Aggiornato al con n.41351 documenti

HOME  |  PUBBLICITA'  |  REDAZIONE  |  COPYRIGHT  |  FONTI  |  FAQ   

 

 
 

NORMATIVA
Normativa regionale - Valle d'Aosta

Indietro
Legge regionale 28 febbraio 2008, n. 2
Nuove disposizioni per l’erogazione dell’indennità di residenza per disagiato servizio a favore di titolari di farmacie rurali.
 

Il Consiglio regionale ha approvato
IL PRESIDENTE DELLA GIUNTA REGIONALE


Promulga la seguente legge


ARTICOLO 1
(Finalità ed oggetto)


1. La presente legge definisce le modalità di erogazione dell’indennità di residenza per disagiato servizio a favore dei titolari, direttori responsabili o gestori provvisori di farmacie rurali e di dispensari farmaceutici, come definiti dalla legge 8 marzo 1968, n. 221 (Provvidenze a favore dei farmacisti rurali), al fine di assicurare sull’intero territorio regionale l’assistenza farmaceutica a tutela della salute della collettività.


ARTICOLO 2
(Destinatari)


1. L’indennità di residenza per disagiato servizio, prevista dalla l. 221/1968 a favore dei
titolari, direttori responsabili o gestori provvisori di farmacie rurali ubicate nel territorio
regionale, è così determinata:
a) in una quota fissa di euro 1.000 erogata a tutti i titolari, direttori responsabili o gestori
provvisori di farmacie rurali;
b) in una quota variabile, in relazione al fatturato annuo del Servizio sanitario nazionale (SSN) al netto dell’IVA riguardante tutte le prestazioni con onere a carico del SSN, incluse le prestazioni di assistenza integrativa, protesica e a regolamentazione regionale, pari ad euro:
1) 7.500, in caso di fatturato annuo del SSN inferiore ad euro 200.000;
2) 5.500, in caso di fatturato annuo del SSN da euro 200.001 ad euro 300.000;
3) 3.500, in caso di fatturato annuo del SSN da euro 300.001 ad euro 400.000;
4) 1.500, in caso di fatturato annuo del SSN da euro 400.001 ad euro 500.000.
2. Al farmacista cui è affidato un dispensario farmaceutico è concessa un’indennità di gestione pari ad euro 1.200, ridotta del 50 per cento nel caso in cui il dispensario sia ubicato in locali messi gratuitamente a disposizione dai Comuni o dalle Comunità montane.
3. Ai Comuni e alle Comunità montane che gestiscono, singolarmente o in forma associata, farmacie rurali sono concesse le provvidenze di cui ai commi 1 e 2, nella misura e alle stesse condizioni previste per i titolari di farmacie private.


ARTICOLO 3
(Modalità di erogazione)


1. Le provvidenze di cui all’articolo 2 sono corrisposte dall’Azienda regionale Unità sanitaria locale (USL) della Valle d’Aosta unicamente ai titolari, direttori responsabili e gestori provvisori di farmacie rurali e di dispensari farmaceutici che sono risultati regolarmente aperti al pubblico per tutto l’anno solare cui le indennità si riferiscono. Le provvidenze sono erogate proporzionalmente ai mesi di effettivo funzionamento della farmacia o del dispensario farmaceutico.
2. Per ottenere l’indennità di cui all’articolo 2, comma 1, lettera b) gli interessati devono
inoltrare domanda all’Azienda USL, entro il 31 marzo di ogni anno, corredata della dichiarazione del Comune interessato attestante che la farmacia o il dispensario farmaceutico sono stati regolarmente aperti al pubblico per tutto l’anno, salvo i periodi di chiusura previsti dalla legge regionale 6 novembre 2006, n. 23 (Nuova disciplina del servizio farmaceutico.
Abrogazione della legge regionale 2 aprile 1986, n. 13), ovvero i periodi di apertura.
3. Gli uffici competenti dell’Azienda USL, al fine di definire l’ammontare dell’indennità da
erogare, accertano il fatturato annuo del SSN al netto dell’IVA riguardante tutte le prestazioni con onere a carico del SSN, incluse le prestazioni di assistenza integrativa, protesica e a regolamentazione regionale.
4. L’Azienda USL provvede ad aggiornare annualmente gli importi di cui all’articolo 2 sulla base della variazione dell’indice dei prezzi al consumo per le famiglie di operai e impiegati accertata dall’Istituto nazionale di statistica (ISTAT) e rilevata al 31 dicembre dell’anno precedente alla data della richiesta.
5. Le provvidenze di cui all’articolo 2 sono concesse con atto del direttore generale dell’Azienda USL entro il 31 maggio di ogni anno, previo parere della commissione di cui all’articolo 43, comma secondo, della legge regionale 25 ottobre 1982, n. 70 (Esercizio delle funzioni in materia di igiene e sanità pubblica, di medicina legale, di vigilanza sulle farmacie ed assistenza farmaceutica).


ARTICOLO 4
(Disposizioni finanziarie)


1. Gli oneri derivanti dall’applicazione della presente legge sono a carico dell’Azienda USL che vi provvede tramite i finanziamenti ad essa annualmente trasferiti per il funzionamento del Servizio sanitario regionale.


ARTICOLO 5
(Abrogazioni)


1. La legge regionale 31 maggio 1983, n. 40 (Nuove norme concernenti l’indennità di residenza per disagiato servizio a favore di titolari di farmacie rurali), è abrogata.
2. E’, inoltre, abrogata la lettera f) del comma uno dell’articolo 43 della l.r. 70/1982.


ARTICOLO 6
(Disposizioni transitorie)


1. In sede di prima applicazione, il termine per la presentazione della domanda di cui all’articolo 3, comma 2, è fissato al 30 aprile, mentre quello per la concessione delle provvidenze di cui al comma 5 del medesimo articolo è fissato al 30 giugno.


ARTICOLO 7
(Dichiarazione d’urgenza)


1. La presente legge è dichiarata urgente ai sensi dell’articolo 31, comma terzo, dello Statuto speciale della Valle d’Aosta ed entrerà in vigore il giorno successivo a quello della sua
pubblicazione nel Bollettino ufficiale della Regione.
È fatto obbligo a chiunque spetti di osservarla e di farla osservare come legge della Regione autonoma Valle d’Aosta.
Aosta, 28 febbraio 2008.
Il Presidente
CAVERI



STAMPA QUESTA PAGINA
 
 
 

CONVEGNI ED EVENTI

IL DUBBIO RAZIONALE E LA SUA PROGRESSIVA SCOMPARSA NEL GIUDIZIO PENALE
Roma, 11 luglio 2022, in diretta facebook
11 luglio 2022in diretta facebookIntervengono:Avv. Antonino Galletti, Presidente del Consiglio dell'Ordine ...
FORMAZIONE INTEGRATIVA IN MATERIA DI DIRITTO DELLE RELAZIONI FAMILIARI
Milano, giovedì 15, 22, 29 settembre e 6 ottobre 2022, piattaforma Zoom meeting
4 incontrigiovedì 15, 22, 29 settembre e 6 ottobre 2022 dalle 14.30 alle 18.30 su piattaforma ZoomDestinatariMediatori ...
XXXVI CONVEGNO ANNUALE DELL'ASSOCIAZIONE ITALIANA DEI COSTITUZIONALISTI “LINGUA LINGUAGGI DIRITTI”
Messina e Taormina, giovedì 27, venerdì 28 e sabato 29 ottobre 2022
giovedì 27, venerdì 28 e sabato 29 ottobre 2022Università degli Studi di Messina, Aula Magna Rettorato, ...
LA FORMAZIONE DELL’AVVOCATO DEI GENITORI NEI PROCEDIMENTI MINORILI E DI FAMIGLIA
Napoli, 13 Ottobre 2022, Sala “A. Metafora”
Webinar su piattaforma CISCO WEBEX del Consiglio dell’Ordine degli Avvocati di Napoliore 15.00 - 18.00Giovedì ...
     Tutti i CONVEGNI >

LIBRI ED EBOOK

Diritto penale delle società
L. D. Cerqua, G. Canzio, L. Luparia, Cedam Editore, 2014
L'opera, articolata in due volumi, analizza approfonditamente i profili sostanziali e processuali del ...
Trattato di procedura penale
G. Spangher, G. Dean, A. Scalfati, G. Garuti, L. Filippi, L. Kalb, UTET Giuridica
A vent’anni dall’approvazione del nuovo Codice di Procedura Penale, tra vicende occasionali, riforme ...
Guida pratica al Processo Telematico aggiornata al D.L. n. 90/2014
P. Della Costanza, N. Gargano, Giuffrè Editore, 2014
Piano dell'opera- La digitalizzazione dell’avvocatura oltre l’obbligatorietà- Cos’è il processo telematico- ...
Sicurezza sul lavoro. Responsabilità. Illeciti e Sanzioni
P. Rausei, IPSOA, 2014
Il volume fornisce una analisi puntuale, schematica e sistematica, dell’attuale quadro sanzionatorio ...
     Tutti i LIBRI >