Aggiornato al con n.41351 documenti

HOME  |  PUBBLICITA'  |  REDAZIONE  |  COPYRIGHT  |  FONTI  |  FAQ   

 

 
 

NORMATIVA
Normativa nazionale - Decreti - Enti locali e servizi pubblici - D.M.

Indietro
Decreto del Ministro dell'Economia e delle Finanze 7 aprile 2008
Certificazione relativa al rispetto degli obiettivi del «patto di stabilità interno», per l'anno 2007, delle province e dei comuni con popolazione superiore a 5.000 abitanti.
 
IL RAGIONIERE GENERALE DELLO STATO Visto l'art. 1, comma 686, della legge 27 dicembre 2006, n. 296 che, ai fini della verifica del rispetto degli obiettivi del patto di stabilità interno, prevede che le province e i comuni con popolazione superiore a 5.000 abitanti sono tenuti ad inviare, entro il termine perentorio del 31 marzo dell'anno successivo a quello diriferimento, al Ministero dell'economia e delle finanze - Dipartimento della Ragioneria generale dello Stato, una certificazione, sottoscritta dal rappresentante legale e dal responsabile del servizio finanziario, secondo un prospetto e con lemodalità definiti con apposito decreto dello stesso Ministero; Visto l'art. 1, comma 379, lettera l), della legge 24 dicembre 2007, n. 244 in cui é previsto che la mancata comunicazione della certificazione al Ministero dell'economia e delle finanze - Dipartimento della Ragioneria generale dello Stato, entro il 31 marzo dell'anno successivo a quello di riferimento, costituisce inadempimento al patto di stabilità interno; Visto l'art. 40-bis, comma 1, del decreto-legge 31 dicembre 2007, n. 248 convertito, con modificazioni, nella legge 28 febbraio 2008, n. 31 che, per il patto relativo all'anno 2007, proroga al 31 maggio 2008 il termine perentorio per la presentazione della certificazione di cui al citato comma 686 dell'art. 1 della legge n. 296 del 2006; Ravvisata l'opportunità di procedere all'emanazione del decreto ministeriale previsto dalle citate disposizioni al fine didisciplinarne le modalità attuative; Sentita la Conferenza Stato-città ed autonomie locali che ha espresso il parere favorevole nella seduta del 20 marzo 2008; Considerato che il sopra citato termine perentorio del 31 maggio 2008 cade di sabato e che il sistema web appositamente previsto per il patto di stabilità interno nel sito «www.pattostabilita.tesoro.it» non é operativo in tale giorno; Ravvisata, quindi, la necessità di fissare il termine perentorio per la trasmissione della certificazione in questione al primo giorno lavorativo utile, che é individuato nel 3 giugno 2008; Decreta: Articolo unico 1. Le province e i comuni con popolazione superiore a 5.000 abitanti soggetti al patto di stabilità interno trasmettono, entro il termine perentorio del 3 giugno 2008, al Ministero dell'economia edelle finanze, Dipartimento della Ragioneria generale dello Stato, IGEPA, via XX Settembre n. 97 - 00187 Roma, una certificazione, sottoscritta dal rappresentante legale e dal responsabile del servizio finanziario, relativa al rispetto degli obiettivi del patto di stabilità interno per l'anno 2007, secondo il prospetto e le modalità contenute nell'allegato A al presente decreto. La certificazione deve essere spedita a mezzo raccomandata con avviso di ricevimento, con esclusione di qualsiasi altro mezzo e, ai fini della verifica del rispetto del termine di invio, la data é comprovata dal timbro apposto dall'ufficio postale accettante. Le certificazioni per il patto relativo al 2008 ed al 2009 devono essere trasmesse entro il termine perentorio del 31 marzo dell'anno successivo a quello di riferimento. 2. Le province e i comuni con popolazione superiore a 5.000 abitanti che non provvedono ad inviare detta certificazione nei modi e nei tempi indicati al comma 1 sono considerati, ai sensi dell'art. 1, comma 379, lettera l), della legge 24 dicembre 2007, n. 244, inadempienti al patto di stabilità interno. 3. Il presente decreto sarà pubblicato nella Gazzetta Ufficiale della Repubblica italiana. Roma, 7 aprile 2008 Il Ragioniere generale dello Stato: Canzio Allegato A PROSPETTO DELLA CERTIFICAZIONE Le informazioni sul patto di stabilità interno relative al 31 dicembre 2007 con cui si dimostra il raggiungimento o meno degli obiettivi del patto di stabilità interno, sia in termini di cassa che di competenza, sono quelle previste nei prospetti allegati (modello 3/07/CS, per la gestione di cassa, e modello 3/07/CP, per la gestione di competenza) al decreto del Ministero dell'economia e delle finanze del 20 novembre 2007 (concernente il monitoraggio trimestrale del patto di stabilità interno per l'anno 2007) che ha avuto il parere favorevole della Conferenza Stato-città ed autonomie locali nella seduta del 15 novembre 2007. In particolare, si fa riferimento alle informazioni inerenti il monitoraggio dell'intero anno 2007, che gli enti locali soggetti al patto hanno comunicato al Ministero dell'economia e delle finanze, utilizzando il sistema web appositamente previsto per il patto di stabilità interno nel sito www.pattostabilita.rgs.tesoro.it Considerato, quindi, che le informazioni in questione sono già presenti nel sistema web ed al fine di agevolare gli enti locali nel predisporre la certificazione definitiva delle risultanze del patto di stabilità interno per l'anno 2007, é stata prevista una apposita procedura che consente all'ente di stampare direttamente il modello per la certificazione da inviare al Ministero dell'economia e delle finanze. Detto modello risulta già compilato con tutti i dati numerici (desunti automaticamente dalle informazioni sul monitoraggio del patto per l'anno 2007) inseriti direttamente dagli enti nel sistema web e con l'indicazione del rispetto o meno degli obiettivi del patto. Pertanto, per stampare la suddetta certificazione predisposta in modo automatico é necessario accedere all'applicazione web del «Patto» e richiamare, dal menu a tendina, la funzione di «Interrogazione modello» relativa al IV trimestre 2007 che consentirà di visualizzare e controllare i dati relativi al proprio ente. Dopo aver verificato l'attendibilità delle informazioni acquisite al sistema é possibile procedere alla predisposizione della certificazione cliccando sul pulsante «stampa certificato», che genererà un file in formato «pdf» pronto per la stampa del modulo da inviare in forma cartacea al Ministero dell'economia e delle finanze (secondo le modalità e i tempi indicati al comma 1 del presente decreto), dopo aver provveduto all'integrazione manuale soltanto della sottoscrizione del rappresentante legale e del responsabile del servizio finanziario, del luogo della sottoscrizione e del timbro dell'ente stesso. Pertanto, si invitano gli enti locali tenuti alla trasmissione della certificazione (con esclusione, quindi, degli enti che, ai sensi della normativa vigente, si sono dichiarati commissariati e, pertanto, esclusi dal patto di stabilità interno 2007), prima di produrre la stessa, a voler controllare che i dati del patto di stabilità interno al 31 dicembre 2007 a suo tempo inseriti per il monitoraggio siano quelli corretti - in caso contrario si invita a rettificarli entro il termine limite del 3 giugno 2008 avvalendosi dell'apposita funzione «Variazione modello» nella procedura del monitoraggio - in quanto tali dati saranno gli unici che verranno presi in considerazione ai fini del rispetto o meno del patto di stabilità per l'anno 2007. Naturalmente, la funzione di produzione della certificazione é disponibile esclusivamente per gli enti che hanno trasmesso via web le risultanze del monitoraggio del patto al 31 dicembre 2007. Pertanto, gli enti che non hanno trasmesso tali dati non potranno stampare il modulo della certificazione, se non dopo aver assolto all'obbligo dell'invio delle informazioni sul monitoraggio dell'anno 2007. Si soggiunge che non potranno essere inviati altri tipi di certificazione, se non quella prodotta dal sistema web. Il prospetto che verrà prodotto direttamente dal sistema web ai fini della certificazione é il seguente: Tabella


STAMPA QUESTA PAGINA
 
 
 

CONVEGNI ED EVENTI

IL DUBBIO RAZIONALE E LA SUA PROGRESSIVA SCOMPARSA NEL GIUDIZIO PENALE
Roma, 11 luglio 2022, in diretta facebook
11 luglio 2022in diretta facebookIntervengono:Avv. Antonino Galletti, Presidente del Consiglio dell'Ordine ...
FORMAZIONE INTEGRATIVA IN MATERIA DI DIRITTO DELLE RELAZIONI FAMILIARI
Milano, giovedì 15, 22, 29 settembre e 6 ottobre 2022, piattaforma Zoom meeting
4 incontrigiovedì 15, 22, 29 settembre e 6 ottobre 2022 dalle 14.30 alle 18.30 su piattaforma ZoomDestinatariMediatori ...
XXXVI CONVEGNO ANNUALE DELL'ASSOCIAZIONE ITALIANA DEI COSTITUZIONALISTI “LINGUA LINGUAGGI DIRITTI”
Messina e Taormina, giovedì 27, venerdì 28 e sabato 29 ottobre 2022
giovedì 27, venerdì 28 e sabato 29 ottobre 2022Università degli Studi di Messina, Aula Magna Rettorato, ...
LA FORMAZIONE DELL’AVVOCATO DEI GENITORI NEI PROCEDIMENTI MINORILI E DI FAMIGLIA
Napoli, 13 Ottobre 2022, Sala “A. Metafora”
Webinar su piattaforma CISCO WEBEX del Consiglio dell’Ordine degli Avvocati di Napoliore 15.00 - 18.00Giovedì ...
     Tutti i CONVEGNI >

LIBRI ED EBOOK

Trattato di procedura penale
G. Spangher, G. Dean, A. Scalfati, G. Garuti, L. Filippi, L. Kalb, UTET Giuridica
A vent’anni dall’approvazione del nuovo Codice di Procedura Penale, tra vicende occasionali, riforme ...
Sicurezza sul lavoro. Responsabilità. Illeciti e Sanzioni
P. Rausei, IPSOA, 2014
Il volume fornisce una analisi puntuale, schematica e sistematica, dell’attuale quadro sanzionatorio ...
Formulario degli atti notarili 2014
A. Avanzini, L. Iberati, A. Lovato, UTET Giuridica, 2014
Il formulario soddisfa le esigenze pratiche del notaio, poiché consente di individuare, mediante una ...
Diritto penale delle società
L. D. Cerqua, G. Canzio, L. Luparia, Cedam Editore, 2014
L'opera, articolata in due volumi, analizza approfonditamente i profili sostanziali e processuali del ...
     Tutti i LIBRI >