Decreto del Ministero dell'Interno 30 aprile 2009 (G.U. n. 104 del 7 maggio 2009)
Differimento di alcuni termini per gli enti locali colpiti dagli eventi sismici nella regione Abruzzo
 
IL MINISTRO DELL'INTERNO di concerto con IL MINISTRO DELL'ECONOMIA E DELLE FINANZE Visto l'art. 1 del decreto-legge 28 aprile 2009, n. 39, recante interventi urgenti in favore delle popolazioni colpite dagli eventi sismici nella regione Abruzzo nel mese di aprile 2009 e ulteriori interventi urgenti di protezione civile; Visto l'art. 6, comma 2, del richiamato decreto-legge, il quale prevede che con decreto del Ministro dell'interno, di concerto con il Ministro dell'economia e delle finanze, può essere disposto il differimento dei termini per gli adempimenti di cui alle lettere a), b), c) e d) del medesimo comma; Ritenuto necessario e urgente differire al 31 luglio 2009 i termini per gli adempimenti contenuti nelle richiamate lettere a), b), c) e d); Decreta: Art. 1. Nei confronti degli enti di cui all'art. 1, comma 2 del decreto-legge 28 aprile 2009, n. 39, sono differiti al 31 luglio 2009 i termini per gli adempimenti di seguito indicati: a) deliberazione del bilancio di previsione per l'anno 2009, di cui all'art. 151 del decreto legislativo; b) deliberazione di approvazione del rendiconto di gestione dell'esercizio 2008, di cui all'art. 227 del decreto legislativo 18 agosto 2000, n. 267; c) presentazione della certificazione attestante il mancato gettito ICI derivante dall'esenzione riconosciuta sugli immobili adibiti ad abitazione principale, di cui al decreto del Ministero dell'interno in data 1 aprile 2009, pubblicato nella Gazzetta Ufficiale n. 82 dell'8 aprile 2009; d) presentazione da parte degli enti locali della certificazione attestante l'IVA corrisposta per prestazioni di servizi non commerciali, della certificazione attestante l'IVA corrisposta per i contratti di servizio per il trasporto pubblico locale e della certificazione attestante la perdita di gettito ICI sugli edifici classificati in categoria D. Il presente decreto sarà pubblicato nella Gazzetta Ufficiale della Repubblica italiana. Roma, 30 aprile 2009 Il Ministro dell'interno Maroni