Aggiornato al con n.41351 documenti

HOME  |  PUBBLICITA'  |  REDAZIONE  |  COPYRIGHT  |  FONTI  |  FAQ   

 

 
 

NORMATIVA
Normativa nazionale - Decreti - Enti locali e servizi pubblici - D.M.

Indietro
Decreto del Ministero dell'Interno 18 novembre 2016
Modalita' di recupero del contributo alla finanza pubblica a carico delle province e citta' metropolitane, di cui all'articolo 1, comma 150-bis, della legge 7 aprile 2014, n. 56.
 
Gazzetta Ufficiale n. 283 del 3 dicembre 2016

IL CAPO DIPARTIMENTO
per gli affari interni e territoriali del Ministero dell'interno
di concerto con
IL RAGIONIERE GENERALE DELLO STATO
del Ministero dell'economia e delle finanze

Visto l'art. 1, comma 150-bis, della legge 7 aprile 2014, n. 56, il quale prevede che, in considerazione delle misure recate dalla stessa legge, le province e le citta' metropolitane assicurano un contributo alla finanza pubblica pari a 100 milioni di euro per l'anno 2014, a 60 milioni di euro per l'anno 2015 e al 69 milioni di euro a decorrere dall'anno 2016 e che le relative modalita' di riparto sono stabilite con decreto del Ministero dell'interno di concerto con il Ministero dell'economia e delle finanze;
Visto il successivo comma 150-ter dell'art. 1 della richiamata legge n. 56 del 2014, il quale prevede che il decreto del Presidente del Consiglio dei ministri di cui al comma 92 della stessa legge, a seguito del trasferimento delle risorse finanziarie, umane, strumentali e organizzative connesse all'esercizio delle funzioni che devono essere trasferite tra le province, citta' metropolitane e gli altri enti territoriali interessati, stabilisce altresi' le modalita' di recupero delle somme di cui al comma 150-bis del medesimo art. 1;
Visto il decreto del Presidente del Consiglio dei ministri del 26 settembre 2014, recante criteri per l'individuazione dei beni e delle risorse finanziarie, umane strumentali e organizzative connesse con l'esercizio delle funzioni provinciali, il quale, all'art. 3, comma 7, stabilisce che al recupero delle somme di cui al comma 150-bis dell'art. 1 della legge n. 56 del 2014 si provvede con modalita' stabilite con decreto del Ministero dell'interno di concerto con il Ministero dell'economia e delle finanze, da emanarsi successivamente alla ricognizione di cui all'art. 2 dello stesso decreto del Presidente del Consiglio dei ministri;
Visto il decreto del Ministero dell'interno del 16 settembre 2014, pubblicato nella Gazzetta Ufficiale n. 221 del 23 settembre 2014, con il quale e' stato determinato il riparto del contributo alla finanza pubblica, a carico delle province e delle citta' metropolitane, di cui al citato art. 1, comma 150-bis, della legge n. 56 del 2014, pari a 100 milioni di euro per l'anno 2014;
Visto il decreto del Ministero dell'interno del 29 maggio 2015, pubblicato nella Gazzetta Ufficiale n. 128 del 5 giugno 2015, con il quale e' stato determinato il riparto del contributo alla finanza pubblica, a carico delle province e delle citta' metropolitane, di cui al citato art. 1, comma 150-bis, della legge n. 56 del 2014, pari a 60 milioni di euro per l'anno 2015;
Visto il decreto del Ministero dell'interno del 1° giugno 2016, pubblicato nella Gazzetta Ufficiale n. 136 del 13 giugno 2016, con il quale e' stato determinato il riparto del contributo alla finanza pubblica, a carico delle province e delle citta' metropolitane, di cui all'art. 1, comma 150-bis della legge n. 56 del 2014, pari a 69 milioni di euro a decorrere dall'anno 2016;
Considerato che, ai sensi dell'art. 1, comma 150-ter, della legge n. 56 del 2014, occorre procedere alla determinazione delle modalita' di recupero delle somme poste a carico delle province e delle citta' metropolitane per gli anni 2014, 2015, 2016 e successivi, come ripartite con i richiamati decreti ministeriali;
Considerato che l'art. 2 del citato decreto del Presidente del Consiglio dei ministri 26 settembre 2014 prevedeva la ricognizione, da parte delle province, dei beni e delle risorse connesse a tutte le funzioni, fondamentali e non, alla data di entrata in vigore della legge n. 56 del 2014, quale attivita' propedeutica alla riallocazione delle funzioni e delle risorse delle province;
Visto l'art. 7, comma 9-quinquies, del decreto-legge 19 giugno 2015, n. 78, introdotto dalla legge di conversione 6 agosto 2015, n. 125;
Visto l'art. 1, commi 765 e 766, della legge 28 dicembre 2015, n. 208;
Ritenuto, conseguentemente, di poter provvedere all'emanazione del presente decreto;

Decreta:

Articolo unico
Modalita' di recupero del contributo alla finanza pubblica a carico delle province e citta' metropolitane di cui all'art. 1, comma 150-bis, della legge n. 56 del 2014
1. Gli importi del contributo alla finanza pubblica di cui all'art. 1, comma 150-bis della legge 7 aprile 2014, n. 56, posti a carico di ciascuna provincia e citta' metropolitana delle regioni a statuto ordinario e gia' determinati, per l'anno 2014, con decreto del Ministero dell'interno del 16 settembre 2014, per l'anno 2015, con decreto del Ministero dell'interno del 29 maggio 2015, per l'anno 2016 e a decorrere dal 2017, con decreto del Ministero dell'interno del 1° giugno 2016, sono riportati nel prospetto riepilogativo di cui all'allegato A al presente decreto.
2. Gli importi del contributo alla finanza pubblica di cui al comma 1 dovuti per gli anni 2014, 2015 e 2016 dovranno essere versati entro il termine del 10 novembre 2016 sul capitolo di entrata del bilancio dello Stato, di capo X, n. 3465, art. 3, denominato «Rimborsi e concorsi diversi dovuti dalle province», riportando nella causale la dicitura «contributo art. 1, comma 150-bis, legge 56/2014, anno/i .....». Gli importi dovuti per gli anni 2017 e successivi dovranno essere versati con le medesime modalita' entro il termine del 31 maggio di ciascun anno.
3. In caso di mancato versamento da parte di ciascuna provincia o citta' metropolitana degli importi posti a carico entro i termini indicati al comma 2, sulla base delle informazioni fornite dal Ministero dell'economia e delle finanze, il Ministero dell'interno comunica all'Agenzia delle entrate le somme da recuperare nei confronti degli enti inadempienti. L'agenzia delle entrate, attraverso la struttura di gestione di cui all'art. 22, comma 3, del decreto legislativo 9 luglio 1997, n. 241, provvede al recupero delle predette somme nei confronti delle province e delle citta' metropolitane interessate a valere sui versamenti dell' imposta sulle assicurazioni contro la responsabilita' civile derivante dalla circolazione dei veicoli a motore, esclusi i ciclomotori, di cui all'art. 60 del decreto legislativo 15 novembre 2007, n. 446, riscossa tramite F24, all'atto del riversamento del relativo gettito alle medesime province e citta' metropolitane.
Il presente decreto sara' pubblicato nella Gazzetta Ufficiale della Repubblica italiana.
Roma, 18 novembre 2016

Il Capo Dipartimento per gli affari interni e territoriali del Ministero dell'interno Belgiorno
Il Ragioniere generale dello Stato del Ministero dell'economia e delle finanze
Franco
Allegato A
Prospetto riepilogativo del contributo alla finanza pubblica a carico delle province e citta' metropolitane delle regioni a statuto ordinario di cui all'articolo 1, comma 150-bis, della legge 7 aprile
2014, n. 56

Parte di provvedimento in formato PDF qui


STAMPA QUESTA PAGINA
 
 
 

CONVEGNI ED EVENTI

IL DUBBIO RAZIONALE E LA SUA PROGRESSIVA SCOMPARSA NEL GIUDIZIO PENALE
Roma, 11 luglio 2022, in diretta facebook
11 luglio 2022in diretta facebookIntervengono:Avv. Antonino Galletti, Presidente del Consiglio dell'Ordine ...
FORMAZIONE INTEGRATIVA IN MATERIA DI DIRITTO DELLE RELAZIONI FAMILIARI
Milano, giovedì 15, 22, 29 settembre e 6 ottobre 2022, piattaforma Zoom meeting
4 incontrigiovedì 15, 22, 29 settembre e 6 ottobre 2022 dalle 14.30 alle 18.30 su piattaforma ZoomDestinatariMediatori ...
XXXVI CONVEGNO ANNUALE DELL'ASSOCIAZIONE ITALIANA DEI COSTITUZIONALISTI “LINGUA LINGUAGGI DIRITTI”
Messina e Taormina, giovedì 27, venerdì 28 e sabato 29 ottobre 2022
giovedì 27, venerdì 28 e sabato 29 ottobre 2022Università degli Studi di Messina, Aula Magna Rettorato, ...
LA FORMAZIONE DELL’AVVOCATO DEI GENITORI NEI PROCEDIMENTI MINORILI E DI FAMIGLIA
Napoli, 13 Ottobre 2022, Sala “A. Metafora”
Webinar su piattaforma CISCO WEBEX del Consiglio dell’Ordine degli Avvocati di Napoliore 15.00 - 18.00Giovedì ...
     Tutti i CONVEGNI >

LIBRI ED EBOOK

Diritto penale delle società
L. D. Cerqua, G. Canzio, L. Luparia, Cedam Editore, 2014
L'opera, articolata in due volumi, analizza approfonditamente i profili sostanziali e processuali del ...
Trattato di procedura penale
G. Spangher, G. Dean, A. Scalfati, G. Garuti, L. Filippi, L. Kalb, UTET Giuridica
A vent’anni dall’approvazione del nuovo Codice di Procedura Penale, tra vicende occasionali, riforme ...
Guida pratica al Processo Telematico aggiornata al D.L. n. 90/2014
P. Della Costanza, N. Gargano, Giuffrè Editore, 2014
Piano dell'opera- La digitalizzazione dell’avvocatura oltre l’obbligatorietà- Cos’è il processo telematico- ...
Formulario degli atti notarili 2014
A. Avanzini, L. Iberati, A. Lovato, UTET Giuridica, 2014
Il formulario soddisfa le esigenze pratiche del notaio, poiché consente di individuare, mediante una ...
     Tutti i LIBRI >