Aggiornato al con n.39256 documenti

HOME  |  PUBBLICITA'  |  REDAZIONE  |  COPYRIGHT  |  FONTI  |  FAQ   

 

 
 

NORMATIVA
Normativa regionale - Liguria

Indietro
Legge regionale Liguria, 24 luglio 2013, n 24
Modifiche alla legge regionale 20 dicembre 2012, n. 48, alla legge regionale 22 febbraio 1995, n. 12, alla legge regionale 28 giugno 1994, n. 28, alla legge regionale 10 luglio 2009, n. 28 e alla legge regionale 20 dicembre 2012, n. 49
 

Bollettino Ufficiale n. 13 del 24 luglio 2013


Art. 1
(Modifiche all'articolo 9 della legge regionale 20 dicembre 2012, n. 48 (Disposizioni di adeguamento dell'ordinamento regionale al Sito esternodecreto-legge 10 ottobre 2012, n. 174 (Disposizioni urgenti in materia di finanza e funzionamento degli enti locali, nonché ulteriori disposizioni in favore delle zone terremotate nel maggio 2012) convertito, con modificazioni, dalla Sito esternolegge 7 dicembre 2012, n. 213 ))


1. Dopo il comma 4 dell'articolo 9 della l.r. 48/2012 e successive modificazioni ed integrazioni, sono inseriti i seguenti:
''4 bis. Le disposizioni di cui al comma 1 non si applicano agli enti parco di cui alla legge regionale 22 febbraio 1995, n. 12 (Riordino delle aree protette) e successive modificazioni ed integrazioni.
4 ter. Gli enti parco di cui al comma 4 bis riducono i costi complessivi dei loro apparati amministrativi, con esclusione dei costi legati alle attività istituzionali di tutela, di conoscenza, di valorizzazione e di fruizione del parco; a tale scopo la Giunta regionale e gli enti parco, entro il 30 settembre 2013, individuano le opportune forme di razionalizzazione della spesa sia all'interno del singolo ente sia a livello di sistema delle aree protette, anche mediante servizi centralizzati svolti da un singolo ente o dalla Regione stessa sulla base di apposite convenzioni.
4 quater. Al fine di cui al comma 4 bis si tiene conto:
a) delle riduzioni di spesa già conseguite negli anni 2010/2011, anche in attuazione delle disposizioni di coordinamento della finanza pubblica per la riduzione della spesa contenute nel Sito esternodecreto-legge 31 maggio 2010, n. 78 (Misure urgenti in materia di stabilizzazione finanziaria e di competitività economica) convertito, con modificazioni, dalla Sito esternolegge 30 luglio 2010, n. 122 e nel Sito esternodecreto-legge 6 dicembre 2011, n. 201 (Disposizioni urgenti per la crescita, l'equità e il consolidamento dei conti pubblici) convertito, con modificazioni, dalla Sito esternolegge 22 dicembre 2011, n. 214 , con particolare riferimento alla riduzione delle spese relative agli organi direttivi degli enti parco;
b) del maggior costo derivante da funzioni ulteriori attribuite agli enti parco da disposizioni legislative a far data dal 2009 con copertura limitata delle relative spese, con particolare riferimento alle funzioni in tema di biodiversità, di rete escursionistica, di gestione delle foreste regionali;
c) del maggior costo derivante dal trasferimento di personale proveniente dalle soppresse comunità montane per effetto dell'articolo 12 della legge regionale 29 dicembre 2010, n. 23 (Disposizioni collegate alla legge finanziaria 2011) e successive modificazioni ed integrazioni;
d) delle economie derivanti dalla riduzione di almeno il 20 per cento delle dotazioni organiche vigenti al 1° gennaio 2013. ''.
2. I commi 6 e 7 dell'articolo 9 della l.r. 48/2012 e successive modificazioni ed integrazioni sono abrogati.


Art. 2
(Sostituzione dell'articolo 12 della legge regionale 22 febbraio 1995, n. 12 (Riordino delle aree protette))


1. L'articolo 12 della l.r. 12/1995 e successive modificazioni ed integrazioni è sostituito dal seguente:


''Articolo 12
(Revisore unico dei conti)


1. Per gli enti di cui all'articolo 15 è previsto un revisore unico dei conti, nominato dalla Giunta regionale e scelto tra i revisori legali iscritti nel registro previsto dall'Sito esternoarticolo 1 del decreto legislativo 27 gennaio 2010, n. 39 (Attuazione della direttiva 2006/43/CE, relativa alle revisioni legali dei conti annuali e dei conti consolidati, che modifica le direttive 78/660/CEE e 83/349/CEE, e che abroga la direttiva 84/253/CEE).
2. La Giunta regionale procede alla nomina del revisore di cui al comma 1 fra coloro che hanno presentato domanda. A tal fine, centoventi giorni prima della scadenza dell'incarico di revisore unico dei conti, la Giunta regionale emana un avviso pubblico.
3. Si osservano, in quanto applicabili, le norme in materia di ineleggibilità e di decadenza previste dall'articolo 2399 del Codice Civile.
4. Il revisore unico dei conti resta in carica quattro anni, esercita la vigilanza sulla gestione contabile e finanziaria dell'ente, valutandone la conformità dell'azione e dei risultati alle norme che disciplinano l'attività dell'ente e ai principi di buon andamento della pubblica amministrazione principalmente per quanto attiene alle esigenze di efficacia e di economicità.
5. In particolare il revisore unico dei conti:
a) verifica, almeno ogni trimestre, la situazione di cassa nonché l'andamento finanziario e patrimoniale dell'Ente;
b) esprime un parere sul bilancio di previsione, sull'assestamento e sulle variazioni allo stesso;
c) redige la relazione al conto consuntivo;
d) vigila, anche attraverso l'esame amministrativo-contabile di atti già efficaci, sulla regolarità dell'amministrazione e in particolare controlla la regolarità delle procedure per i contratti e le convenzioni.
6. Il revisore unico comunica i risultati delle verifiche di cassa e dell'attività di vigilanza previste dal comma 5, lettere a) e d), al Presidente dell'Ente.
7. Il revisore unico può partecipare senza diritto di voto alle riunioni dell'organo collegiale, della cui convocazione deve essergli data notizia nei termini e nei modi prescritti per i componenti dello stesso organo.
8. Il revisore unico dei conti, per l'esercizio delle funzioni indicate ai commi 4 e 5 può procedere ad attività di ispezione ed ha libero accesso a tutti gli atti e scritture contabili dell'Ente.
9. Al revisore unico dei conti spetta un compenso annuo, al lordo delle ritenute di legge e comprensivo di ogni onere e spesa, fatti salvi l'IVA ed i contributi integrativi per le casse previdenziali dei professionisti, qualora dovuti, pari a euro 5.200,00. ''.
2. Le disposizioni di cui al comma 1 producono i propri effetti a decorrere dal primo rinnovo dell'incarico di revisione dei conti successivo alla data di entrata in vigore delle disposizioni medesime.


Art. 3
(Modifiche all'articolo 30 della l.r. 12/1995)


1. La lettera b) del comma 2 dell'articolo 30 della l.r. 12/1995 e successive modificazioni ed integrazioni è sostituita dalla seguente:
''b) bilancio economico di previsione e bilancio di esercizio; ''.
2. Il comma 3 dell'articolo 30 della l.r. 12/1995 e successive modificazioni ed integrazioni è sostituito dal seguente:
''3. Gli atti di cui al comma 2, lettera a), sono trasmessi alla Giunta regionale entro dieci giorni dalla loro approvazione. ''.
3. Il comma 4 dell'articolo 30 della l.r. 12/1995 e successive modificazioni ed integrazioni è sostituito dal seguente:
''4. Gli atti di cui al comma 2, lettera a), divengono esecutivi se entro quaranta giorni dalla trasmissione la Giunta regionale non adotta un provvedimento motivato di annullamento. Tale termine è sospeso se prima della scadenza vengono chiesti chiarimenti o elementi integrativi di giudizio che devono pervenire, a pena di decadenza, entro trenta giorni dalla data di ricezione della richiesta. ''.
4. Dopo il comma 4 dell'articolo 30 della l.r. 12/1995 e successive modificazioni ed integrazioni, è aggiunto il seguente:
''4 bis. Gli atti di cui al comma 2, lettera b), a pena di decadenza, sono inviati entro dieci giorni dalla loro approvazione alla Giunta regionale. La Giunta regionale può annullare tali atti entro quaranta giorni dal ricevimento. Decorso tale termine gli atti si intendono approvati. La Giunta può comunque formulare, ove necessario, specifiche raccomandazioni. ''.


Art. 4
(Modifiche alla legge regionale 28 giugno 1994, n. 28 (Disciplina degli enti strumentali della Regione)


1. Il comma 4 dell'articolo 11 ed il comma 4 dell'articolo 15 della l.r. 28/1994 e successive modificazioni ed integrazioni sono abrogati.


Art. 5
(Modifica alla legge regionale 10 luglio 2009, n. 28 (Disposizioni in materia di tutela e valorizzazione della biodiversità))


1. All'allegato E della l.r. 28/2009 e successive modificazioni ed integrazioni, dopo le parole: ''IT1322304 ROCCA DELL'ADELASIA '', le parole: ''COMUNE DI CAIRO MONTENOTTE '' sono sostituite dalle seguenti: '' PROVINCIA DI SAVONA ''.


Art. 6
(Modifiche alla legge regionale 20 dicembre 2012, n. 49 (Disposizioni di adeguamento alla normativa nazionale in materia di armonizzazione dei sistemi contabili e degli schemi di bilancio ed in materia di controlli contabili))


1. Al comma 2 dell'articolo 5 della l.r. 49/2012 , le parole: ''i rispettivi membri supplenti '' sono sostituite dalle seguenti: ''i membri supplenti, che subentrano nelle ipotesi di cui ai commi 3, 4 e 5 dell'articolo 7 ''.
2. Al comma 10 dell'articolo 5 della l.r. 49/2012 , le parole: ''tutti i '' sono sostituite dalla seguente: ''due '' e dopo le parole: ''a maggioranza '' sono aggiunte le seguenti: ''; in caso di parità prevale il voto del Presidente e, in assenza del Presidente, prevale il voto del membro più anziano '';
3. Alla fine del comma 5 dell'articolo 7 della l.r. 49/2012 sono aggiunte le seguenti parole: ''o per la mancata partecipazione a più di due sedute nel corso dell'anno ''.


Art. 7
(Disposizioni transitorie e finali)


1. Gli enti di gestione delle aree protette di cui alla l.r. 12/1995 e successive modificazioni ed integrazioni, ai fini dell'armonizzazione dei sistemi contabili, adottano il regime di contabilità economico-patrimoniale a partire dall'anno successivo all'approvazione da parte della Giunta regionale degli schemi di bilancio.
2. Nelle more dell'adozione degli atti di cui al comma 1, per gli enti di gestione delle aree protette di cui alla l.r. 12/1995 e successive modificazioni ed integrazioni rimane in vigore il sistema di contabilità finanziaria.


Art. 8
(Dichiarazione di urgenza)


1. La presente legge regionale è dichiarata urgente ed entra in vigore il giorno successivo a quello della sua pubblicazione nel Bollettino Ufficiale della Regione.



STAMPA QUESTA PAGINA
 
 
 

CONVEGNI ED EVENTI

XXXIV Convegno annuale dell'Associazione Italiana dei Costituzionalisti
Bergamo, venerdì 15 e sabato 16 novembre 2019
Eguaglianza e discriminazioni nell’epoca contemporaneaPrima sessione: Discriminazioni di genereVenerdì ...
Posizionamento professionale e marketing dello studio legale
Napoli, 29 ottobre 2015, Holiday Inn Centro Direzionale
L’obiettivo dell’incontro è fornire degli strumenti operativi allo studio legale per massimizzare la ...
I diritti sociali e la crisi economica
Milano, 27 novembre 2015, Università degli Studi di Milano Sala di Rappresentanza del Rettorato
Ore 9.00Saluti istituzionaliProf. Lorenza Violini, Direttore del Dipartimento di Diritto pubblico italiano ...
Il rapporto di lavoro dopo il Jobs Act: un mosaico di discipline
Roma, 9-16-23-30 ottobre 2015 e 6-13 novembre 2015, Teatro Manzoni
Venerdì 9 ottobre 2015 “Il contratto a tutele crescenti” Prof. Avv. Arturo MARESCA, Ordinario di Diritto ...
     Tutti i CONVEGNI >

LIBRI ED EBOOK

Formulario degli atti notarili 2014
A. Avanzini, L. Iberati, A. Lovato, UTET Giuridica, 2014
Il formulario soddisfa le esigenze pratiche del notaio, poiché consente di individuare, mediante una ...
Manuale di diritto amministrativo 2014
F. Caringella, Dike Giuridica Editrice, 2014
Nel corso dell'ultimo anno le incessanti fatiche della giurisprudenza hanno dato vitalità all'introduzione, ...
Sicurezza sul lavoro. Responsabilità. Illeciti e Sanzioni
P. Rausei, IPSOA, 2014
Il volume fornisce una analisi puntuale, schematica e sistematica, dell’attuale quadro sanzionatorio ...
Diritto penale delle società
L. D. Cerqua, G. Canzio, L. Luparia, Cedam Editore, 2014
L'opera, articolata in due volumi, analizza approfonditamente i profili sostanziali e processuali del ...
     Tutti i LIBRI > 

CONCORSI

Foto Concorsi
Nessun Concorso Presente