Legge regionale Valle d'Aosta, 8 aprile 2013, n 7
Approvazione del rendiconto generale della Regione per l'esercizio finanziario 2012
 

Art. 1
Entrate di competenza

1. Le entrate derivanti da tributi propri, dal gettito di tributi erariali o di quote di esso devolute alla Regione, da contributi e assegnazioni dello Stato ed in genere da trasferimenti di fondi dal bilancio statale, da rendite patrimoniali, da utili di enti o aziende regionali, da alienazioni di beni patrimoniali, da accensioni di mutui, da prestiti e da altre operazioni creditizie e per contabilità speciali, accertate nell'esercizio finanziario 2012 per la competenza propria dell'esercizio stesso, sono riassunte e approvate in Euro 1.473.910.131,80 delle quali:

Riscosse
Euro 1.137.747.769,44

Rimaste da riscuotere
Euro 336.162.362,36

Art. 2
Spese di competenza

1. Le spese correnti, di investimento, per rimborso di mutui e prestiti e per contabilità speciali della Regione, impegnate nell'esercizio finanziario 2012 per la competenza propria dell'esercizio stesso, sono riassunte e approvate in Euro 1.509.321.598,41 delle quali:

Pagate:
Euro 1.167.029.528,02

Rimaste da pagare:
Euro 342.292.070,39

Art. 3
Riepilogo della competenza

1. Il riepilogo delle entrate e delle spese di competenza dell'esercizio finanziario 2012 risulta stabilito dal rendiconto come segue:

Entrate:
Euro 1.473.910.131,80

Spese:
Euro 1.509.321.598,41

Risultato negativo della gestione di competenza dell'esercizio finanziario 2012:
Euro 35.411.466,61

Art. 4
Entrate esercizi precedenti

1. I residui attivi iscritti in conto esercizio 2011 e precedenti, rimasti da riscuotere alla chiusura dell'esercizio finanziario 2012, sono approvati in complessivi Euro 293.666.347,59 e riassunti come segue:

Residui attivi in carico al 1 gennaio 2012:
Euro 762.282.544,13

Minori accertamenti in conto residui attivi:
Euro 4.313.646,26

Residui attivi riaccertati al 31 dicembre 2012:
Euro 757.968.897,87

Residui attivi riscossi al 31 dicembre 2012:
Euro 464.302.550,28

Residui attivi rimasti da riscuotere al 31 dicembre 2012:
Euro 293.666.347,59

Art. 5
Spese esercizi precedenti

1. I residui passivi iscritti in conto esercizio 2011 e precedenti, rimasti da pagare alla chiusura dell'esercizio finanziario 2012, sono approvati in complessivi Euro 540.287.607,46 e riassunti come segue:

Residui passivi in carico al 1 gennaio 2012:
Euro 935.666.800,64

Minori accertamenti in conto residui passivi:
Euro 65.261.801,23

Residui passivi riaccertati al 31 dicembre 2012:
Euro 870.404.999,41


Residui passivi pagati al 31 dicembre 2012:
Euro 330.117.391,95

Residui passivi rimasti da pagare al 31 dicembre 2012:
Euro 540.287.607,46

Art. 6
Riepilogo dei residui

1. I residui attivi alla chiusura dell'esercizio finanziario 2012 risultano determinati dal rendiconto nei seguenti importi:

Rimasti da riscuotere sulle entrate accertate nella competenza dell'esercizio 2012 (art. 1):
Euro 336.162.362,36

Rimasti da riscuotere sui residui degli esercizi 2011 e precedenti (art. 4):
Euro 293.666.347,59

Totale:
Euro 629.828.709,95

Art. 7
Situazione di cassa

1. Il fondo di cassa alla chiusura dell'esercizio finanziario 2012 è determinato in Euro 337.014.565,55 in base alle seguenti risultanze del conto reso dal tesoriere:

Fondo cassa al 31 dicembre 2011:
Euro 232.111.165,80

Riscossioni nell'esercizio 2012:
Euro 1.602.050.319,72

Pagamenti nell'esercizio 2012:
Euro 1.497.146.919,97


Fondo cassa al 31 dicembre 2012:
Euro 337.014.565,55


Art. 8
Situazione finanziaria

1. L'avanzo di amministrazione alla chiusura dell'esercizio finanziario 2012 è accertato nell'ammontare di Euro 84.263.597,65 derivante da:

Entrate in conto competenza rimaste da riscuotere al 31 dicembre 2012 (art. 1):
Euro 336.162.362,36

Entrate in conto residui rimaste da riscuotere al 31 dicembre 2012 (art. 4):
Euro 293.666.347,59

Fondo cassa al 31 dicembre 2012 (art. 7):
Euro 337.014.565,55

Spese in conto competenza rimaste da pagare al 31 dicembre 2012 (art. 2):
Euro 342.292.070,39

Spese in conto residui rimaste da pagare al 31 dicembre 2012 (art. 5):
Euro 540.287.607,46

Avanzo di amministrazione alla chiusura dell'esercizio 2012:
Euro 84.263.597,65

Art. 9
Situazione patrimoniale

1. La consistenza patrimoniale alla data del 31 dicembre 2012 è approvata nelle seguenti risultanze finali:

Attività:
Euro 3.547.981.908,55

Passività:
Euro 1.365.019.079,68

Attivo netto patrimoniale al 31 dicembre 2012:
Euro 2.182.962.828,87

Art. 10
Approvazione del rendiconto generale

1. E' approvato il rendiconto generale dell'esercizio finanziario 2012 della Regione nelle risultanze di cui agli articoli 7, 8 e 9 (allegato A).

Art. 11
Economie di stanziamento su fondi assegnati dallo Stato e dall'Unione europea

1. I fondi relativi a trasferimenti dello Stato e dell'Unione europea, di cui alla tabella n. 1 allegata alla presente legge, non impegnati alla scadenza dell'esercizio finanziario 2012, costituiscono economie di spesa e concorrono alla formazione dell'avanzo di amministrazione di cui all'articolo 8.

Art. 12
Disposizioni finanziarie

1. Sono regolarizzati i seguenti accertamenti e impegni finali su capitoli di partite di giro e contabilità speciali:
a) euro 7.067,98 sul capitolo 12490 "Fondi stato per rimborso spese inerenti l'impiego di volontari in attività di protezione civile" dello stato di previsione dell'Entrata e sul corrispondente 72275 "Trasferimento di fondi assegnati dallo Stato ai lavoratori autonomi e/o ai datori di lavoro per l'impiego di volontari in attività di protezione civile a titolo di rimborso" dello stato di previsione della Spesa;
b) euro 7.384,26 sul capitolo 13550 "Gestione Fondo regionale per la promozione e lo sviluppo della cooperazione" dello stato di previsione dell'Entrata e sul corrispondente 72670 "Gestione fondo regionale per la promozione e lo sviluppo della cooperazione" dello stato di previsione della Spesa.

Art. 13
Pubblicazione del rendiconto generale

1. Il rendiconto generale della Regione è pubblicato per estratto nel Bollettino ufficiale della Regione.

Art. 14
Dichiarazione d'urgenza


1. La presente legge è dichiarata urgente ai sensi dell'articolo 31, comma terzo, dello Statuto speciale per la Valle d'Aosta ed entrerà in vigore il giorno successivo a quello della sua pubblicazione nel Bollettino ufficiale della Regione.