Aggiornato al con n.40068 documenti

HOME  |  PUBBLICITA'  |  REDAZIONE  |  COPYRIGHT  |  FONTI  |  FAQ   

 

 
 

NORMATIVA
Normativa regionale - Molise

Indietro
Legge regionale 9 gennaio 2004, n. 1
Legge finanziaria regionale 2004
 
Il Consiglio regionale ha approvato

IL PRESIDENTE DELLA GIUNTA

Promulga la seguente legge

Art. l
(Disposizioni in materia di entrate)

1. I tributi regionali iscritti nel titolo I° delle entrate sono determinati per l'esercizio finanziario 2004 in Euro 343.106,00. Per gli anni 2005 e 2006 gli stessi sono rispettivamente quantificati in Euro 342.599,00 e in Euro 343968,00.

Art. 2
( Agevolazioni in materia di imposta regionale sulle attività produttive - IRAP)

1. Per l'anno di imposta 2004, in attuazione della facoltà di cui all'art. 7 della legge regionale 30 dicembre 2002, n. 45 (Disposizioni in materia di Imposta regionale sulle attività produttive - IRAP), ed in forza dell'art. 16, comma 3 del decreto legislativo n. 446/1997, è disposta la riduzione dell'aliquota dell'imposta regionale sulle attività produttive per alcuni settori di attività e categorie di soggetti passivi, limitatamente al valore della produzione netta prodotto nella Regione Molise.
2. L'aliquota dell'Irap per i soggetti passivi dell'imposta di cui all'art. 3 del decreto legislativo n. 446/1997, è determinata nella misura del 3,25%, limitatamente al valore della produzione netta riferibile al territorio dei Comuni della provincia di Campobasso maggiormente danneggiati dal sisma del 31 ottobre 2002, individuati con decreto del Presidente della Giunta regionale n. 167 del 30 dicembre 2002. Qualora l'attività sia esercitata nel territorio di più Comuni, il valore della produzione netta si considera prodotto nel territorio dei Comuni danneggiati proporzionalmente all'ammontare delle retribuzioni spettanti al personale, a qualunque titolo utilizzato, compresi i redditi assimilati, i compensi ai collaboratori coordinati e continuativi e gli utili agli associati in partecipazione.
3. L'aliquota dell'Irap per le nuove imprese costituitesi, in qualsiasi forma giuridica, nel territorio regionale nel corso degli anni 2003 e 2004, è determinata nella misura del 3,25%.
4. Per le imprese giovanili di cui all'art. 5, comma 1 del decreto legislativo n. 185 del 21 aprile 2000 e le imprese individuali il cui titolare ha età non superiore a 35 anni, l'aliquota dell'Irap è determinata nella misura del 3,25%.
5. L'aliquota dell'Irap per le imprese femminili in possesso dei requisiti di cui all'articolo 2, lett. a) della legge 25 febbraio 1992 n. 215, è determinata nella misura del 3,25%.
6. Per le organizzazioni non lucrative di utilità sociale, incluse quelle considerate tali di diritto, ai sensi dell'art. 10, comma 8 del decreto legislativo n. 460/1997, quali le associazioni di volontariato, di cui alla legge n. 266/1991, iscritte nei registri regionali e le organizzazioni non governative riconosciute ai sensi della legge n. 49/1987, l'aliquota dell'Irap è determinata nella misura minima del 3,25%.
7. L'aliquota dell'Irap per le Società sportive dilettantistiche operanti senza fine di lucro è determinata nella misura del 3,25%.
8. È determinata nella misura del 3,25% l'aliquota dell'Irap per le imprese, sotto qualsiasi forma costituite, limitatamente al valore della produzione netta riferibile al territorio dei Comuni montani, intendendosi per tali, ai fini in rassegna, quelli con rilievo altimetrico superiore a 750 mt. sul livello del mare. Qualora l'attività sia esercitata nel territorio di più Comuni, il valore della produzione netta si considera prodotto nel territorio dei Comuni montani proporzionalmente all'ammontare delle retribuzioni spettanti al personale a qualunque titolo utilizzato, compresi i redditi assimilati, i compensi ai collaboratori coordinati e continuativi e gli utili agli associati in partecipazione.
9. Nel rispetto della facoltà concessa dall'art. 21 del decreto legislativo n. 460/1997 (Riordino della disciplina tributaria degli enti non commerciali e delle organizzazioni non lucrative di utilità sociale), è disposta l'esenzione totale dall'Irap per le Onlus che abbiano per oggetto principale dell'attività istituzionale l'assistenza agli anziani non auto sufficienti e/o ai disabili. Tale disciplina si applica, altresì, alle cooperative sociali, di cui all'art. 1, lett. b) della legge 8 novembre 1991 n. 381, il cui scopo consiste nell'inserimento lavorativo delle persone svantaggiate, espressamente elencate nell'art. 4 della stessa legge.
10. L'aliquota ridotta non si applica qualora il minor onere tributario ecceda per importo e condizioni i limiti consentiti dalla normativa comunitaria in materia di aiuti "de minimis".

Art. 3
(Disposizioni in materia di patrimonio)

1, Per l'acquisto o la costruzione della sede delle istituzioni regionali, da attuarsi anche attraverso il ricorso ad operazioni di Project financing, è autorizzata la iscrizione di Euro 5.400.000,00 nella competenza e nella cassa della U.P.B. n. 193 "Amministrazione beni demaniali e patrimoniali" dello stato di previsione della spesa del bilancio regionale per l'esercizio finanziario 2004.

Art. 4
(Rifinanziamenti)

1. È autorizzato per l'esercizio finanziario 2004 il rifinanziamento delle leggi regionali di spesa relative a diversi settori di intervento esaurite, per quanto concerne la loro validità finanziaria, per gli importi determinati nella misura indicata nella tabella "A" allegata alla presente legge.

2. Per gli esercizi 2005 e 2006 la copertura finanziaria è assicurata dagli stanziamenti iscritti nel bilancio pluriennale.

Art. 5
(Disposizioni concernenti la spesa regionale finanziata con il ricorso all'indebitamento anno 2003)

1. È autorizzata la reiscrizione nella competenza e nella cassa dello stato di previsione della spesa del bilancio regionale per l'esercizio finanziario 2004 delle somme iscritte in bilancio regionale 2003 finanziate con il ricorso all'emissione di prestiti obbligazionari e non impegnate entro il termine dell'esercizio.
2. È autorizzato l'utilizzo delle somme di cui al punto 1 del presente articolo secondo la tabella n. 7 allegata al bilancio di previsione annuale per l'esercizio finanziario 2004 che sostituisce la tabella n. 7 allegata alla legge regionale 2 dicembre 2003, n. 35: "Assestamento del bilancio di previsione della Regione Molise per l'esercizio finanziario 2003".

Art. 6
(Modifica della legge regionale 24 marzo 2000, n. 19)

1. Il comma 5 dell'art. 11 della legge regionale 24 marzo 2000, n. 19: "Norme integrative della disciplina in materia di trasporto pubblico locale" è soppresso.

Art. 7
(Pubblicazione)

1. La presente legge entra in vigore il giorno della sua pubblicazione sul Bollettino Ufficiale della Regione Molise.
2. È fatto obbligo a chiunque spetti di osservarla e di farla osservare come legge della Regione Molise.


STAMPA QUESTA PAGINA
 
 
 

CONVEGNI ED EVENTI

Groups of Companies in the European Company Law - Annullato
Milano, 17 aprile 2020, Università degli Studi di Milano Sala Napoleonica
ore 09:00Sala Napoleonica - Sant'Antoniovia Sant'Antonio, 10/12, 20122 MilanoIl diritto d’impresa nell’Unione ...
I segreti dell’ex cliente (conferimento dell’incarico art 23) aspetto deontologici e disciplinari
Napoli, 21 gennaio 2020, nuovo palazzo di giustizia di Napoli
ore 11,00 - 13,30 - sala MetaforaSaluti istituzionaliAvv. Antonio tafuriPresidente dell’ordine degli ...
XXXIV Convegno annuale dell'Associazione Italiana dei Costituzionalisti
Bergamo, venerdì 15 e sabato 16 novembre 2019
Eguaglianza e discriminazioni nell’epoca contemporaneaPrima sessione: Discriminazioni di genereVenerdì ...
Il rapporto di lavoro dopo il Jobs Act: un mosaico di discipline
Roma, 9-16-23-30 ottobre 2015 e 6-13 novembre 2015, Teatro Manzoni
Venerdì 9 ottobre 2015 “Il contratto a tutele crescenti” Prof. Avv. Arturo MARESCA, Ordinario di Diritto ...
     Tutti i CONVEGNI >

LIBRI ED EBOOK

Diritto penale delle società
L. D. Cerqua, G. Canzio, L. Luparia, Cedam Editore, 2014
L'opera, articolata in due volumi, analizza approfonditamente i profili sostanziali e processuali del ...
Formulario degli atti notarili 2014
A. Avanzini, L. Iberati, A. Lovato, UTET Giuridica, 2014
Il formulario soddisfa le esigenze pratiche del notaio, poiché consente di individuare, mediante una ...
Guida pratica al Processo Telematico aggiornata al D.L. n. 90/2014
P. Della Costanza, N. Gargano, Giuffrè Editore, 2014
Piano dell'opera- La digitalizzazione dell’avvocatura oltre l’obbligatorietà- Cos’è il processo telematico- ...
Trattato di procedura penale
G. Spangher, G. Dean, A. Scalfati, G. Garuti, L. Filippi, L. Kalb, UTET Giuridica
A vent’anni dall’approvazione del nuovo Codice di Procedura Penale, tra vicende occasionali, riforme ...
     Tutti i LIBRI >