Aggiornato al con n.39903 documenti

HOME  |  PUBBLICITA'  |  REDAZIONE  |  COPYRIGHT  |  FONTI  |  FAQ   

 

 
 

NORMATIVA
Normativa regionale - Lazio

Indietro
Legge Regionale Lazio n.8 del 25 ottobre 2018
Rendiconto generale della Regione Lazio per l'esercizio finanziario 2017
 
BUR: 88 suppl. 2


Art. 1

(Riaccertamento dei residui attivi)

1. Ai sensi dell'articolo 3, comma 4, del decreto legislativo 23 giugno 2011, n. 118 (Disposizioni in materia di armonizzazione dei sistemi contabili e degli schemi di bilancio delle Regioni, degli enti locali e dei loro organismi, a norma degli articoli 1 e 2 della legge 5 maggio 2009, n. 42) e successive modifiche, i residui attivi corrispondenti a crediti assolutamente inesigibili o insussistenti alla data del 31 dicembre 2017 sono eliminati dalle scritture contabili per un importo complessivo pari ad euro 115.708.628,76, corrispondenti a crediti assolutamente inesigibili o insussistenti derivanti da esercizi pregressi.

2. Ai sensi dell'articolo 3, comma 4, del d.lgs. 118/2011, i residui attivi corrispondenti a crediti non ancora esigibili relativi all'esercizio 2017 sono reimputati nell'esercizio 2018, in cui risultano esigibili, per un importo complessivo di euro 523.819.449,09.


Art. 2
(Riaccertamento dei residui passivi)

Ai sensi dell'articolo 3, comma 4, del d.lgs. 118/2011, i residui passivi corrispondenti a debiti insussistenti alla data del 31 dicembre 2017 sono eliminati dalle scritture contabili, per un importo complessivo pari ad euro 18.812.493,03, corrispondenti a debiti insussistenti derivanti da esercizi pregressi.
Ai sensi dell'articolo 3, comma 4, del d.lgs. 118/2011, i residui passivi corrispondenti a debiti non ancora esigibili relativi all'esercizio 2017 sono reimputati nell'esercizio 2018, in cui risultano esigibili, per un importo complessivo pari ad euro 951.718.623,90.


Art. 3
(Maggiori accertamenti ed impegni)
1. Nel rispetto di quanto stabilito dall'articolo 39, comma 3, lettera b), del d.lgs. 118/2011, è autorizzato il maggior accertamento ed impegno rispetto alle previsioni e agli stanziamenti di competenza di entrata e di spesa dei sotto indicati capitoli di entrata iscritti nel Titolo 9 (Entrate per conto terzi e partite di giro), Tipologia 100 (Entrate per partite di giro), e i corrispondenti capitoli di spesa iscritti nella Missione 99 (Servizi per conto terzi), Programma 01 (Servizi per conto terzi - partite di giro).


Entrata

Spesa


Entrata

Spesa

Cap. n. 611182

Cap. n. T31482


Cap. n. 611145

Cap. n. T31425



Art. 4
(Entrate di competenza)


Le entrate, classificate ai sensi dell'articolo 15 del d.lgs. 118/2011 in ''Entrate correnti di natura tributaria, contributiva e perequativa'' (Titolo 1), ''Entrate per trasferimenti correnti'' (Titolo 2), ''Entrate extratributarie'' (Titolo 3), ''Entrate in conto capitale'' (Titolo 4), ''Entrate da riduzione di attività finanziarie'' (Titolo 5), ''Entrate per accensione prestiti'' (Titolo 6), ''Entrate per anticipazione da istituto tesoriere/cassiere'' (Titolo 7), ''Entrate per conto terzi e partite di giro'' (Titolo 9), ed accertate nell'esercizio finanziario 2017 per la competenza dell'esercizio stesso, risultano stabilite in:

entrate accertate

24.659.494.442,83

(+)

delle quali riaccertate ai sensi dell'articolo 3, comma 4, del d.lgs. 118/2011, per crediti non esigibili nell'anno 2017



523.819.449,09



(-)

entrate accertate al netto del riaccertamento dei residui 2017


24.135.674.993,74


(+)


delle quali riscosse


22.118.305.035,39


(-)

delle quali rimaste da riscuotere

2.017.369.958,35




Art. 5
(Spese di competenza)


Le spese, classificate ai sensi dell'articolo 14 del d.lgs. 118/2011 in spese per ''Servizi istituzionali, generali e di gestione'' (Missione 1), ''Giustizia'' (Missione 2), ''Ordine pubblico e sicurezza'' (Missione 3), ''Istruzione e diritto allo studio'' (Missione 4), ''Tutela e valorizzazione dei beni e delle attività culturali'' (Missione 5), ''Politiche giovanili, sport e tempo libero'' (Missione 6), ''Turismo'' (Missione 7), ''Assetto del territorio ed edilizia abitativa'' (Missione 8), ''Sviluppo sostenibile e tutela del territorio e dell'ambiente'' (Missione 9), ''Trasporti e diritto alla mobilità'' (Missione 10), ''Soccorso civile'' (Missione 11), ''Diritti sociali, politiche sociali e famiglia'' (Missione 12), ''Tutela della salute'' (Missione 13), ''Sviluppo economico e competitività'' (Missione 14), ''Politiche per il lavoro e la formazione professionale'' (Missione 15), ''Agricoltura, politiche agroalimentari e pesca'' (Missione 16), ''Energia e diversificazione delle fonti energetiche'' (Missione 17), ''Relazioni con le altre autonomie territoriali e locali'' (Missione 18), ''Relazioni internazionali'' (Missione 19), ''Fondi ed accantonamenti'' (Missione 20), ''Debito pubblico'' (Missione 50), ''Anticipazioni finanziarie'' (Missione 60) e ''Servizi per conto terzi'' (Missione 99), ed impegnate nell'esercizio 2017 per la competenza dell'esercizio stesso risultano stabilite in:

spese impegnate

24.391.523.067,04

(+)

delle quali riaccertate ai sensi dell'articolo 3, comma 4, del d.lgs. 118/2011, per debiti non esigibili nell'anno 2017



951.718.623,90



(-)

spese impegnate al netto del riaccertamento dei residui 2017

23.439.804.443,14

(+)

delle quali pagate

20.632.699.408,06

(-)

delle quali rimaste da pagare

2.807.105.035,08




Art. 6
(Riepilogo delle entrate e delle spese di competenza)


Il riepilogo delle entrate accertate e delle spese impegnate sulla competenza dell'esercizio 2017 risulta stabilito come segue:



entrate complessive accertate

somme riaccertate ai sensi dell'articolo 3, comma 4, del

d.lgs. 118/2011:


per crediti non esigibili nell'anno 2017

entrate accertate al netto del riaccertamento dei residui 2017


24.659.494.442,83 (+)




523.819.449,09 (-)

24.135.674.993,74 (+)

spese complessive impegnate

somme riaccertate ai sensi dell'articolo 3, comma 4, del

d.lgs. 118/2011:


per debiti non esigibili nell'anno 2017

spese impegnate al netto del riaccertamento dei residui 2017

24.391.523.067,04 (+)




951.718.623,90 (-)

23.439.804.443,14 (+)



differenza (al lordo del riaccertamento)

differenza (al netto del riaccertamento)


267.971.375,79

695.870.550,60



Art. 7
(Residui attivi provenienti dall'esercizio 2016 e precedenti)


I residui attivi degli esercizi finanziari 2016 e precedenti risultano stabiliti in:

residui attivi iniziali

3.711.099.649,25 (+)

dei quali riaccertati ai sensi dell'articolo 3, comma 4, del d.lgs. 118/2011, per crediti assolutamente inesigibili o insussistenti



115.708.628,76 (-)

dei quali riscossi durante l'esercizio 2017

1.525.119.027,57 (-)

dei quali rimasti da riscuotere al 31.12.2017

2.070.271.992,92

Art. 8
(Residui passivi provenienti dall'esercizio 2016 e precedenti)


I residui passivi degli esercizi finanziari 2016 e precedenti risultano stabiliti in:
residui passivi iniziali

4.599.967.184,53 (+)

dei quali riaccertati ai sensi dell'articolo 3, comma 4, del d.lgs. 118/2011, per debiti insussistenti


dei quali pagati durante l'esercizio 2017


18.812.493,03 (-)


2.811.071.304,36 (-)

dei quali rimasti da pagare al 31.12.2017

1.770.083.387,14





Art. 9
(Residui attivi alla chiusura dell'esercizio)


I residui attivi alla chiusura dell'esercizio finanziario 2017 risultano stabiliti in:



a) somme rimaste da riscuotere sui residui attivi degli esercizi 2016 e precedenti

2.070.271.992,92 (+)

b) somme rimaste da riscuotere sulle entrate accertate per la competenza propria dell'esercizio 2017

2.017.369.958,35 (+)


totale residui attivi al 31.12.2017

4.087.641.951,27



Art. 10
(Residui passivi alla chiusura dell'esercizio)


I residui passivi alla chiusura dell'esercizio finanziario 2017 risultano stabiliti in:



a) somme rimaste da pagare sui residui passivi degli esercizi 2016 e precedenti

1.770.083.387,14 (+)

b) somme rimaste da pagare sulle spese impegnate per la competenza propria dell'esercizio 2017

2.807.105.035,08 (+)


totale residui passivi al 31.12.2017


4.577.188.422,22

Art. 11
(Disponibilità di cassa)


L'avanzo di cassa alla chiusura dell'esercizio finanziario 2017 è stabilito in euro 767.354.767,54, in base alle seguenti risultanze:



avanzo di cassa al 31.12.2016

567.701.417,00 (+)



riscossioni dell'esercizio 2017:


a) in conto competenza

22.118.305.035,39 (+)

b) in conto residui attivi

1.525.119.027,57 (+)

pagamenti dell'esercizio 2017:


a) in conto competenza

20.632.699.408,06 (-)

b) in conto residui passivi

2.811.071.304,36 (-)




avanzo di cassa al 31.12.2017


767.354.767,54



Art. 12
(Risultato di amministrazione)


La determinazione del risultato di amministrazione al 31 dicembre 2017, nelle componenti disciplinate dalla legislazione vigente, è indicata nel ''Prospetto dimostrativo del risultato di amministrazione 2017'' annesso alla presente legge, ed è di seguito riepilogata:


Fondo cassa al 31.12.2017

767.354.767,54

Residui Attivi

4.087.641.951,27

(+)

Residui Passivi

4.577.188.422,22

(-)

Fondo Pluriennale Vincolato per spese correnti

185.287.118,32

(-)

Fondo Pluriennale Vincolato per Spese in c/capitale

542.540.689,42

(-)

Risultato di amministrazione al 31.12.2017

-450.019.511,15

Parte accantonata




Fondo crediti di dubbia esigibilità al 31.12.2017




77.506.799,81




(-)

Accantonamento residui perenti al 31.12.2017

572.594.696,32

(-)

Fondo anticipazioni di liquidità al 31.12.2017

7.375.815.084,74

(-)

Fondo perdite società partecipate

0,00

(-)

Fondo contenzioso

20.000.000,00

(-)

Altri accantonamenti

27.884.355,96

(-)

Parte vincolata

Vincoli derivanti da leggi e dai principi contabili

23.175.750,59

(-)

Vincoli derivanti da trasferimenti

407.316.521,88

(-)

Totale parte disponibile - Disavanzo

-8.954.312.720,45

di cui:

Fondo anticipazioni di liquidità al 31.12.2017

-7.375.815.084,74

Disavanzo per debito autorizzato e non contratto

-1.054.429.873,36

Disavanzo da ripianare ai sensi dell'art. 9, comma 5, del d.l. 78/2015

-524.067.762,35

Totale

-8.954.312.720,45

Disavanzo al netto del Fondo anticipazioni liquidità

-1.578.497.635,71


2. Il risultato di amministrazione di cui al comma 1 e l'avanzo di cassa di cui all'articolo 11 sono iscritti nel bilancio di previsione finanziario 2018-2020, per l'esercizio 2018. Sono a tal fine autorizzate le necessarie
variazioni di bilancio, secondo la normativa vigente in materia.


Art. 13
(Conto economico e stato patrimoniale)

Il risultato economico dell'esercizio 2017 è stabilito in euro 505.475.705,51, in base alle seguenti risultanze:
Conto Economico Valori al 31/12/2017
A) COMPONENTI POSITIVI DELLA GESTIONE 15.787.414.808,52
TOTALE COMPONENTI POSITIVI DELLA GESTIONE (A) 15.787.414.808,52
B) COMPONENTI NEGATIVI DELLA GESTIONE 14.685.298.595,44
TOTALE COMPONENTI NEGATIVI DELLA GESTIONE (B ) 14.685.298.595,44
DIFFERENZA ( A- B ) 1.102.116.213,08
C) PROVENTI E ONERI FINANZIARI -762.716.162,81
TOTALE PROVENTI E ONERI FINANZIARI ( C ) -762.716.162,81
D) RETTIFICHE DI VALORE ATTIVITA' FINANZIARIE -3.732.287,53
TOTALE RETTIFICHE ( D ) -3.732.287,53
E) PROVENTI E ONERI STRAORDINARI 186.081.495,35
TOTALE PROVENTI E ONERI STRAORDINARI ( E ) 186.081.495,35
RISULTATO PRIMA DELLE IMPOSTE ( A-B+C+D+E) 521.749.258,09
IMPOSTE 16.273.552,58
RISULTATO DELL'ESERCZIO 505.475.705,51
2. La situazione patrimoniale attiva al 31 dicembre 2017 è stabilita in euro 6.611.204.393,34, in base alle seguenti risultanze:

Stato Patrimoniale - Attivo Valori al 31/12/2017
A) CREDITI VS STATO E ALTRE AMM.NI PUBBLICHE PER LA PARTECIPAZIONE AL FONDO DI DOTAZIONE 0,00
TOTALE CREDITI VS PARTECIPANTI (A) 0,00
B) IMMOBILIZZAZIONI
TOTALE IMMOBILIZZAZIONI IMMATERIALI 19.561.369,15
TOTALE IMMOBILIZZAZIONI MATERIALI 1.089.935.237,92
TOTALE IMMOBILIZZAZIONI FINANZIARIE 264.108.553,15
TOTALI IMMOBILIZZAZIONI ( B ) 1.373.605.160,22
C) ATTIVO CIRCOLANTE 4.776.442.295,72
TOTALE ATTIVO CIRCOLANTE ( C ) 4.776.442.295,72
D) RATEI E RISCONTI 461.156.937,40
TOTALE RATEI E RISCONTI (D) 461.156.937,40
TOTALE DELL'ATTIVO ( A+B+C+D ) 6.611.204.393,34
3. La situazione patrimoniale passiva al 31 dicembre 2017 è stabilita in euro 6.611.204.393,34 in base alle seguenti risultanze:

Stato Patrimoniale - Passivo Valori al 31/12/2017
A) PATRIMONIO NETTO -22.116.787.426,93
TOTALE PATRIMONIO NETTO (A) -22.116.787.426,93
B) FONDI PER RISCHI ED ONERI 47.884.355,96
TOTALE FONDI RISCHI ED ONERI( B ) 47.884.355,96
C) TRATTAMENTO DI FINE RAPPORTO 0
TOTALE T.F.R. ( C ) 0
D) DEBITI 27.984.721.772,90
TOTALE DEBITI (D) 27.984.721.772,90
E) RATEI E RISCONTI E CONTRIBUTI AGLI INVESTIMENTI 695.385.691,41
TOTALE RATEI E RISCONTI (E ) 695.385.691,41
TOTALE DEL PASSIVO ( A+B+C+D+E ) 6.611.204.393,34
CONTI D'ORDINE 0,00
TOTALE CONTI D'ORDINE 0,00
Art. 14
(Approvazione del rendiconto)


È approvato il rendiconto generale della Regione Lazio per l'anno finanziario 2017, così come risulta dagli articoli precedenti.


Art. 15
(Entrata in vigore)

1. La presente legge entra in vigore il giorno successivo a quello della sua pubblicazione sul Bollettino ufficiale della Regione.

La presente legge regionale sarà pubblicata sul Bollettino Ufficiale della Regione. E' fatto obbligo a chiunque spetti di osservarla e di farla osservare come legge della Regione Lazio.


Roma, lì 25 Ottobre 2018

Il Presidente
Nicola Zingaretti

Il testo non ha valore legale; rimane, dunque, inalterata l'efficacia degli atti legislativi originari.


STAMPA QUESTA PAGINA
 
 
 

CONVEGNI ED EVENTI

Groups of Companies in the European Company Law - Annullato
Milano, 17 aprile 2020, Università degli Studi di Milano Sala Napoleonica
ore 09:00Sala Napoleonica - Sant'Antoniovia Sant'Antonio, 10/12, 20122 MilanoIl diritto d’impresa nell’Unione ...
I segreti dell’ex cliente (conferimento dell’incarico art 23) aspetto deontologici e disciplinari
Napoli, 21 gennaio 2020, nuovo palazzo di giustizia di Napoli
ore 11,00 - 13,30 - sala MetaforaSaluti istituzionaliAvv. Antonio tafuriPresidente dell’ordine degli ...
XXXIV Convegno annuale dell'Associazione Italiana dei Costituzionalisti
Bergamo, venerdì 15 e sabato 16 novembre 2019
Eguaglianza e discriminazioni nell’epoca contemporaneaPrima sessione: Discriminazioni di genereVenerdì ...
Il rapporto di lavoro dopo il Jobs Act: un mosaico di discipline
Roma, 9-16-23-30 ottobre 2015 e 6-13 novembre 2015, Teatro Manzoni
Venerdì 9 ottobre 2015 “Il contratto a tutele crescenti” Prof. Avv. Arturo MARESCA, Ordinario di Diritto ...
     Tutti i CONVEGNI >

LIBRI ED EBOOK

Diritto penale delle società
L. D. Cerqua, G. Canzio, L. Luparia, Cedam Editore, 2014
L'opera, articolata in due volumi, analizza approfonditamente i profili sostanziali e processuali del ...
Trattato di procedura penale
G. Spangher, G. Dean, A. Scalfati, G. Garuti, L. Filippi, L. Kalb, UTET Giuridica
A vent’anni dall’approvazione del nuovo Codice di Procedura Penale, tra vicende occasionali, riforme ...
Formulario degli atti notarili 2014
A. Avanzini, L. Iberati, A. Lovato, UTET Giuridica, 2014
Il formulario soddisfa le esigenze pratiche del notaio, poiché consente di individuare, mediante una ...
Manuale di diritto amministrativo 2014
F. Caringella, Dike Giuridica Editrice, 2014
Nel corso dell'ultimo anno le incessanti fatiche della giurisprudenza hanno dato vitalità all'introduzione, ...
     Tutti i LIBRI >