Aggiornato al con n.40616 documenti

HOME  |  PUBBLICITA'  |  REDAZIONE  |  COPYRIGHT  |  FONTI  |  FAQ   

 

 
 

NORMATIVA
Normativa nazionale - Decreti - Governo - D.M.

Indietro
Decreto del Ministero della Economia e delle Finanze 25 gennaio 2016
Ripartizione di spazi finanziari per interventi nel settore delle linee metropolitane.
 
IL MINISTRO DELL'ECONOMIA E DELLE FINANZE

Visto il decreto-legge 25 novembre 2015, n. 185 concernente «Misure urgenti per interventi nel territorio»;
Visto in particolare, il comma 1 dell'art. 11 che prevede per l'anno 2015 l'esclusione dai vincoli del patto di stabilita' interno, per un importo pari a complessivi 50 milioni di euro, dei pagamenti sostenuti dai comuni con risorse proprie in cofinanziamento per interventi relativi a linee metropolitane approvati dal Comitato interministeriale per la programmazione economica nel trasporto (CIPET), ai sensi dell'art. 5, comma 1, della legge 26 febbraio 1992, n. 211, ai fini degli adempimenti di cui all'art. 2, della legge 29 dicembre 1969, n. 1042;
Visto il primo periodo del comma 2 dell'art. 11 che dispone che l'ammontare degli spazi attribuiti a ciascun comune e' determinato con decreto del Ministro dell'economia e delle finanze, in proporzione ai pagamenti effettuati di cui al citato comma 1 dell'art. 11;
Visto il secondo periodo del comma 2 dell'art. 11 che prevede, ai fini della distribuzione dei predetti spazi finanziari di complessivi 50 milioni di euro per l'anno 2015 tra i singoli enti, la comunicazione da parte dei comuni, mediante l'applicativo web del patto di stabilita' interno «https://pattostabilitainterno.tesoro.it», entro il termine perentorio del 3 dicembre 2015, dei pagamenti sostenuti nell'anno 2015 per le finalita' di cui al comma 1 del predetto art. 11;
Viste le comunicazioni pervenute da parte dei comuni di Genova (11.455.330 euro), Milano (660.200 euro), Torino (26.867.957 euro) e Firenze (4.067.679 euro);
Sentito il Ministero delle infrastrutture e dei trasporti che ha comunicato che le citta' interessate alla realizzazione di interventi relativi a linee metropolitane approvati dal Comitato interministeriale per la programmazione economica nel trasporto (CIPET), ai sensi dell'art. 5, comma 1, della legge 26 febbraio 1992, n. 211, sono Genova, Milano, Napoli, Roma e Torino;
Valutato che il comune di Firenze ha in corso la realizzazione di interventi relativi a infrastrutture tranviarie, approvati dal Comitato interministeriale per la programmazione economica nel trasporto (CIPET), ai sensi dell'art. 5, comma 1, della legge 26 febbraio 1992, n. 211, non rientranti negli interventi previsti dal comma 1 dell'art. 11 del decreto-legge 25 novembre 2015, n. 185 «Misure urgenti per interventi nel territorio»;
Vista la nota n. 96556 del 17 dicembre 2015, con la quale il Ministero delle infrastrutture e dei trasporti comunica di non avere osservazioni da formulare sul decreto del Ministro dell'economia e delle finanze concernente la ripartizione degli spazi finanziari per interventi nel settore delle linee metropolitane, di cui all'art. 11 del decreto-legge 25 novembre 2015, n. 185;
Valutato che, sulla base delle comunicazioni ammissibili pervenute entro la predetta data del 3 dicembre 2015, la richiesta di spazi finanziari da parte dei comuni interessati per pagamenti sostenuti con risorse proprie in cofinanziamento per interventi relativi a linee metropolitane approvati dal Comitato interministeriale per la programmazione economica nel trasporto (CIPET), ai sensi dell'art. 5, comma 1, della legge 26 febbraio 1992, n. 211, ai fini degli adempimenti di cui all'art. 2, della legge 29 dicembre 1969, n. 1042, ammonta complessivamente a 38.983.487 euro;
Considerato che la richiesta complessiva di spazi finanziari risulta inferiore agli spazi disponibili;
Ravvisata l'opportunita' di procedere, al fine di dare attuazione all'art. 11 del decreto-legge n. 185 del 2015, all'emanazione del decreto del Ministro dell'economia e delle finanze per la ripartizione degli spazi finanziari di cui alla citata norma;

Decreta:

Art. 1
Ripartizione spazi disponibili
1. Ai comuni che hanno effettuato richiesta di spazi finanziari ai sensi del comma 2 dell'art. 11 del decreto-legge 25 novembre 2015, n. 185, sono attribuiti, nei limiti complessivi di 50 milioni, spazi finanziari per pagamenti sostenuti con risorse proprie in cofinanziamento per interventi relativi a linee metropolitane approvati dal Comitato interministeriale per la programmazione economica nel trasporto (CIPET), ai sensi dell'art. 5, comma 1, della legge 26 febbraio 1992, n. 211, ai fini degli adempimenti di cui all'art. 2, della legge 29 dicembre 1969, n. 1042, in misura pari al 100 per cento delle richieste effettuate.
2. Gli importi degli spazi finanziari di cui al comma 1, attribuiti a ciascun comune, sono indicati nella allegata tabella 1 che costituisce parte integrante del presente decreto.
3. I pagamenti delle suddette spese effettuati nel 2015, nei limiti degli spazi finanziari attribuiti di cui alla tabella 1, sono esclusi dal saldo rilevante ai fini del rispetto del patto di stabilita' interno 2015 degli enti locali interessati e trovano evidenza nel prospetto del monitoraggio del patto di stabilita' interno 2015.
Il presente decreto sara' pubblicato nella Gazzetta Ufficiale della Repubblica italiana.
Roma, 25 gennaio 2016

Il Ministro
Padoan
Tabella 1 - Spazi finanziari
(dati in migliaia di euro)
Spazi finanziari concessi per pagamenti nell'anno 2015 con risorse proprie in cofinanziamento per interventi relativi a linee metropolitane approvati dal CIPET ai sensi dell'art. 5, comma 1, della legge n. 211/1992 ai fini degli| adempimenti di cui all'art. 2 della legge n. 1042/1969
Genova |11.455
Milano |660
Torino |26.868

(Gazzetta Ufficiale n. 30 del 6 febbraio 2016)


STAMPA QUESTA PAGINA
 
 
 

CONVEGNI ED EVENTI

Groups of Companies in the European Company Law - Annullato
Milano, 17 aprile 2020, Università degli Studi di Milano Sala Napoleonica
ore 09:00Sala Napoleonica - Sant'Antoniovia Sant'Antonio, 10/12, 20122 MilanoIl diritto d’impresa nell’Unione ...
I segreti dell’ex cliente (conferimento dell’incarico art 23) aspetto deontologici e disciplinari
Napoli, 21 gennaio 2020, nuovo palazzo di giustizia di Napoli
ore 11,00 - 13,30 - sala MetaforaSaluti istituzionaliAvv. Antonio tafuriPresidente dell’ordine degli ...
XXXIV Convegno annuale dell'Associazione Italiana dei Costituzionalisti
Bergamo, venerdì 15 e sabato 16 novembre 2019
Eguaglianza e discriminazioni nell’epoca contemporaneaPrima sessione: Discriminazioni di genereVenerdì ...
Il rapporto di lavoro dopo il Jobs Act: un mosaico di discipline
Roma, 9-16-23-30 ottobre 2015 e 6-13 novembre 2015, Teatro Manzoni
Venerdì 9 ottobre 2015 “Il contratto a tutele crescenti” Prof. Avv. Arturo MARESCA, Ordinario di Diritto ...
     Tutti i CONVEGNI >

LIBRI ED EBOOK

Atti e procedure della Polizia municipale
E. Fiore, Maggioli Editore, 2014
Il manuale insegna ad individuare le corrette procedure per l'accertamento degli illeciti sia amministrativi ...
Diritto penale delle società
L. D. Cerqua, G. Canzio, L. Luparia, Cedam Editore, 2014
L'opera, articolata in due volumi, analizza approfonditamente i profili sostanziali e processuali del ...
Formulario degli atti notarili 2014
A. Avanzini, L. Iberati, A. Lovato, UTET Giuridica, 2014
Il formulario soddisfa le esigenze pratiche del notaio, poiché consente di individuare, mediante una ...
Trattato di procedura penale
G. Spangher, G. Dean, A. Scalfati, G. Garuti, L. Filippi, L. Kalb, UTET Giuridica
A vent’anni dall’approvazione del nuovo Codice di Procedura Penale, tra vicende occasionali, riforme ...
     Tutti i LIBRI >