ad euro 7.175.497.725,15 e sono dati dalla somma degli impegni da pagare sulla competenza dell'esercizio 2017 di cui all' articolo 2, comma 2 per euro 2.911.617.180,41 e l'ammontare dei residui rimasti da pagare relativi agli esercizi 2016 e precedenti di cui all' articolo 3, comma 2 , per euro 4.263.880.544,74.


Art. 5.
(Fondo pluriennale vincolato)
1. Nelle previsioni di entrata risultano iscritti il fondo pluriennale vincolato per spese correnti pari ad euro 147.339.721,11 ed il fondo pluriennale vincolato per spese in conto capitale pari ad euro 246.055.632,32.
2. Nelle previsioni di spesa risultano iscritti, ripartiti per missioni e programmi, fondi pluriennali vincolati per spese correnti pari complessivamente ad euro 119.356.538,85 e fondi pluriennali vincolati per spese in conto capitale pari complessivamente ad euro 168.151.250,72.


Art. 6.
(Situazione di cassa)
1. Il fondo di cassa alla chiusura dell'esercizio finanziario 2017, come risulta dal conto presentato dal Tesoriere regionale è determinato in euro 165.910.479,88 secondo il seguente prospetto:
a) fondo di cassa alla chiusura dell'esercizio finanziario 2016: euro 502.523.805,57;
b) riscossioni effettuate nell'esercizio finanziario 2017: euro 11.877.723.305,85;
c) pagamenti eseguiti nell'esercizio finanziario 2017: euro 12.214.336.631,54;
d) fondo di cassa finale dell'esercizio 2017: euro 165.910.479,88.


Art. 7.
(Risultato di amministrazione)
1. Alla chiusura dell'esercizio finanziario 2017 è rilevato un disavanzo di amministrazione pari ad euro 1.837.701.190,19 come risultante dai seguenti importi:
a) fondo di cassa alla chiusura dell'esercizio finanziario 2017: euro 165.910.479,88;
b) ammontare dei residui attivi: euro 5.459.393.844,65;
c) ammontare dei residui passivi: euro 7.175.497.725,15;
d) fondo pluriennale vincolato per le spese correnti: euro 119.356.538,85;
e) fondo pluriennale vincolato per spese in conto capitale: euro 168.151.250,72.
2. Compongono il risultato di amministrazione al 31 dicembre 2017, quale parte accantonata, i seguenti importi, il cui valore complessivo è pari a euro 4.968.592.557,88:
a) fondo crediti di dubbia esigibilità al 31 dicembre 2017: euro 324.662.324,49;
b) accantonamento per residui perenti regionali al 31 dicembre 2017: euro 64.182.891,69;
c) fondo anticipazioni liquidità ai sensi del decreto-legge 8 aprile 2013, n. 35 (Disposizioni urgenti per il pagamento dei debiti scaduti della pubblica amministrazione, per il riequilibrio finanziario degli enti territoriali, nonché in materia di versamento di tributi degli enti locali), convertito con modificazioni dalla legge 6 giugno 2013, n. 64 e rifinanziamenti: euro 4.427.544.721,27;
d) fondo perdite società partecipate: euro 13.000.000,00;
e) fondo contenzioso: euro 95.489.179,69, comprendente euro 61.629.007,35 per sentenza Corte d'Appello di Torino n. 465/10 del 12 dicembre 2012 ed euro 33.860.172,34 per fare fronte a rischi derivanti da controversie che si sono prospettate nel corso dell'anno;
f) altri accantonamenti: euro 43.713.440,74, comprendente gli oneri dovuti al rinnovo contrattuale dei dipendenti regionali pari ad euro 2.500.000,00; fondo garanzie fidejussorie rilasciate euro 41.213.440,74.
3. Compongono il risultato di amministrazione al 31 dicembre 2017, quale parte vincolata, i seguenti importi, il cui valore complessivo è pari a euro 232.464.948,80:
a) vincoli derivanti da leggi e principi contabili per euro 61.494.362,28, di cui:
1) euro 40.236.793,52 per reiscrizione della quota regionale delle economie di spesa derivanti dalla riprogrammazione di risorse previste e non impegnate nel periodo 2014-2017 dal POR FESR 2014-2020 e dal POR FSE;
2) euro 17.030.790,35 per oneri a carico del bilancio regionale derivanti dalla riconciliazione al 31 dicembre 2016 dei crediti e debiti reciproci con i propri enti strumentali e con le società controllate e partecipate, ai sensi dell' articolo11, comma 6, lettera j, del d.lgs. 118/2011 ;
3) euro 4.226.778,41 per trattamento accessorio del personale dirigente.
b) vincoli derivanti da trasferimenti per euro 62.752.809,33, di cui:
1) euro 53.819.194,96 per debiti fuori bilancio derivanti da iscrizione di spese già finanziate dallo Stato e non contabilizzate a bilancio in anni precedenti, nonché per obbligazioni pregresse esigibili a partire dall'esercizio 2018;
2) euro 7.094.697,61 per importo vincolato per somme accertate e da iscrivere in spesa in esercizi futuri;
3) euro 1.838.916,76 per reiscrizione della parte residua del risultato di amministrazione 2016 relativa a spese già finanziate dallo Stato o dall'Unione europea non impegnate nell'esercizio 2017.
4. Sono sottratti al risultato di amministrazione al 31 dicembre 2017, quale disavanzo da assorbire negli esercizi successivi, i seguenti importi il cui valore complessivo è pari a euro 6.930.540.919,68:
a) quota residua del disavanzo al 31 dicembre 2014: euro 1.100.014.868,82;
b) quota residua del disavanzo da ricognizione straordinaria dei residui, ai sensi dell' articolo 3 del d.lgs. 118/2011 : euro 1.402.981.329,59;
c) quota residua del disavanzo da costituzione del fondo vincolato da anticipazioni di liquidità di cui al decreto-legge 35/2013 , ai sensi dell' articolo 1, comma 701, della legge 28 dicembre 2015, n. 208 'Disposizioni per la formazione del bilancio annuale e pluriennale dello Stato - legge di stabilità 2016: euro 4.427.544.721,27.
5. Il recupero degli importi di cui al comma 4 è rinviato ai futuri esercizi, in applicazione alle vigenti normative, come recepite nella deliberazione del Consiglio regionale 13 marzo 2018, n. 260-10863.


Art. 8.
(Rendiconto del Consiglio regionale e rendiconto consolidato)
1. E' allegato alla presente legge (allegato 2) il rendiconto generale per l'esercizio finanziario 2017 del Consiglio regionale, approvato con deliberazione del Consiglio regionale 12 giugno 2018, n. 288-24527.
2. E' allegato alla presente legge (allegato 3) il rendiconto consolidato previsto dall' articolo 63, comma 3 del d.lgs. 118/2011 , comprensivo dei risultati del rendiconto della Regione Piemonte e del Consiglio regionale.


Art. 9.
(Stato patrimoniale e conto economico)
1. Lo stato patrimoniale pareggia il totale dell'attivo e del passivo in euro 6.828.559.075,25.
2. Il conto economico riporta un risultato di esercizio positivo per euro 590.110.561,00.


Art. 10.
(Perimetro sanitario)
1. In applicazione di quanto disposto dall' articolo 20, comma 1, del d.lgs. 118/2011 e per le finalità ivi indicate, sono state perimetrate le entrate e le uscite relative al finanziamento del Servizio sanitario regionale con le risultanze di cui all'allegato 4 relativo alla trasparenza dei conti sanitari ed alla finalizzazione delle risorse per il finanziamento del Servizio sanitario regionale.
La presente legge regionale sarà pubblicata nel Bollettino Ufficiale della Regione. E' fatto obbligo a chiunque spetti di osservarla e di farla osservare come legge della Regione Piemonte.

Data a Torino, addì 4 ottobre 2018
Sergio Chiamparino

Rendiconto della gestione al D.Lgs 118/2011 - Conto del bilancio - Gestione delle entrate

Rendiconto del Consiglio regionale per l'esercizio finanziario 2017.

Rendiconto della gestione - Conto del bilancio - Gestione delle entrate consolidato 2017

PROSPETTO RELATIVO ALLA GESTIONE DEL PERIMETRO SANITARIO DI CUI ALL' ART. 20, COMMA 1, DEL D.LGS. 23 GIUGNO 2011, N. 118



STAMPA QUESTA PAGINA
 
 
 

CONVEGNI ED EVENTI

Groups of Companies in the European Company Law - Annullato
Milano, 17 aprile 2020, Università degli Studi di Milano Sala Napoleonica
ore 09:00Sala Napoleonica - Sant'Antoniovia Sant'Antonio, 10/12, 20122 MilanoIl diritto d’impresa nell’Unione ...
I segreti dell’ex cliente (conferimento dell’incarico art 23) aspetto deontologici e disciplinari
Napoli, 21 gennaio 2020, nuovo palazzo di giustizia di Napoli
ore 11,00 - 13,30 - sala MetaforaSaluti istituzionaliAvv. Antonio tafuriPresidente dell’ordine degli ...
XXXIV Convegno annuale dell'Associazione Italiana dei Costituzionalisti
Bergamo, venerdì 15 e sabato 16 novembre 2019
Eguaglianza e discriminazioni nell’epoca contemporaneaPrima sessione: Discriminazioni di genereVenerdì ...
Il rapporto di lavoro dopo il Jobs Act: un mosaico di discipline
Roma, 9-16-23-30 ottobre 2015 e 6-13 novembre 2015, Teatro Manzoni
Venerdì 9 ottobre 2015 “Il contratto a tutele crescenti” Prof. Avv. Arturo MARESCA, Ordinario di Diritto ...
     Tutti i CONVEGNI >

LIBRI ED EBOOK

Trattato di procedura penale
G. Spangher, G. Dean, A. Scalfati, G. Garuti, L. Filippi, L. Kalb, UTET Giuridica
A vent’anni dall’approvazione del nuovo Codice di Procedura Penale, tra vicende occasionali, riforme ...
Guida pratica al Processo Telematico aggiornata al D.L. n. 90/2014
P. Della Costanza, N. Gargano, Giuffrè Editore, 2014
Piano dell'opera- La digitalizzazione dell’avvocatura oltre l’obbligatorietà- Cos’è il processo telematico- ...
Formulario degli atti notarili 2014
A. Avanzini, L. Iberati, A. Lovato, UTET Giuridica, 2014
Il formulario soddisfa le esigenze pratiche del notaio, poiché consente di individuare, mediante una ...
Diritto penale delle società
L. D. Cerqua, G. Canzio, L. Luparia, Cedam Editore, 2014
L'opera, articolata in due volumi, analizza approfonditamente i profili sostanziali e processuali del ...
     Tutti i LIBRI >