Aggiornato al con n.41078 documenti

HOME  |  PUBBLICITA'  |  REDAZIONE  |  COPYRIGHT  |  FONTI  |  FAQ   

 

 
 

NORMATIVA
Normativa regionale - Sicilia

Indietro
Legge regionale 6 febbraio 2008, n. 2
Bilancio di previsione della Regione siciliana per l’anno finanziario 2008 e bilancio pluriennale per il triennio 2008 - 2010
 
L'Assemblea regionale ha approvato

IL PRESIDENTE DELLA REGIONE

promulga la seguente legge

ARTICOLO 1
Stato di previsione dell’entrata

1. L’ammontare delle entrate che si prevede di accertare, riscuotere e versare nelle casse della Regione per l’anno finanziario 2008 in forza di leggi, decreti, regolamenti e di ogni altro titolo, risulta dall’annesso stato di previsione dell’entrata (tabella A).

ARTICOLO 2
Stato di previsione della spesa

1. Sono autorizzati, nei limiti imposti dal raggiungimento degli obiettivi stabiliti per il rispetto del Patto di stabilità sottoscritto dalla Regione ai sensi del comma 660 dell’articolo 1 della legge 27 dicembre 2006, n. 296, l’impegno ed il pagamento delle spese della Regione per l’anno finanziario 2008, in conformità dello stato di previsione della spesa annesso alla presente legge (Tabella B).

ARTICOLO 3
Elenchi

1. Sono considerate spese obbligatorie e d’ordine, per gli effetti di cui all’articolo 7 della legge 5 agosto 1978, n. 468 e successive modifiche ed integrazioni, quelle descritte nell’elenco n. 1 annesso allo stato di previsione della spesa.
2. Le spese per le quali può esercitarsi da parte del Presidente della Regione la facoltà di cui all’articolo 9, secondo comma, della legge 5 agosto 1978, n. 468 e successive modifiche ed integrazioni, sono descritte nell’elenco n. 2 annesso allo stato di previsione della spesa.
3. I capitoli di spesa a favore dei quali è data facoltà al Presidente della Regione di iscrivere somme con decreti da emanare in applicazione dell’articolo 12, primo comma, della legge 5 agosto 1978, n. 468 e successive modifiche ed integrazioni, sono quelli descritti nell’elenco n. 3 annesso allo stato di previsione della spesa.
4. I capitoli di spesa a favore dei quali è data facoltà all’Assessore regionale per il bilancio e le finanze di iscrivere somme con decreti da emanare in applicazione dell’articolo 12, secondo comma, della legge 5 agosto 1978, n. 468 e successive modifiche ed integrazioni, sono quelli descritti nell’elenco n. 4 annesso allo stato di previsione della spesa.

ARTICOLO 4
Oneri del personale

1. Gli oneri da destinare alla contrattazione collettiva regionale di lavoro per il biennio
economico 2006-2007, comprensivi degli oneri sociali e dell’I.R.A.P. a carico dell’Amministrazione regionale, per il personale della Regione con qualifica dirigenziale a tempo indeterminato e determinato quantificati con il comma 1 dell’articolo 4 della legge regionale 8 febbraio 2007, n. 3, sono incrementati per l’anno 2007 di 1.670 migliaia di euro; i medesimi oneri, per il triennio 2008-2010, sono determinati in 11.953 migliaia di euro annui, ferme restando le disposizioni dell’articolo 13, comma 4, della legge regionale 15 maggio 2000, n. 10, che trovano applicazione a decorrere dalla data di definizione della contrattazione per il biennio 2008/2009.
2. Gli oneri da destinare alla contrattazione collettiva regionale di lavoro per il biennio
economico 2006-2007, comprensivi degli oneri sociali e dell’I.R.A.P. a carico dell’Amministrazione regionale, per il personale della Regione con qualifica non dirigenziale, a tempo indeterminato e determinato, quantificati con il comma 2 dell’articolo 4 della legge regionale 8 febbraio 2007, n. 3 sono incrementati per l’anno 2007 di 4.768 migliaia di euro; i medesimi oneri, per il triennio 2008-2010, sono determinati in 36.094 migliaia di euro annui.
3. Gli oneri a carico del bilancio regionale da destinare alla contrattazione collettiva regionale di lavoro per il personale con qualifica dirigenziale degli enti regionali, di cui all’articolo 1 della legge regionale 15 maggio 2000, n. 10, in relazione al biennio economico 2006-2007, sono rideterminati per l’anno 2007 in 687 migliaia di euro e per il triennio 2008-2010 in 687 migliaia di euro annui; gli oneri a carico del bilancio regionale da destinare alla contrattazione collettiva regionale di lavoro per il personale con qualifica non dirigenziale dei medesimi enti regionali, in relazione al biennio economico 2006-2007, sono rideterminati per l’anno 2007 in 2.416 migliaia di euro e per il triennio 2008-2010 in 2.416 migliaia di euro annui.

ARTICOLO 5
Ripartizione territoriale delle spese in conto capitale

1. Ai fini dell’applicazione dell’articolo 4, primo comma, n. 4, della legge regionale 29 dicembre 1962, n. 28 e successive modifiche ed integrazioni, entro trenta giorni dalla data di entrata in vigore della presente legge, gli assessori regionali, ciascuno per la parte di propria competenza, presentano alla Giunta regionale le proposte di ripartizione territoriale dei fondi stanziati per le spese in conto capitale dello stato di previsione della spesa del bilancio regionale e relativa appendice per l’anno finanziario 2007, con riferimento agli indici demografici, di disoccupazione, di emigrazione e di reddito medio pro-capite.
2. Gli assessori regionali, entro sessanta giorni dall’approvazione della delibera di ripartizione da parte della Giunta regionale, determinano la spesa delle unità previsionali di base concernenti opere pubbliche per un importo pari almeno all’80 per cento dello stanziamento.
3. Copia della delibera di ripartizione territoriale dei fondi è trasmessa alla Commissione Bilancio dell’Assemblea regionale entro il termine di dieci giorni dalla sua adozione.

ARTICOLO 6
Totale generale del bilancio annuale

1. E’ approvato in 24.875.250 migliaia di euro in termini di competenza ed in 19.314.053 migliaia di euro in termini di cassa, il totale generale dell’entrata ed il totale generale della spesa del
bilancio della Regione per l’anno finanziario 2008.

ARTICOLO 7
Allegati

1. Per l’anno finanziario 2008 le unità previsionali di base e le funzioni-obiettivo sono
individuate, rispettivamente, negli allegati n. 1 e n. 2 alla presente legge.

ARTICOLO 8
Bilancio pluriennale

1. E’ approvato in 54.310.736 migliaia di euro il totale generale dell’entrata ed il totale generale della spesa del bilancio pluriennale della Regione per il triennio 2008-2010, nelle risultanze di cui alle tabelle ‘C’ e ‘D’ allegate alla presente legge.
2. Al bilancio pluriennale è annesso l’elenco n. 5 relativo agli oneri a carico del triennio
2008-2010 per far fronte a nuovi provvedimenti legislativi.

ARTICOLO 9
Quadri

1. Sono approvati il quadro generale riassuntivo del bilancio della Regione per l’anno finanziario 2008 e per il triennio 2008-2010, in termini di competenza, con i relativi allegati, e il quadro delle previsioni di cassa per l’anno 2008.

ARTICOLO 10
Azienda delle foreste demaniali

1. E’ allegato in appendice al bilancio della Regione il bilancio dell’Azienda delle foreste
demaniali della Regione siciliana per l’anno finanziario 2008 e per il triennio 2008-2010.

ARTICOLO 11
Entrata in vigore

1. La presente legge sarà pubblicata nella Gazzetta ufficiale della Regione siciliana ed entrerà in vigore il giorno stesso della sua pubblicazione, con effetto dal primo gennaio 2008.
2. E’ fatto obbligo a chiunque spetti di osservarla e di farla osservare come legge della Regione.

ALLEGATO 1
Bilancio di previsione della Regione siciliana per l'anno finanziario 2008 e bilancio pluriennale per il triennio 2008 - 2010

ATTI ALLEGATI
LEGGE 6 febbraio 2008, n. 2.
Bilancio di previsione della Regione siciliana per l’anno finanziario 2008 e bilancio pluriennale per il triennio 2008-2010Allegato 1: unità previsionali di base
Allegato 2: funzioni obiettivo
Quadro generale riassuntivo del bilancio di competenzaQuadro delle previsioni di cassa per l’anno 2008Allegati al quadro generale riassuntivo:
Allegato n. 1: ripartizione per amministrazione e funzioni obiettivoAllegato n. 2: classificazione delle spese per amministrazione e analisi economica
Allegato n. 3: risorse a destinazione vincolata

BILANCIO DI PREVISIONE PER L’ANNO FINANZIARIO 2008
Stato di previsione dell’entrata per unità previsionali di base (Tab. A)
Riassunti tabella A - entrata
Stato di previsione della spesa per unità previsionali di base (Tab. B)
Riassunti tabella B - spesaElenco n. 1: Spese obbligatorie e d’ordine iscritte nello stato di previsione della spesa ai sensi dell’art. 7 della legge 5 agosto 1978, n. 468Elenco n. 2: Spese per le quali può esercitarsi da parte del Presidente della Regione, su proposta dell’Assessore regionale per il bilancio e le finanze, la facoltà di cui all’art. 9, secondo comma, della legge 5 agosto 1978, n. 468Elenco n. 3:
Capitoli per i quali è concessa al Presidente della Regione, su proposta dell’Assessore per il bilancio e le finanze e sentita la Giunta regionale, la facoltà di cui all’art. 12, primo comma, della legge 5 agosto 1978, n. 468
Elenco n. 4: Capitoli per i quali è concessa all’Assessore regionale per il bilancio e le finanze la facoltà di cui all’art. 12, secondo comma, della legge 5 agosto 1978, n. 468
Elenco n. 5: Fondi occorrenti per far fronte ad oneri dipendenti da nuovi provvedimenti legislativi

BILANCIO PLURIENNALE PER IL TRIENNIO 2008-2010
Stato di previsione dell’entrata per unità previsionali di base (Tab. C)
Stato di previsione della spesa per unità previsionali di base (Tab. D)
Appendice: Bilancio di previsione dell’Azienda delle foreste demaniali della Regione siciliana per l’anno finanziario 2008 e per il triennio 2008-2010


STAMPA QUESTA PAGINA
 
 
 

CONVEGNI ED EVENTI

IL DUBBIO RAZIONALE E LA SUA PROGRESSIVA SCOMPARSA NEL GIUDIZIO PENALE
Roma, 11 luglio 2022, in diretta facebook
11 luglio 2022in diretta facebookIntervengono:Avv. Antonino Galletti, Presidente del Consiglio dell'Ordine ...
FORMAZIONE INTEGRATIVA IN MATERIA DI DIRITTO DELLE RELAZIONI FAMILIARI
Milano, giovedì 15, 22, 29 settembre e 6 ottobre 2022, piattaforma Zoom meeting
4 incontrigiovedì 15, 22, 29 settembre e 6 ottobre 2022 dalle 14.30 alle 18.30 su piattaforma ZoomDestinatariMediatori ...
XXXVI CONVEGNO ANNUALE DELL'ASSOCIAZIONE ITALIANA DEI COSTITUZIONALISTI “LINGUA LINGUAGGI DIRITTI”
Messina e Taormina, giovedì 27, venerdì 28 e sabato 29 ottobre 2022
giovedì 27, venerdì 28 e sabato 29 ottobre 2022Università degli Studi di Messina, Aula Magna Rettorato, ...
LA FORMAZIONE DELL’AVVOCATO DEI GENITORI NEI PROCEDIMENTI MINORILI E DI FAMIGLIA
Napoli, 13 Ottobre 2022, Sala “A. Metafora”
Webinar su piattaforma CISCO WEBEX del Consiglio dell’Ordine degli Avvocati di Napoliore 15.00 - 18.00Giovedì ...
     Tutti i CONVEGNI >

LIBRI ED EBOOK

Formulario degli atti notarili 2014
A. Avanzini, L. Iberati, A. Lovato, UTET Giuridica, 2014
Il formulario soddisfa le esigenze pratiche del notaio, poiché consente di individuare, mediante una ...
Trattato di procedura penale
G. Spangher, G. Dean, A. Scalfati, G. Garuti, L. Filippi, L. Kalb, UTET Giuridica
A vent’anni dall’approvazione del nuovo Codice di Procedura Penale, tra vicende occasionali, riforme ...
Atti e procedure della Polizia municipale
E. Fiore, Maggioli Editore, 2014
Il manuale insegna ad individuare le corrette procedure per l'accertamento degli illeciti sia amministrativi ...
Diritto penale delle società
L. D. Cerqua, G. Canzio, L. Luparia, Cedam Editore, 2014
L'opera, articolata in due volumi, analizza approfonditamente i profili sostanziali e processuali del ...
     Tutti i LIBRI >