Aggiornato al con n.40616 documenti

HOME  |  PUBBLICITA'  |  REDAZIONE  |  COPYRIGHT  |  FONTI  |  FAQ   

 

 
 

NORMATIVA
Normativa nazionale - Decreti - Governo - D.M.

Indietro
Decreto del Ministero della Economia e delle Finanze 16 luglio 2021
Riparto del Fondo per il concorso a titolo definitivo da parte dello Stato al rimborso delle spese sostenute dalle regioni e province autonome nell'anno 2020 per l'acquisto di dispositivi di protezione individuale
 
Riparto del Fondo per il concorso a titolo definitivo da parte dello Stato al rimborso delle spese sostenute dalle regioni e province autonome nell'anno 2020 per l'acquisto di dispositivi di protezione individuale e altri beni sanitari inerenti l'emergenza COVID-19.

Gazzetta Ufficiale n. 218 del 11 settembre 2021

IL MINISTRO DELL'ECONOMIA E DELLE FINANZE

di concerto con

IL MINISTRO DELLA SALUTE

Viste le delibere del Consiglio dei ministri del 31 gennaio 2020, del 29 luglio 2020 e del 7 ottobre 2020, nonche' del 13 gennaio 2021 con le quali e' stato dichiarato e prorogato lo stato di emergenza sul territorio nazionale relativo al rischio sanitario connesso all'insorgenza di patologie derivanti da agenti virali trasmissibili;
Visto l'art. 122 del decreto-legge 17 marzo 2020, n. 18, convertito, con modificazioni dalla legge 24 aprile 2020, n. 27;
Visto l'art. 1, comma 477, della legge 30 dicembre 2020, n. 178;
Visto l'art. 24 del decreto-legge 22 marzo 2021, n. 41, convertito, con modificazioni, dalla legge 21 maggio 2021, n. 69, che dispone che:
1. Nello stato di previsione del Ministero dell'economia e delle finanze e' istituito per l'anno 2021 un Fondo con una dotazione di 1.000 milioni di euro quale concorso a titolo definitivo al rimborso delle spese sostenute dalle regioni e province autonome nell'anno 2020 per l'acquisto di dispositivi di protezione individuale e altri beni sanitari inerenti all'emergenza. Ai relativi oneri pari a 1.000 milioni di euro si provvede ai sensi dell'art. 42;
2. Entro venti giorni dall'entrata in vigore del presente decreto l'importo di cui al comma 1 e' ripartito in favore delle regioni e delle province autonome, secondo modalita' individuate con apposito decreto del Ministro dell'economia e delle finanze, di concerto con il Ministro della salute, previa intesa in sede di Conferenza permanente per i rapporti tra lo Stato, le regioni e le Province autonome di Trento e di Bolzano, anche tenuto conto delle spese effettivamente sostenute dalle singole regioni e province autonome;
3. Il Ministero dell'economia e delle finanze provvede all'erogazione alle regioni e alle province autonome delle relative spettanze. Le somme acquisite dalle regioni e province autonome a valere sul Fondo di cui al comma 1 concorrono alla valutazione dell'equilibrio finanziario per l'anno 2020 dei rispettivi servizi sanitari;
Vista la comunicazione del 26 gennaio 2021 con la quale la struttura del Commissario straordinario per l'attuazione e il coordinamento delle misure di contenimento e contrasto dell'emergenza epidemiologica COVID-19 pro-tempore ha trasmesso le seguenti informazioni inerenti le spese sostenute e rendicontate dalle regioni e province autonome per l'acquisto di dispositivi di protezione individuale e altri beni sanitari inerenti l'emergenza con riferimento all'anno 2020;

Parte di provvedimento in formato grafico

Vista la nota prot. CSEC19RM 001 REG2021 1002305 del 6 aprile 2021, indirizzata al Ministero dell'economia e delle finanze, Dipartimento della Ragioneria generale dello Stato, con la quale il Commissario straordinario per l'attuazione e il coordinamento delle misure di contenimento e contrasto dell'emergenza epidemiologica COVID-19 rappresenta, anche ai fini del riparto del Fondo di cui al comma 2 dell'art. 24 del decreto-legge 22 marzo 2021, n. 41, quanto segue:
1. Il Dipartimento della protezione civile (DPC), in data 8 aprile 2020, aveva trasferito alla precedente struttura commissariale, per le valutazioni di competenza, il dato inerente alle spese sostenute dalle regioni e province autonome per affrontare l'emergenza COVID-19, autorizzate e condizionate alle risorse disponibili e ai fabbisogni soddisfatti;
2. A seguito della successiva analisi condotta dagli uffici del Commissario straordinario pro-tempore, e' stato comunicato nel 2020, alle regioni e alle province autonome interessate, di fornire evidenza contabile delle spese sostenute, nonche' di comunicare le necessarie informazioni riguardo i dispositivi e le attrezzature acquisite, a fronte delle autorizzazioni condizionate concesse. In tale contesto, nelle more della finalizzazione dell'attivita' di rendicontazione, la struttura commissariale ha provveduto all'erogazione di una somma corrispondente al 50% delle spese autorizzate condizionate per un importo complessivo di euro 66.174.950,40;
Vista la nota la nota prot. CSEC19RM 001 REG2021 1008994 del 14 maggio 2021, indirizzata al Ministero dell'economia e delle finanze, Dipartimento della Ragioneria generale dello Stato, con la quale, facendo seguito alla precedente nota del 6 aprile, il direttore operativo della struttura del Commissario straordinario per l'attuazione e il coordinamento delle misure di contenimento e contrasto dell'emergenza epidemiologica COVID-19 inoltra nuovamente lo specchio sinottico delle spese «autorizzate condizionate istruibili» e le relative anticipazioni corrisposte dalla struttura commissariale pro-tempore, tenuto conto del refuso relativo alla quota riferita alla Regione Umbria;
Visto il prospetto riepilogativo allegato alla predetta nota, di seguito riportato, attestante i versamenti a favore delle regioni e province autonome dei predetti euro 66.174.950,40;

Parte di provvedimento in formato grafico

Vista la nota prot. CSEC19RM 001 REG2021 1002980 del 12 aprile 2021 con la quale il Commissario straordinario per l'attuazione e il coordinamento delle misure di contenimento e contrasto dell'emergenza epidemiologica COVID-19 comunica al presidente della Conferenza delle regioni e delle province autonome che, «in relazione a quanto disposto dai commi 1 e 2 dell'art. 24 del decreto-legge 22 marzo 2021, n. 41, ferme restando le somme erogate dalla struttura commissariale pro-tempore a titolo di anticipazione finanziaria corrispondente al 50% delle spese "autorizzate in via condizionata", gia' partecipate al Ministero dell'economia e delle finanze, non sara' necessario inoltrare al predetto Commissario straordinario la documentazione di spesa oggetto di rendicontazione, atteso che non si procedera' a verifica della documentazione prodotta ed al successivo rimborso a conguaglio»;
Ritenuto di dover tener presente, oltre ai trasferimenti gia' eseguiti dalla struttura commissariale pro-tempore, anche le somme acquisite dai bilanci regionali a seguito di quanto disposto dall'art. 1, comma 477, della legge 30 dicembre 2020, n. 178;
Vista la nota del 3 giugno 2021 a firma del presidente della Conferenza delle regioni e delle province autonome con cui e' stata trasmessa al Ministro dell'economia e delle finanze una proposta di riparto relativa ai 1.000 milioni di euro di cui all'art. 24 del decreto-legge n. 41/2021, convertito, con modificazioni dalla legge 21 maggio 2021, n. 69, approvata all'unanimita' dalla Conferenza delle regioni e province autonome;
Ritenuto che non si ravvisano motivi ostativi all'accoglimento della proposta della Conferenza delle regioni e province autonome;
Dato atto che il presente decreto dispone in merito al riparto, anche tenuto conto delle spese effettivamente sostenute dalle singole regioni e province autonome, delle risorse di cui al citato art. 24 del decreto-legge n. 41/2021 relative al concorso al rimborso, a titolo definitivo, da parte dello Stato delle spese sostenute dalle regioni e province autonome;
Vista l'intesa sancita dalla Conferenza permanente per i rapporti tra lo Stato, le regioni e le Province autonome di Trento e di Bolzano, nella seduta del 24 giugno 2021 (rep. atti n. 98/CSR);

Decreta:


Art. 1

Il Fondo di 1.000 milioni di euro di cui all'art. 24, comma 1, del decreto-legge 22 marzo 2021, n. 41, convertito con modificazioni dalla legge 21 maggio 2021, n. 69, costituito per il concorso a titolo definitivo da parte dello Stato al rimborso delle spese sostenute dalle regioni e province autonome nell'anno 2020 per l'acquisto di dispositivi di protezione individuale e altri beni sanitari inerenti l'emergenza, e' ripartito nei termini riportati nella colonna 4 dell'allegato A al presente decreto che ne costituisce parte integrante.

Art. 2

Ai sensi di quanto disposto dall'art. 24, comma 3, del decreto-legge 22 marzo 2021, n. 41, convertito, con modificazioni, dalla legge 21 maggio 2021, n. 69, le somme acquisite dalle regioni e province autonome a valere sul Fondo di cui all'art. 1 concorrono alla valutazione dell'equilibrio finanziario per l'anno 2020 dei rispettivi servizi sanitari.

Art. 3

Il tavolo di verifica degli adempimenti regionali di cui all'art. 12 dell'intesa sancita dalla Conferenza permanente per i rapporti tra lo Stato, le regioni e le Province autonome di Trento e di Bolzano in data 23 marzo 2005 monitora la corretta contabilizzazione del Fondo di cui all'art. 1 ai fini della valutazione dell'equilibrio dell'anno 2020 dei servizi sanitari delle regioni e delle province autonome.
Roma, 16 luglio 2021

Il Ministro dell'economia e delle finanze
Franco
Il Ministro della salute
Speranza

Registrato alla Corte dei conti il 24 agosto 2021 Ufficio di controllo sugli atti del Ministero dell'economia e delle finanze, reg. n. 1236


Allegato A


STAMPA QUESTA PAGINA
 
 
 

CONVEGNI ED EVENTI

Groups of Companies in the European Company Law - Annullato
Milano, 17 aprile 2020, Università degli Studi di Milano Sala Napoleonica
ore 09:00Sala Napoleonica - Sant'Antoniovia Sant'Antonio, 10/12, 20122 MilanoIl diritto d’impresa nell’Unione ...
I segreti dell’ex cliente (conferimento dell’incarico art 23) aspetto deontologici e disciplinari
Napoli, 21 gennaio 2020, nuovo palazzo di giustizia di Napoli
ore 11,00 - 13,30 - sala MetaforaSaluti istituzionaliAvv. Antonio tafuriPresidente dell’ordine degli ...
XXXIV Convegno annuale dell'Associazione Italiana dei Costituzionalisti
Bergamo, venerdì 15 e sabato 16 novembre 2019
Eguaglianza e discriminazioni nell’epoca contemporaneaPrima sessione: Discriminazioni di genereVenerdì ...
Il rapporto di lavoro dopo il Jobs Act: un mosaico di discipline
Roma, 9-16-23-30 ottobre 2015 e 6-13 novembre 2015, Teatro Manzoni
Venerdì 9 ottobre 2015 “Il contratto a tutele crescenti” Prof. Avv. Arturo MARESCA, Ordinario di Diritto ...
     Tutti i CONVEGNI >

LIBRI ED EBOOK

Diritto penale delle società
L. D. Cerqua, G. Canzio, L. Luparia, Cedam Editore, 2014
L'opera, articolata in due volumi, analizza approfonditamente i profili sostanziali e processuali del ...
Trattato di procedura penale
G. Spangher, G. Dean, A. Scalfati, G. Garuti, L. Filippi, L. Kalb, UTET Giuridica
A vent’anni dall’approvazione del nuovo Codice di Procedura Penale, tra vicende occasionali, riforme ...
Formulario degli atti notarili 2014
A. Avanzini, L. Iberati, A. Lovato, UTET Giuridica, 2014
Il formulario soddisfa le esigenze pratiche del notaio, poiché consente di individuare, mediante una ...
Sicurezza sul lavoro. Responsabilità. Illeciti e Sanzioni
P. Rausei, IPSOA, 2014
Il volume fornisce una analisi puntuale, schematica e sistematica, dell’attuale quadro sanzionatorio ...
     Tutti i LIBRI >