Decreto del Ministero della giustizia 9 novembre 2011
Variazione della misura dell'indennita' di trasferta spettante agli ufficiali giudiziari
 

IL CAPO DEL DIPARTIMENTO DELL'ORGANIZZAZIONE GIUDIZIARIA, DEL PERSONALE E DEI SERVIZI DEL MINISTERO DELLA GIUSTIZIA
di concerto con
IL RAGIONIERE GENERALE DELLO STATO DEL MINISTERO DELL'ECONOMIA E DELLE FINANZE

Visto l'art. 20, punto 3 del D.P.R. del 30 maggio 2002 n. 115, relativo al Testo Unico delle discipline legislative e regolamentari in materia di spese di giustizia, il quale prevede che con decreto dirigenziale del Ministero della Giustizia, di concerto con il Ministero dell'Economia e delle Finanze, si provveda all'adeguamento dell'indennita' di trasferta degli ufficiali giudiziari, in base alla variazione dell'indice dei prezzi al consumo per le famiglie di operai e di impiegati, accertata dall'Istituto Nazionale di Statistica e verificatasi nell'ultimo triennio;
Visti gli artt. 133 e 142 del D.P.R. 15/12/1959 n. 1229 e successive modificazioni;
Visti gli artt. 26 e 35 del D.P.R. 30 maggio 2002 n. 115;
Considerato che l'adeguamento previsto dal succitato art.20, punto;
3 del D.P.R. del 30 maggio 2002 n.l 15, calcolato in relazione alla variazione percentuale dei prezzi al consumo per le famiglie dioperai e impiegati verificatasi nel triennio 1 luglio 2008 - 30 giugno 2011, e' pari a + 4,0;
Visto il Decreto Interdirigenziale del 27 settembre 2010, relativoall'ultima variazione dell'indennita' di trasferta per gli ufficiali giudiziari;
Decreta:
Art. 1
1. L'indennita' di trasferta dovuta all'ufficiale giudiziario per il viaggio di andata e ritorno e' stabilita nella seguente misura:
a) fino a 6 chilometri 1,8;
b) fino a 12 chilometri 3,28;
c) fino a 18 chilometri 4,53;
d) oltre i 18 chilometri, per ogni percorso di 6 chilometri o frazione superiore a 3 chilometri di percorso successivo, nella misura di cui alla lett. c), aumentata di 0,96.
2. L'indennita' di trasferta dovuta all'ufficiale giudiziario, per il viaggio di andata e ritorno per ogni atto in materia penale, compresa la maggiorazione per l'urgenza e' cosi' corrisposta:
a) fino a 10 chilometri 0,48;
b) oltre i 10 chilometri fino a 20 chilometri 1,21;
c) oltre i 20 chilometri 1,8.


Art. 2
Il presente decreto entra in vigore il primo giorno del mese successivo alla sua pubblicazione nella Gazzetta Ufficiale della Repubblica Italiana.
Roma, 9 novembre 2011
Il capo Dipartimento dell'organizzazione giudiziaria, del personale e dei servizi del Ministero della giustizia
Birritteri
Il ragioniere generale dello Stato del Ministero dell'economia e delle finanze
Canzio