Aggiornato al con n.39906 documenti

HOME  |  PUBBLICITA'  |  REDAZIONE  |  COPYRIGHT  |  FONTI  |  FAQ   

 

 
 

NORMATIVA
Normativa nazionale - Circolari - Governo

Indietro
Circolare del Ministero dello Sviluppo Economico 27 dicembre 2013, n. 3755
Avviso pubblico per la selezione e il finanziamento di contratti di sviluppo per la realizzazione di iniziative di logistica industriale nel Polo Logistico Intermodale di Gioia Tauro
 
Alle imprese interessate
Alla Regione Calabria
Al Consorzio per lo sviluppo industriale della provincia di Reggio Calabria
All'Agenzia nazionale per l'attrazione degli investimenti e lo sviluppo d'impresa S.p.a. - Invitalia

1. Finalita'
1.1 Il Ministero dello sviluppo economico (nel seguito "Ministero"), la Regione Calabria, il Consorzio per lo sviluppo industriale della provincia di Reggio Calabria e l'Agenzia nazionale per l'attrazione degli investimenti e lo sviluppo d'impresa S.p.a. Invitalia (nel seguito "Invitalia"), con il presente avviso promuovono la realizzazione, nell'ambito del Polo Logistico Intermodale di Gioia Tauro, di programmi di sviluppo nel settore della logistica industriale, caratterizzati da un elevato grado di innovativita' tecnologica. A tal fine le parti hanno sottoscritto un Protocollo di intesa atto a garantire un effettivo coordinamento e una stretta collaborazione operativa per favorire la realizzazione degli investimenti.
1.2 I programmi sono realizzati applicando la normativa relativa ai "Contratti di sviluppo" e precisamente:
- decreto del Ministro dello sviluppo economico, di concerto con il Ministro dell'economia .e delle finanze, il Ministro delle politiche agricole, alimentari e forestali, il Ministro per la semplificazione normativa e il Ministro per il turismo, del 24 settembre 2010, pubblicato nel S.O. alla Gazzetta Ufficiale della Repubblica italiana n. 300 del 24 dicembre 2010, di seguito indicato come "DM 24/09/2010";
- decreto del Ministro dello sviluppo economico 11 maggio 2011 recante gli indirizzi operativi per l'attuazione del decreto ministeriale 24/09/2010, di seguito indicato come "DM 11/05/2011";
- circolare del Ministro dello sviluppo economico n. 21364 del 16 giugno 2011, pubblicata nella Gazzetta Ufficiale della Repubblica italiana n. 174 del 28 luglio 2011, di seguito indicata come "Circolare 16/06/2011 n. 21364";
- circolare del Ministro dello sviluppo economico n. 11345 del 29 marzo 2013, pubblicata nella Gazzetta Ufficiale della Repubblica italiana n. 85 dell'11 aprile 2013, di seguito indicata come "Circolare 29/03/2013 n. 11345".
1.3 I programmi di sviluppo debbono essere composti da uno o piu' progetti di investimento, come individuati nel Titolo II del decreto ministeriale 24/09/2010.
1.4 Per quanto non espressamente disciplinato dal presente avviso si rinvia alla normativa citata al punto 1.2.
1.5 Il presente avviso e' emanato in attuazione dell'Accordo di Programma Quadro "Polo Logistico Intermodale di Gioia Tauro", sottoscritto il 28 settembre 2010 e, in particolare, dell'intervento MS/01 - "Sistema di incentivi per le imprese del Polo Logistico Intermodale di Gioia Tauro", in complementarieta' con l'intervento AP/02 "Sistema di incentivi per le imprese del Polo Logistico Intermodale di Gioia Tauro (Contratti di investimento)", finanziato a valere sul Programma Operativo Regionale Calabria FESR 2007-2013, linea di intervento 7.1.5.1 "Contratti di investimento per la creazione o il potenziamento di reti/cluster di imprese nei settori strategici dell'economia regionale".
2. Localizzazione
2.1 Per l'accesso ai benefici del presente avviso pubblico, i programmi di sviluppo debbono essere localizzati all'interno delle aree dell'agglomerato industriale di Gioia Tauro-Rosarno-San Ferdinando, individuate dal "Piano degli interventi infrastrutturali per lo sviluppo della II Zona industriale e delle Aree consortili del Consorzio per lo sviluppo industriale della provincia di Reggio Calabria" elaborato dal Consorzio per lo sviluppo industriale della provincia di Reggio Calabria. Nell'allegato n. l alla presente circolare e' riportato l'elenco dei lotti attualmente disponibili. L'assegnazione provvisoria, da parte del Consorzio per lo sviluppo industriale della provincia di Reggio Calabria, del lotto o dei lotti individuati per la localizzazione costituisce requisito di ammissibilita' delle istanze di accesso alla procedura di negoziazione.
3. Caratteristiche delle proposte di investimento e settori di attivita' ammissibili
3.1 Il presente avviso e' finalizzato a selezionare programmi di sviluppo di attivita' di logistica industriale, costituti da uno o piu' progetti di investimento aventi carattere innovativo e ad elevato valore aggiunto, che favoriscano la diversificazione della gamma dei servizi offerti nel Polo Logistico Intermodale di Gioia Tauro, quali, in via esemplificativa e non esaustiva:
- magazzinaggio, anche con la catena del freddo; gestione delle giacenze; raccolta/eliminazione dei prodotti scaduti, gestione dei resi, movimentazione e gestione dei vuoti;
-gestione/preparazione degli ordini e spedizione; ottimizzazione dei carichi per il trasporto interno; pianificazione della distribuzione e del trasporto del prodotto finito; - gestione informatica e pratiche doganali; controlli quantitativi e qualitativi;
- lavorazioni accessorie legate al ciclo logistico (confezionamento, etichettatura, prezzatura, codice a barre).
3.2 Sono ammessi i programmi di sviluppo inerenti alle attivita' individuate come ammissibili dal citato decreto ministeriale 24/09/2010 nell'ambito delle sezioni H ed N della classificazione delle attivita' economiche ATECO 2007, riepilogate nell'allegato n. 2.
3.3 Non sono ammissibili alle agevolazioni i progetti di ricerca industriale e prevalente sviluppo sperimentale.
3.4 L'importo complessivo delle spese e dei costi ammissibili degli investimenti oggetto del contratto di sviluppo, con esclusione del costo di opere infrastrutturali, se previste, deve essere inferiore a euro 50.000.000,00.
4. Risorse finanziarie disponibili
4.1 L'ammontare complessivo delle risorse per la concessione delle agevolazioni di cui al presente avviso e' pari a euro 25.000.000,00 (venticinquemilioni), a valere sull'Asse prioritario II, Obiettivo operativo 4.2.1.1 "Rafforzamento del sistema produttivo", Azione 1 "Interventi finalizzati al riposizionamento competitivo del sistema produttivo" del Programma Operativo Nazionale "Ricerca e competitivita'" FESR 2007-2013 (nel seguito "PON R & C") e sulle risorse del Piano di Azione Coesione di competenza del Ministero, Direzione generale per l'incentivazione delle attivita' imprenditoriali, di cui alla delibera CIPE n. 113/2012. Tali risorse si intendono al lordo degli oneri relativi alla gestione degli interventi.
5. Agevolazioni concedibili
5.1 Le agevolazioni sono concesse nella forma di contributo in conto impianti e finanziamento agevolato, anche combinate tra loro, nel rispetto dei limiti delle intensita' massime di aiuto previste dalla disciplina comunitaria vigente. In riferimento alle attivita' ammissibili di cui alla sezione H della classificazione delle attivita' economiche ATECO 2007 ricomprese nell'allegato n. 2, le intensita' massime di aiuto sono quelle previste per le imprese di grande dimensione, indipendentemente dalla dimensione effettiva dell'impresa beneficiaria.
6. Modalita' e termini di presentazione dell'istanza di accesso alla procedura di negoziazione
6.1 L'istanza di accesso alla procedura di negoziazione a valere sul presente avviso e' trasmessa a Invitalia, soggetto gestore delle agevolazioni, secondo le modalita' indicate all'art. 7 del decreto ministeriale 24/09/2010. Il modello per la presentazione dell'istanza e' disponibile nei siti internet del Ministero (www.mise.gov.it) e di Invitalia (www.invitalia.it).
6.2 Le istanze di accesso alla procedura di negoziazione possono essere presentate dal 1° al 45° giorno successivo a quello di pubblicazione nella Gazzetta Ufficiale della Repubblica italiana del presente avviso.
7. Criteri di valutazione e termini per le attivita' istruttorie
7.1 Le istanze di accesso presentate entro il termine di cui al punto 6.2 sono valutate, ai fini della formazione della graduatoria di cui al punto 7.3, secondo quanto disposto dai decreto ministeriale 24/09/2010 e 11/05/2011 e dalle Circolari 16/06/2011 n. 21364 e 29/03/2013 n. 11345, nonche' in conformita' ai "Criteri di selezione delle operazioni" del PON R & C, Asse prioritario II "Sostegno all'innovazione", Obiettivo operativo 4.2.1.1 "Rafforzamento del sistema produttivo", Azione 1 "Interventi finalizzati al riposizionamento competitivo del sistema produttivo".
7.2 Ai fini della formazione della graduatoria di cui al punto 7.3, alle istanze di accesso che avranno soddisfatto i requisiti di ammissibilita' di cui al punto 7.1 sono applicati i criteri di valutazione riportati nell'allegato n. 3. In considerazione del prioritario utilizzo delle risorse comunitarie del PON R & C, e' attribuito un punteggio specifico per i programmi di investimento per i quali e' prevista l'ultimazione degli investimenti e la rendicontazione delle relative spese entro il 31 luglio 2015. In caso di parita' di punteggio complessivo, ai fini della formazione della graduatoria si terra' conto dell'ordine cronologico di presentazione delle istanze.
7.3 Al termine delle attivita' di valutazione di cui ai punti 7.1 e 7.2, e comunque entro 30 giornidalla data ultima di presentazione delle istanze, Invitalia forma la graduatoria dei programmi di sviluppo ammissibili. La graduatoria e' pubblicata nei siti istituzionali di Invitalia e del Ministero. Invitalia avvia la fase di negoziazione e istruttoria delle istanze sulla base della graduatoria formulata e fino all'esaurimento delle risorse disponibili.
7.4 Le attivita' di negoziazione e istruttoria sono concluse da Invitalia inderogabilmente entro 90 giorni dalla pubblicazione della graduatoria di cui al punto 7.3.
8. Informazione e pubblicita'
8.1 I soggetti beneficiari devono evidenziare, in tutte le forme di pubblicizzazione del programma e dei relativi progetti, che essi sono realizzati con il concorso di risorse FESR dell'Unione europea, in applicazione del Regolamento (CE) n. 1083/2006 (art. 69) e del Regolamento (CE) n. 1828/2006.
8.2 A norma dell'art. 6 del Regolamento (CE) n. 1828/2006, i soggetti beneficiari delle agevolazioni accettano di essere inseriti nell'"Elenco dei beneficiari, delle denominazioni delle operazioni e dell'importo del finanziamento pubblico destinato alle operazioni", che e' pubblicato in forma elettronica o in altra forma dall'Autorita' di gestione del PON R & C. Ai sensi dell'art. 8 del medesimo regolamento, i soggetti beneficiari sono tenuti a informare il pubblico circa la sovvenzione ottenuta, attraverso l'esposizione di una apposita targa informativa, secondo le modalita' che il Ministero o Invitalia indicheranno con apposita comunicazione.
9. Conservazione della documentazione
9.1 I soggetti beneficiari sono tenuti alla predisposizione di un sistema di contabilita' separata o di una codificazione contabile adeguata per tutte le transazioni relative ai progetti cofinanziati.
9.2 I soggetti beneficiari sono obbligati a conservare la documentazione originale di spesa per un periodo di 10 anni a decorrere dalla data di pagamento del saldo.
10. Ispezioni e controlli
10.1 I soggetti beneficiari sono tenuti ad acconsentire e a favorire lo svolgimento di tutti i controlli disposti, oltre che da Invitalia e dal Ministero, anche da competenti organismi statali, dalla Commissione europea e da altri organi dell'Unione europea competenti in materia, anche mediante ispezioni e sopralluoghi, al fine di verificare lo stato di avanzamento dei programmi e le condizioni per il mantenimento delle agevolazioni in relazione a quanto stabilito, in particolare, dagli articoli 60, 61 e 62 del Regolamento (CE) n. 1083/2006, nonche' dagli articoli 13 e 16 del Regolamento (CE) n. 1828/2006.
11. Stabilita' delle operazioni
11.1 Ai fini della conservazione delle condizioni di ammissibilita' e pena la revoca del contributo concesso, i soggetti beneficiari sono tenuti a mantenere in essere l'investimento presso l'unita' operativa oggetto di agevolazione per un periodo minimo di 5 anni dopo il suo completamento in caso di grandi imprese, e per un periodo minimo di 3 anni dopo il suo completamento in caso di piccole e medie imprese, fatta salva la possibilita' di sostituzione degli investimenti realizzati con altri beni strumentali di valore congruo e aventi analoga finalizzazione produttiva.

Roma, 27 dicembre 2013

Il Ministro
Zanonato
Allegato 1
Parte di provvedimento in formato PDF al link:

Allegato 2
Parte di provvedimento in formato PDF al link:

Allegato 3
Parte di provvedimento in formato PDF al link:

(G.U.n. 17 del 22 gennaio 2014)


STAMPA QUESTA PAGINA
 
 
 

CONVEGNI ED EVENTI

Groups of Companies in the European Company Law - Annullato
Milano, 17 aprile 2020, Università degli Studi di Milano Sala Napoleonica
ore 09:00Sala Napoleonica - Sant'Antoniovia Sant'Antonio, 10/12, 20122 MilanoIl diritto d’impresa nell’Unione ...
I segreti dell’ex cliente (conferimento dell’incarico art 23) aspetto deontologici e disciplinari
Napoli, 21 gennaio 2020, nuovo palazzo di giustizia di Napoli
ore 11,00 - 13,30 - sala MetaforaSaluti istituzionaliAvv. Antonio tafuriPresidente dell’ordine degli ...
XXXIV Convegno annuale dell'Associazione Italiana dei Costituzionalisti
Bergamo, venerdì 15 e sabato 16 novembre 2019
Eguaglianza e discriminazioni nell’epoca contemporaneaPrima sessione: Discriminazioni di genereVenerdì ...
Il rapporto di lavoro dopo il Jobs Act: un mosaico di discipline
Roma, 9-16-23-30 ottobre 2015 e 6-13 novembre 2015, Teatro Manzoni
Venerdì 9 ottobre 2015 “Il contratto a tutele crescenti” Prof. Avv. Arturo MARESCA, Ordinario di Diritto ...
     Tutti i CONVEGNI >

LIBRI ED EBOOK

Diritto penale delle società
L. D. Cerqua, G. Canzio, L. Luparia, Cedam Editore, 2014
L'opera, articolata in due volumi, analizza approfonditamente i profili sostanziali e processuali del ...
Trattato di procedura penale
G. Spangher, G. Dean, A. Scalfati, G. Garuti, L. Filippi, L. Kalb, UTET Giuridica
A vent’anni dall’approvazione del nuovo Codice di Procedura Penale, tra vicende occasionali, riforme ...
Formulario degli atti notarili 2014
A. Avanzini, L. Iberati, A. Lovato, UTET Giuridica, 2014
Il formulario soddisfa le esigenze pratiche del notaio, poiché consente di individuare, mediante una ...
Sicurezza sul lavoro. Responsabilità. Illeciti e Sanzioni
P. Rausei, IPSOA, 2014
Il volume fornisce una analisi puntuale, schematica e sistematica, dell’attuale quadro sanzionatorio ...
     Tutti i LIBRI >