Aggiornato al con n.41351 documenti

HOME  |  PUBBLICITA'  |  REDAZIONE  |  COPYRIGHT  |  FONTI  |  FAQ   

 

 
 

NORMATIVA
Normativa nazionale - Decreti - Enti locali e servizi pubblici - D.M.

Indietro
Decreto del Ministero dell'Interno 15 giugno 2012
Modalita' relative alle certificazioni concernenti il rendiconto al bilancio 2011 delle amministrazioni provinciali dei comuni, delle comunita' montane e delle unioni di comuni.
 

IL DIRETTORE CENTRALE della finanza locale

Visto l'art. 161, comma 1 del testo unico della legge sull'ordinamento degli enti locali, approvato con il decreto legislativo 18 agosto 2000, n. 267, in base al quale gli enti locali redigono apposita certificazione sui principali dati del rendiconto al bilancio, con modalita' da fissarsi con decreto del Ministro dell'interno, d'intesa con l'Associazione nazionale dei comuni italiani (A.N.C.I.), e l'Unione delle province d'Italia (U.P.I.);
Visto il comma 2 del medesimo articolo, in base al quale le modalita' della certificazione sono stabilite tre mesi prima della scadenza di ogni adempimento, con decreto del Ministro dell'interno;
Visto il decreto legislativo 14 marzo 2011, n. 23 e il decreto legislativo 8 maggio 2011, n. 68 concernenti rispettivamente disposizioni in tema di federalismo fiscale di comuni e di regioni e province;
Visto il decreto-legge 6 dicembre 2011, n. 201, convertito, con modificazioni, dalla legge 22 dicembre 2011, n. 214;
Ritenuta la necessita' di fissare modalita' e termini di compilazione e presentazione del certificato relativo al rendiconto di bilancio dell'anno 2011;
Considerato che per le esigenze di coordinamento statistico ed informativo dei dati dell'amministrazione statale con quelli degli enti locali si richiede l'acquisizione delle certificazioni contabili anche da parte degli enti locali della regione Friuli-Venezia Giulia, della regione Valle d'Aosta e delle province autonome di Trento e Bolzano, nelle quali vige e viene adottata una disciplina autonoma in materia di contabilita' e bilanci degli enti locali;
Visto il decreto del Ministro dell'interno del 24 settembre 2009, pubblicato nella Gazzetta Ufficiale n. 238 del 13 ottobre 2009, il quale determina le modalita' per la definizione dei parametri obiettivi ai fini dell'individuazione degli enti in condizione strutturalmente deficitaria per il triennio 2010-2012;
Viste le circolari F.L. 4/2010, F.L. 9/2010 e n. 14/2010 nelle quali sono riportate alcune note esplicative per la compilazione della tabella per l'individuazione degli enti locali in condizione trutturalmente deficitarie;
Visto il comma 2 dell'art. 19-bis introdotto dalla legge n. 166 del 2009 di conversione del decreto-legge n. 135 del 2009, il quale prevede che a decorrere dall'esercizio 2008 e fino a tutto l'anno 2011 le certificazioni concernenti il rendiconto al bilancio degli enti locali recano anche le sezioni riguardanti il ricalcolo delle spese per funzioni e le esternalizzazioni dei servizi;
Tenuto conto delle risultanze dei lavori effettuati in sede di Gruppo di lavoro «Bilanci delle regioni e degli enti locali», costituito con decreto 18 marzo 2009 del Ministero dell'economia e delle finanze - Dipartimento della ragioneria generale dello Stato;
Visto il decreto legislativo 30 marzo 2001, n. 165 e successive modificazioni, recante norme generali sull'ordinamento del lavoro alle dipendenze delle amministrazioni pubbliche;
Ritenuto, pertanto, che l'atto da adottare nella forma del decreto in esame consiste nella approvazione di un modello di certificato i cui contenuti hanno natura prettamente gestionale;
Considerata l'esigenza di acquisire i dati contabili con maggiore celerita', anche per consentire all'Istat di effettuare e trasmettere all'Ufficio statistico dell'Unione europea (Eurostat), alle scadenze richieste, le analisi e le elaborazioni su alcuni dati finanziari che sono richieste annualmente in applicazione del Regolamento (CE) n. 479 del 25 maggio 2009;
Sentite l'Associazione nazionale dei comuni italiani, e l'Unione delle province d'Italia che hanno espresso parere favorevole sull'articolazione e il contenuto del certificato;
Vista la comunicazione della regione Valle d'Aosta con la quale la stessa regione ha indicato le sezioni (quadri) del certificato che gli enti della stessa regione sono tenuti a compilare, rimanendo facoltativa la compilazione degli altri quadri contabili;
Considerata che tale tipo di trasmissione, estesa a tutti gli enti locali, consente peraltro di dare completa applicazione alle disposizioni di cui all'art. 27 del decreto-legge n. 112 del 2008, convertito, con modificazioni, dalla legge n. 133 del 2008, concernenti la riduzione dell'utilizzo della carta;

Decreta:


Art. 1
Approvazione modelli di certificazione, soggetti tenuti agli adempimenti e termini per la trasmissione

1. Sono approvati i modelli di certificato del rendiconto di bilancio 2011, allegati al presente decreto, che gli enti locali sono tenuti a predisporre e trasmettere entro il 10 ottobre 2012.
2. I comuni e le comunita' montane della regione Valle d'Aosta sono tenuti a compilare e trasmettere esclusivamente le sezioni (quadri) del certificato di cui all'Allegato tecnico al presente decreto.


Art. 2
Trasmissione dei certificati tramite posta elettronica certificata

1. La trasmissione del certificato dovra' avvenire, per tutti gli enti locali, esclusivamente tramite posta elettronica certificata e firma digitale dei sottoscrittori.
2. Ai fini della predisposizione del certificato non e' piu' richiesta l'omologazione ministeriale del software, fermo restando l'esigenza di attenersi accuratamente a tutte le indicazioni e istruzioni previste nel presente decreto.


Art. 3
Istruzioni per la trasmissione

1. Gli enti locali utilizzeranno le credenziali informatiche (userid e password) gia' richieste e ricevute in occasione della trasmissione delle precedenti certificazioni di bilancio ai fini dell'autenticazione all'apposito sistema tramite il sito della finanza locale www.finanzalocale.interno.it/ser/tbel_intro.html
2. Gli enti locali trasmetteranno tramite posta elettronica certificata, entro il 10 ottobre 2012, direttamente alla Direzione centrale della finanza locale all'indirizzo di posta elettronica finanzalocale.prot@pec.interno.it:
il file contenente i dati del certificato firmato digitalmente in formato xml;
il file, sempre in formato xml, concernente le informazioni riguardanti il tipo di certificato (certificato preventivo o certificato al rendiconto), l'anno di riferimento dello stesso, nonche' i dati identificativi dei soggetti referenti per la trasmissione del certificato, individuati nel Segretario dell'ente e/o nel Responsabile del servizio finanziario.
3. Dopo l'avvenuta trasmissione, gli enti riceveranno comunicazione circa il buon esito della stessa o l'eventuale messaggio di errore sulla stessa casella di posta elettronica certificata, per cui la sola ricevuta di invio della certificazione tramite posta elettronica certificata non e' sufficiente ad assolvere l'adempimento.


Art. 4
Adempimenti circa la trasmissione delle certificazioni, specifiche tecniche e prescrizioni a carattere generale

1. I dati finanziari delle certificazioni devono essere espressi in euro e vanno riportati con doppio «zero» dopo la virgola e l'arrotondamento dell'ultima unita' e' effettuato per eccesso, qualora la prima cifra decimale sia superiore o uguale a cinque e per difetto, qualora la prima cifra decimale sia inferiore a cinque.


Art. 5
Sottoscrizione della certificazione

1. Il Segretario, il responsabile del servizio finanziario, nonche' l'organo di revisione economico- finanziaria provvederanno a sottoscrivere la certificazione con firma digitale.


Art. 6
Divulgazione dei dati

1. I dati delle certificazioni del rendiconto di bilancio per l'anno 2011 verranno divulgati sulle pagine del sito internet della Direzione centrale della finanza locale www.finanzalocale.interno.it Il presente decreto sara' pubblicato nella Gazzetta Ufficiale della Repubblica italiana.
Roma, 15 giugno 2012
Il direttore centrale: Verde
Allegato
ALLEGATO TECNICO PER I COMUNI E LE COMUNITA' MONTANE DELLA VALLE D'AOSTA
Parte di provvedimento in formato grafico
Allegato
Certificato relativo al rendiconto al bilancio 2011 delle amministrazioni provinciali (Predisposto secondo le norme contenute nel D.P.R. 31 gennaio 1996, n. 194).
Parte di provvedimento in formato grafico
Allegato
Certificato relativo al rendiconto al bilancio 2011 dei comuni e delle unioni di comuni (Predisposto secondo le norme contenute nel D.P.R. 31 gennaio 1996, n. 194).
Parte di provvedimento in formato grafico
Allegato
Certificato relativo al rendiconto al bilancio 2011 delle comunita' montane (Predisposto secondo le norme contenute nel D.P.R. 31 gennaio 1996, n. 194).
Parte di provvedimento in formato grafico



STAMPA QUESTA PAGINA
 
 
 

CONVEGNI ED EVENTI

IL DUBBIO RAZIONALE E LA SUA PROGRESSIVA SCOMPARSA NEL GIUDIZIO PENALE
Roma, 11 luglio 2022, in diretta facebook
11 luglio 2022in diretta facebookIntervengono:Avv. Antonino Galletti, Presidente del Consiglio dell'Ordine ...
FORMAZIONE INTEGRATIVA IN MATERIA DI DIRITTO DELLE RELAZIONI FAMILIARI
Milano, giovedì 15, 22, 29 settembre e 6 ottobre 2022, piattaforma Zoom meeting
4 incontrigiovedì 15, 22, 29 settembre e 6 ottobre 2022 dalle 14.30 alle 18.30 su piattaforma ZoomDestinatariMediatori ...
XXXVI CONVEGNO ANNUALE DELL'ASSOCIAZIONE ITALIANA DEI COSTITUZIONALISTI “LINGUA LINGUAGGI DIRITTI”
Messina e Taormina, giovedì 27, venerdì 28 e sabato 29 ottobre 2022
giovedì 27, venerdì 28 e sabato 29 ottobre 2022Università degli Studi di Messina, Aula Magna Rettorato, ...
LA FORMAZIONE DELL’AVVOCATO DEI GENITORI NEI PROCEDIMENTI MINORILI E DI FAMIGLIA
Napoli, 13 Ottobre 2022, Sala “A. Metafora”
Webinar su piattaforma CISCO WEBEX del Consiglio dell’Ordine degli Avvocati di Napoliore 15.00 - 18.00Giovedì ...
     Tutti i CONVEGNI >

LIBRI ED EBOOK

Diritto penale delle società
L. D. Cerqua, G. Canzio, L. Luparia, Cedam Editore, 2014
L'opera, articolata in due volumi, analizza approfonditamente i profili sostanziali e processuali del ...
Formulario degli atti notarili 2014
A. Avanzini, L. Iberati, A. Lovato, UTET Giuridica, 2014
Il formulario soddisfa le esigenze pratiche del notaio, poiché consente di individuare, mediante una ...
Sicurezza sul lavoro. Responsabilità. Illeciti e Sanzioni
P. Rausei, IPSOA, 2014
Il volume fornisce una analisi puntuale, schematica e sistematica, dell’attuale quadro sanzionatorio ...
Trattato di procedura penale
G. Spangher, G. Dean, A. Scalfati, G. Garuti, L. Filippi, L. Kalb, UTET Giuridica
A vent’anni dall’approvazione del nuovo Codice di Procedura Penale, tra vicende occasionali, riforme ...
     Tutti i LIBRI >