Aggiornato al con n.39906 documenti

HOME  |  PUBBLICITA'  |  REDAZIONE  |  COPYRIGHT  |  FONTI  |  FAQ   

 

 
 

NORMATIVA
Normativa nazionale - Decreti - Economia - D.M.

Indietro
Decreto del Ministero dello Sviluppo Economico 18 novembre 2014
Termini e modalita' di presentazione delle proposte progettuali per le agevolazioni per la realizzazione di progetti transazionali di sviluppo e ricerca nel settore delle biotecnologie, nell'ambito del Programma EUROTRANS-BIO
 
IL MINISTRO DELLO SVILUPPO ECONOMICO

Vista la legge 17 febbraio 1982, n. 46, che ha istituito il Fondo speciale rotativo per l'innovazione

tecnologica;
Visto il decreto-legge 22 giugno 2012, n. 83, convertito, con modificazioni, dalla legge 7 agosto 2012, n. 134,

recante «Misure urgenti per la crescita del Paese», e, in particolare, l'art. 23, che stabilisce che il Fondo

speciale rotativo di cui all'art. 14 della legge 17 febbraio 1982, n. 46, istituito presso il Ministero dello

sviluppo economico, assume la denominazione di «Fondo per la crescita sostenibile»;
Visto il decreto del Ministro dello sviluppo economico, di concerto con il Ministro dell'economia e delle

finanze, 8 marzo 2013, pubblicato nella Gazzetta Ufficiale della Repubblica italiana n. 113 del 16 maggio 2013,

con il quale, in applicazione dell'art. 23, comma 3, del predetto decreto-legge n. 83 del 2012, sono state

individuate le priorita', le forme e le intensita' massime di aiuto concedibili nell'ambito del Fondo per la

crescita sostenibile;
Visto, in particolare, l'art. 15 del citato decreto 8 marzo 2013, che prevede che gli interventi del Fondo per

la crescita sostenibile sono attuati con bandi ovvero direttive del Ministro dello sviluppo economico, che

individuano, tra l'altro, l'ammontare delle risorse disponibili, i requisiti di accesso dei soggetti

beneficiari, le condizioni di ammissibilita' dei programmi e/o dei progetti, le spese ammissibili, la forma e

l'intensita' delle agevolazioni, nonche' i termini e le modalita' per la presentazione delle domande, i criteri

di valutazione dei programmi o progetti e le modalita' per la concessione ed erogazione degli aiuti;
Visto il decreto-legge 18 ottobre 2012, n. 179, convertito, con modificazioni, dalla legge 17 dicembre 2012, n.

221, recante «Ulteriori misure urgenti per la crescita del Paese»;
Vista la legge 7 agosto 1990, n. 241 e successive modificazioni e integrazioni, che detta norme in materia di

procedimento amministrativo e di diritto di accesso ai documenti amministrativi;
Visto il decreto legislativo 31 marzo 1998, n. 123 e successive modificazioni e integrazioni, recante

«Disposizioni per la razionalizzazione degli interventi di sostegno pubblico alle imprese, a norma dell'art. 4,

comma 4, lettera c), della legge 15 marzo 1997, n. 59»;
Vista la legge 11 novembre 2011, n. 180, recante «Norme per la tutela della liberta' d'impresa. Statuto delle

imprese»;
Visto il decreto legislativo 14 marzo 2013, n. 33, recante «Riordino della disciplina riguardante gli obblighi

di pubblicita', trasparenza e diffusione di informazioni da parte delle pubbliche amministrazioni»;
Visto il Regolamento (UE) n. 651/2014 della Commissione, del 17 giugno 2014, pubblicato nella Gazzetta Ufficiale

dell'Unione europea L 187 del 26 giugno 2014, che dichiara alcune categorie di aiuti compatibili con il mercato

interno in applicazione degli articoli 107 e 108 del Trattato sul funzionamento dell'Unione europea;
Visto l'allegato n. 1, lettera A), del citato decreto 8 marzo 2013, che riporta l'elenco delle tecnologie

abilitanti fondamentali definite nell'ambito del programma quadro di ricerca e innovazione «Orizzonte 2020» e,

in particolare, al punto 4 le «biotecnologie»;
Visto il programma EuroTransBio (ETB), al quale il Ministero dello sviluppo economico partecipa con altri

Ministeri e agenzie governative di piu' Paesi e Regioni europei, con l'obiettivo di supportare la crescita delle

piccole e medie imprese (PMI) nel settore delle biotecnologie in Europa, attraverso specifici bandi

transnazionali per il finanziamento di progetti congiunti di sviluppo sperimentale e ricerca industriale

presentati da almeno due PMI di due differenti Paesi aderenti al programma;
Tenuto conto della decisione del consorzio ETB di lanciare il decimo bando transnazionale congiunto il 1°

ottobre 2014;
Tenuto conto della disponibilita' di risorse nazionali pari a 4 milioni di euro a valere sul Fondo per la

crescita sostenibile;

Decreta:

Art. 1
1. Ai fini dell'attuazione della collaborazione transnazionale nel settore delle biotecnologie e' indetto un

bando per la selezione di specifici progetti presentati da imprese italiane, anche in collaborazione con

organismi di ricerca, associate con almeno un'impresa appartenente a un altro Paese tra quelli partecipanti al

decimo bando transnazionale Euro Trans Bio.
Allegato

Art. 2
1. Al finanziamento dei partecipanti italiani ai progetti congiunti di sviluppo sperimentale e ricerca

industriale nel campo delle biotecnologie presentati nell'ambito del decimo bando transnazionale EuroTransBio e'

destinata la somma di euro 4.000.000,00 (quattromilioni) a valere sul Fondo per la crescita sostenibile.

Allegato
Art. 3
1. I progetti ammissibili, la misura delle agevolazioni, le procedure di valutazione, di concessione e di

erogazione delle agevolazioni, nonche' l'elenco dei Paesi e delle Regioni partecipanti al decimo bando

transnazionale EuroTransBio, sono individuati nell'allegato Capitolato tecnico che costituisce parte integrante

del presente decreto.

Art. 4
1. La valutazione in merito all'ammissibilita' dei progetti a partecipazione italiana e' effettuata dal

Ministero dello sviluppo economico e successivamente condivisa con gli omologhi europei coinvolti.
2. Per i successivi adempimenti tecnici e amministrativi riguardanti l'istruttoria delle domande, l'erogazione

delle agevolazioni, l'esecuzione di monitoraggi, di ispezioni e controlli dei progetti che hanno superato la

fase di cui al comma 1, il Ministero dello sviluppo economico puo' avvalersi del medesimo soggetto gestore degli

interventi di ricerca e sviluppo nell'ambito del Fondo per la crescita sostenibile.

Allegato
Art. 5
1. I soggetti proponenti possono presentare i progetti, con le modalita' specificate nell'allegato Capitolato

tecnico, a partire dal giorno successivo alla pubblicazione del presente decreto nella Gazzetta Ufficiale della

Repubblica italiana e fino al 30 gennaio 2015.
Il presente decreto sara' trasmesso ai competenti organi di controllo e pubblicato nella Gazzetta Ufficiale

della Repubblica italiana.

Allegato

Roma, 18 novembre 2014

Il Ministro
Guidi

(G.U. n. 3 del 5 gennaio 2015)


STAMPA QUESTA PAGINA
 
 
 

CONVEGNI ED EVENTI

Groups of Companies in the European Company Law - Annullato
Milano, 17 aprile 2020, Università degli Studi di Milano Sala Napoleonica
ore 09:00Sala Napoleonica - Sant'Antoniovia Sant'Antonio, 10/12, 20122 MilanoIl diritto d’impresa nell’Unione ...
I segreti dell’ex cliente (conferimento dell’incarico art 23) aspetto deontologici e disciplinari
Napoli, 21 gennaio 2020, nuovo palazzo di giustizia di Napoli
ore 11,00 - 13,30 - sala MetaforaSaluti istituzionaliAvv. Antonio tafuriPresidente dell’ordine degli ...
XXXIV Convegno annuale dell'Associazione Italiana dei Costituzionalisti
Bergamo, venerdì 15 e sabato 16 novembre 2019
Eguaglianza e discriminazioni nell’epoca contemporaneaPrima sessione: Discriminazioni di genereVenerdì ...
Il rapporto di lavoro dopo il Jobs Act: un mosaico di discipline
Roma, 9-16-23-30 ottobre 2015 e 6-13 novembre 2015, Teatro Manzoni
Venerdì 9 ottobre 2015 “Il contratto a tutele crescenti” Prof. Avv. Arturo MARESCA, Ordinario di Diritto ...
     Tutti i CONVEGNI >

LIBRI ED EBOOK

Diritto penale delle società
L. D. Cerqua, G. Canzio, L. Luparia, Cedam Editore, 2014
L'opera, articolata in due volumi, analizza approfonditamente i profili sostanziali e processuali del ...
Formulario degli atti notarili 2014
A. Avanzini, L. Iberati, A. Lovato, UTET Giuridica, 2014
Il formulario soddisfa le esigenze pratiche del notaio, poiché consente di individuare, mediante una ...
Sicurezza sul lavoro. Responsabilità. Illeciti e Sanzioni
P. Rausei, IPSOA, 2014
Il volume fornisce una analisi puntuale, schematica e sistematica, dell’attuale quadro sanzionatorio ...
Trattato di procedura penale
G. Spangher, G. Dean, A. Scalfati, G. Garuti, L. Filippi, L. Kalb, UTET Giuridica
A vent’anni dall’approvazione del nuovo Codice di Procedura Penale, tra vicende occasionali, riforme ...
     Tutti i LIBRI >