Aggiornato al con n.39049 documenti

HOME  |  PUBBLICITA'  |  REDAZIONE  |  COPYRIGHT  |  FONTI  |  FAQ   

 

 
 

NORMATIVA
Normativa regionale - Campania

Indietro
Legge regionale Campania 9 agosto 2012 n 27
Disposizioni urgenti in materia di finanza regionale
 

IL CONSIGLIO REGIONALE
Ha Approvato
IL PREDIDENTE DELLA GIUNTA REGIONALE


PROMULGA la seguente legge:


Art. 1
(Modifiche alla legge regionale 27 gennaio 2012, n. 2 - Bilancio di previsione della Regione
Campania per l’anno 2012 e bilancio pluriennale per il triennio 2012-2014)


1. L’elenco delle spese finanziarie nell’anno 2012 mediante il ricorso al mercato finanziario,
allegato alla legge regionale 2/2012 sotto la lettera b), è sostituito dall’elenco delle spese allegato
alla presente legge sotto la lettera a).
2. La nota informativa sugli oneri e gli impegni finanziari derivanti dagli strumenti finanziari
derivati o dai contratti di finanziamento che includono una componente derivata sottoscritti dalla
Regione Campania, allegata alla legge regionale 2/2012 sotto la lettera h), è sostituita dalla nota
informativa allegata alla presente legge sotto la lettera b).


Art. 2
(Definanziamento e rifinalizzazione della spesa)


1. Sono definanziate le spese iscritte nel bilancio di previsione per l’esercizio finanziario 2012 alla
UPB 1.82.227 per l’importo complessivo di euro 280.000.000.00, la cui copertura era assicurata
dal Fondo per lo sviluppo e la coesione sociale (programmazione 2007-2013), finalizzate al
pagamento dei contributi sui mutui contratti dagli enti locali entro il 31 dicembre 2010 per la realizzazione di opere pubbliche.
2. Sono definanziate le spese iscritte nel bilancio di previsione per l’esercizio finanziario 2012 alla
UPB 1.1.5 per l’importo complessivo di euro 60.000.000,00 la cui copertura era assicurata dal
Fondo per lo sviluppo e la coesione sociale (programmazione 2007-2013), finalizzate alla
manutenzione straordinaria degli impianti acquedottistici e degli impianti di depurazione regionale.
3. Le autorizzazioni di spesa non utilizzate, costituenti economie ai sensi del comma 2, dell’articolo
41, lettera a) della legge regionale 30 aprile 2002, n. 7 (Ordinamento contabile della Regione
Campania) pari ad euro 81.573.798,93 dettagliatamente distinte nel prospetto allegato sotto la
lettera C, sono reiscritte in termini di competenza nel bilancio di previsione per l’esercizio
finanziario 2012 e riassegnate, sempre in termini di competenza, per il finanziamento dei mutui
contratti dagli enti locali per la realizzazione di opere pubbliche a valere sulla UPB 1.82.227.
4. Il comma 1 dell’articolo 44 della legge regionale 27 gennaio 2012, n. 1 (Disposizioni per la formazione del bilancio annuale 2012 e pluriennale 2012-2014 della Regione Campania – Legge
finanziaria regionale 2012), è sostituito dal presente comma:
“1. L’entrata finalizzata di 38 milioni di euro a valere sulle entrate del titolo I del bilancio
regionale, di cui all’articolo 2 della legge regionale 4 aprile 2007, n. 5 (Norme per la copertura del
disavanzo sanitario dell’esercizio 2006 ed altre disposizioni urgenti ai fini dell’accordo tra la
Regione e lo Stato per il rientro del disavanzo, la riqualificazione e la razionalizzazione del
servizio sanitario regionale), che la Regione, in conformita’ agli impegni finanziari previsti dal
piano di rientro approvato con specifico accordo con lo Stato stipulato ai sensi dell’articolo 1,
comma 180, della legge 30 dicembre 2004, n. 311 (Disposizioni per la formazione del bilancio
annuale e pluriennale dello Stato – Legge finanziaria 2005), ha destinato a decorrere dal 2008 e per trent’anni alla copertura dell’ammortamento del debito pregresso al 31 dicembre 2005 non
cartolarizzato, è incrementata per le medesime finalita’ fino ad un massimo di euro
55.500.000,00 per ciascuno degli esercizi dal 2013 al 2037, per l’anno 2012 l’entrata di euro
15.700.000,00, già finalizzata alla copertura dell’ammortamento del debito sanitario pregresso al
31 dicembre 2005, non cartolarizzato, è rifinalizzata al finanziamento dei mutui contratti dagli
enti locali per la realizzazione di opere pubbliche a valere sulla UPB 1.82.227”
5. Il comma 2 dell’articolo 5 della legge regionale 1/2012 è sostituito dal seguente comma:
“2. Per l’anno 2012 le maggiori entrate derivanti dall’applicazione della disposizione di
cui al comma 1 sono destinate al finanziamento dei mutui contratti dagli enti locali per la
realizzazione di opere pubbliche, a valere sulla UPB 1.82.227, e del fondo di cui all’articolo 37.
Per il medesimo esercizio finanziario il finanziamento delle politiche sociali della Regione è assicurato dalle disponibilità residue dell’apposito Fondo nazionale da reiscrivere nel bilancio
2012, fatti salvi i vincoli imposti dal patto di stabilità interno. Dall’anno 2013 le maggiori entrate
derivanti dall’applicazione della disposizione di cui al comma 1 sono destinate al finanziamento
delle politiche sociali della Regione e del fondo di cui all’articolo 37.”
6. Le risorse da acquisire al bilancio per l’esercizio finanziario 2012 per complessivi euro
8.846.224,51, di cui ai decreti del ministero dell’economia e delle finanze n. 0084754/2009, n.
0122663/2009 e n. 0095500/2010, riferite Al finanziamento di funzioni e compiti amministrativi
dello Stato conferiti alle regioni in attuazione della legge 15 marzo 1997, n. 59 (Delega al Governo
per il conferimento di funzioni e compiti alle Regioni ed enti locali, per la riforma della Pubblica
amministrazione e per la semplificazione amministrativa), sono finalizzate al finanziamento dei
mutui contratti dagli enti locali per la realizzazione di opere pubbliche a valere sulla UPB 1.82.227.


Art. 3
(Sperimentazione ai sensi dell’articolo 36 del decreto legislativo 23 giugno 2011, n. 118,
- Disposizioni in materia di armonizzazione dei sistemi contabili e degli schemi di bilancio
delle regioni, degli enti locali e dei loro organismi, a norma degli articoli 1 e 2 della legge 5 maggio 2009, n. 42)


1. La Regione Campania applica le disposizioni di cui al titolo I del decreto legislativo 23 giugno
2011, n. 118 (Disposizioni in materia di armonizzazione dei sistemi contabili e degli schemi di
bilancio delle Regioni, degli enti locali e dei loro organismi, a norma degli articoli 1 e 2 della legge
5 maggio 2009, n. 42), e dei relativi provvedimenti attuativi, nonché le discipline contabili vigenti
alla data di entrata in vigore del citato decreto legislativo 118/2011, con particolare riferimento alle
norme di cui alla legge regionale di contabilità 7/2002, per quanto compatibili.


Art. 4
(Modifiche legislative)


1. L’articolo 89 della legge regionale 30 gennaio 2008, n.1 (Disposizioni per la formazione del bilancio annuale e pluriennale della Regione Campania - Legge Finanziaria 2008), è abrogato.
2. Il comma 2 dell’articolo 18 della legge regionale 19 gennaio 2009, n. 1 (Disposizioni per la formazione del bilancio annuale e pluriennale della Regione Campania – Legge Finanziaria anno 2009, abrogato.
3. Nelle more del completamento del Policlinico Universitario, i posti letto programmati sono distribuiti nelle strutture pubbliche e private della Provincia di Caserta, così come previsto dal decreto legislativo 30 dicembre 1992, n. 502 (Riordino della disciplina in materia sanitaria, a norma dell’articolo 1 della legge 23 ottobre 1992, n. 421) e decreto legislativo 21 dicembre 1999, n. 517 (Disciplina dei rapporti fra Servizio sanitario nazionale ed università, a norma dell’articolo 6 della legge 30 novembre 1998, n. 419). Il Presidente della Giunta Regionale, Commissario ad Acta per il disavanzo sanitario, con apposito decreto, provvede alla emanazione degli atti consequenziali, entro novanta giorni dalla data in entrata in vigore della presente legge.
4. Le risorse di cui alla spesa sanitaria di parte corrente di cui all’articolo 28 della legge regionale 3 novembre 1994, n. 32 (Decreto Legislativo 30 dicembre 1992, n. 502 e successive modifiche ed integrazioni, riordino del servizio sanitario regionale) e
dell’articolo 1, comma 2, del decreto legislativo 18 febbraio 2000, n. 56 (Disposizioni in materia di federalismo fiscale a norma dell’art.10, della legge 13 maggio 1999, n. 133) introitate dalla regione sono iscritte nella sezione spesa in modo indistinto senza frazionamenti.
5. In armonia con i principi fondamentali della legge 2 luglio 2004, n.165 (Disposizioni di attuazione dell’articolo 122, primo comma, della Costituzione) ai consiglieri regionali di cui all’articolo 9 della legge regionale 27 marzo 2009, n. 4 (Legge elettorale) non si applicano le previsioni di cui all’articolo 65, comma 1 del decreto legislativo 18 agosto 2000, n. 267 (Testo unico delle leggi sull’ordinamento degli enti locali).
6. Il comma 244 dell’articolo 1 della legge regionale 15 marzo 2011, n. 4 (Disposizioni per la formazione del bilancio annuale 2011 e pluriennale 2011-2013 della Regione Campania legge finanziaria 2011) è così modificato:
“244. La Giunta regionale è autorizzata a disciplinare con regolamento la trasformazione dell’Agenzia regionale sanitaria (ARSAN) in una struttura tecnica,
in materia politica sanitaria regionale, che ne assume, in continuità, le relative funzioni, assicurando il proprio supporto alla programmazione sanitaria del Servizio sanitario regionale”.
7. Il comma 245 dell’articolo 1 della legge regionale 15 marzo 2011, n. 4 (Disposizioni per la formazione del bilancio annuale 2011 e pluriennale 2011-2013 della Regione Campania (legge finanziaria 2011) è così modificato:
“245. L’Agenzia regionale sanitaria (ARSAN) continua a svolgere le funzioni già esercitate sino alla chiusura del piano di rientro dal disavanzo sanitario e dei connessi
programmi operativi, e comunque non oltre la data di immissione nelle funzioni della struttura tecnica prevista dal comma 244, a decorrere dalla quale è abrogata la legge regionale 18 novembre 1996, n. 25 (Istituzione dell’agenzia regionale sanitaria).”.
8. Al comma 4 dell’articolo 19, della legge regionale 7 dicembre 2010, n. 16 (Misure urgenti per la finanza regionale), sono aggiunte le seguenti parole: “ed inoltre di un sub commissario per ciascuna IACP sulla base di indicazioni provenienti dalle organizzazioni sindacali maggiormente rappresentative”.
9. Alla lettera i) del comma 2 dell’articolo 3 della legge regionale 11 febbraio 2011, n. 2 (Misure di prevenzione e di contrasto alla violenza di genere) le parole “e dalle denunce presentate” sono soppresse.
10. La lettera b) del comma 14 dell’articolo 52 della legge regionale 1/2012 è abrogata e rivive la lettera l) del comma 2 dell’articolo 3 della legge regionale 2/2011 dalla data dell’entrata in vigore della legge medesima.
11. Al fine di razionalizzare e rendere più efficiente lo svolgimento delle funzioni della società, decorsi sessanta giorni dalla data di entrata in vigore della presente legge, il Consiglio di amministrazione della “Sistemi per meteorologia e l’ambiente Campania s.p.a.”, di seguito indicata “SMA Campania” è soppresso e le relative funzioni sono esercitate da un amministratore unico nominato con decreto del Presidente della Giunta regionale. Nei successivi sessanta giorni dalla nomina è adottato il nuovo Statuto della SMA Campania con il quale sono apportate le necessarie variazioni al fine di rendere compatibili gli organi e le relative funzioni della società con le disposizioni di cui al presente comma.
12. Al comma 1 dell’articolo 1 della legge regionale 10 maggio 2012, n. 10 (Disposizioni in materia di impianti balneari) dopo la parola “dodici” sono aggiunte le seguenti
“accompagnati da un maggiorenne”.


Art.5
(Dichiarazione d’urgenza)


1.La presente legge è dichiarata urgente ai sensi del vigente Statuto ed entra in vigore il giorno successivo alla sua pubblicazione nel Bollettino Ufficiale della Regione Campania.
La presente legge sarà pubblicata nel Bollettino Ufficiale della Regione Campania.
E’ fatto obbligo a chiunque spetti, di osservarla e di farla osservare come legge della Regione Campania.
Caldoro


ALLEGATO A (ART. 1, COMMA 1)
UPB CAP DESCRIZIONE IMPORTO 13.43.86 5002
MUTUO CON ONERI A CARICO DELLA REGIONE PER IL FINANZIAMENTO DI SPESE PER INVESTIMENTO E POLITICHE DI SOSTEGNO PER GLI INVESTIMENTI. 144.831.213,90
UPB CAP DESCRIZIONE IMPORTO 22.84.245 2680 7.1 OB. OP. ASSISTENZA TECNICA - PO FESR 2007/2013 2.430.435,17
22.84.245 2606
1.4 - OB. OP. MIGLIORARE LA GESTIONE INTEGRATA DELLE RISORSE IDRICHE - PO FESR 2007/2013 1.219.972,60
22.84.245 2616 1.9 - OB. OP. BENI E SITI CULTURALI PO FESR 2007/2013 1.524.965,75
22.84.245 2618 1.10 - OB. OP. LA CULTURA COME RISORSA - PO FESR 2007/2013 609.986,30
22.84.245 2622
1.12 - OB. OP. PROMUOVERE LA CONOSCENZA DELLA CAMPANIA - PO FESR 2007/2013 3.049.931,50
22.84.245 2624
2.1 - OB. OP. INTERVENTI SU AREE SCIENTIFICHE DI RILEVANZA STRATEGICHE PO FESR 2007/2013 1.524.965,75
22.84.245 2626
2.2 - OB. OP. INTERVENTI DI POTENZIAMENTO DI SISTEMA E DI FILIERA DELLA R & S - PO FESR 2007/2013 13.877.188,31
22.84.245 2628 2.3 - OB. OP. SISTEMI E FILIERE PRODUTTIVI - PO FESR 2007/2013 18.299.588,98
22.84.245 2630 2.4 - OB. OP. CREDITO E FINANZA INNOVATIVA - PO FESR 2007/2013 5.108.635,26
22.84.245 2636
3.1 - OB- OP- OFFERTE ENERGETICA DA FONTE RINNOVABILE - PO FESR 2007/2013 914.979,45
22.84.245 2640
3.3 - OB. OP. CONTENIMENTO ED EFFICIENZA DELLA DOMANDA - PO FESR 2007/2013 1.372.469,18
22.84.245 2656 4.8 - OB. OP. LA REGIONE IN PORTO - PO FESR 2007/2013 304.993,15
22.84.245 2660
5.1 -OB. OP. E-GOVERNMENT ED E-INCLUSION - AGC 06 SETT 02 - PO FESR 2007/2013 2.744.938,35
22.84.245 2662
5.2 - OB. OP. SVILUPPO DELLA SOCIETA' DELL'INFORMAZIONE NEL
TESSUTO PRODUTTIVO - PO FESR 2007/2013 381.241,43
22.84.245 2668 6.1 - OB. OP. CITTA MEDIE - AGC 16 SETT 04 - PO FESR 2007/2013 18.299.588,98
22.84.245 2676
6.3 - OB. OP. CITTA SOLIDALI E SCUOLE APERTE - AGC 18 SETT 01 - PO FESR 2007/2013 228.744,86
22.84.245 2678
6.3 - OB. OP. CITTA SOLIDALI E SCUOLE APERTE - AGC 18 SETT 02 - PO FESR 2007/2013 228.744,86
22.84.245 2690 FINANZIAMENTO GRANDI PROGETTI POR FESR 2007/2013 60.998.629,93
22.84.245 2700 FONDO UNICO FESR 2007-2013 11.711.214,09 144.831.213,90
ENTRATA
SPESA CORRELATA
Elenco delle spese di investimento del Bilancio 2012 distinte per capitoli da finanziare mediante
il ricorso al mercato finanziario
TOTALE


ALLEGATO B (ART. 1, COMMA 2)
NOTA INFORMATIVA AI SENSI DELL’ART. 62, D.L. 25 GIUGNO 2008, N. 112, CONVERTITO IN LEGGE, CON MODIFICAZIONI, DALL’ART. 1, COMMA 1, L. 6
AGOSTO 2008, N. 133, COME SOSTITUITO DALL’ARTICOLO 3 DELLA LEGGE 22
DICEMBRE 2008, N. 203.
In attuazione dell’art. 62, comma 8, del decreto legge 25 giugno 2008, n. 112, modificato dalla
legge di conversione 6 agosto 2008, n. 133, e successivamente sostituito dall’art. 3, comma 1,
della legge 22 dicembre 2008, n. 203, si evidenziano gli oneri finanziari derivanti da contratti
relativi a strumenti finanziari derivati che si prevedono relativamente all’esercizio finanziario
2012.
La Regione Campania ha in essere i seguenti contratti di swap:
1) CONTRATTO DI SWAP DI TASSO DI INTERESSE SOTTOSCRITTO IL 10/10/2003 CON B.N.L. – DEXIA CREDIOP S.P.A. – JP MORGAN – BANCA OPI ORA
B.I.I.S. PER IL CONTENIMENTO DEGLI ONERI FINANZIARI E LA GESTIONE DEL RISCHIO DI TASSO DEL SOTTOSTANTE MUTUO DI ORIGINARI € 850.000.000,00 STIPULATO IL 30/12/2002, ORIGINARIAMENTE REGOLATO A TASSO VARIABILE (EURIBOR 6M + 0,44 P.P.A.).
Scadenza 30/06/2023.
Scadenza flussi
31 dicembre e 30 giugno di ogni anno dal, e incluso, il 31 dicembre 2003 fino al 30/06/2023.
Modalità di determinazione flussi
La Regione riceve interessi al tasso Euribor 6 mesi, rilevato 15 giorni lavorativi antecedenti la
data di fine periodo degli interessi, maggiorato di 0.440 p.p.a. corrispondenti all’interesse
maturato sul mutuo sottostante.
La Regione paga:
- dal 30/06/2009 al 30/06/2014 tasso fisso 5,23% (act/360) se Euribor 6m è <= 5,50%
Euribor 6m + 0,40 p.p.a. se Euribor 6m è > 5,50%;
- dal 30/06/2014 al 30/06/2023 tasso fisso 5.73% (act/360) se Euribor 6 m è <= 6,00%
Euribor 6m + 0,40 p.p.a. se Euribor 6 m è > 6,00%.
Nota
Nel 2008 la Regione ha rinegoziato quota parte del mutuo di originari complessivi Euro
850.000.000 (per un importo pari a circa Euro 411 mln) attraverso un’operazione di estinzione
e rifinanziamento di un nuovo mutuo di complessivi Euro 423,2 mln circa (comprensivi
dell’indennizzo di estinzione anticipata) avente, rispetto alla passività originaria, diverse
caratteristiche di tasso d’interesse, di durata e di profilo di rimborso del capitale.
I capitoli su cui vengono registrate le operazioni sono i seguenti:
Capitolo Entrata 2600 U.P.B. 11.81.80 Differenziale positivo
Capitolo Spesa 9096 U.P.B. 7.25.46 Differenziale negativo.
I flussi che presumibilmente matureranno dal 30/06/2012 alla scadenza calcolati sulla base
dell’ipotesi di scuola che il tasso euribor 6m segua l’andamento dei tassi forward rilevati il
23/03/2012 si prevede essere i seguenti:
Data Nozionale Tasso
CONTROPARTI
Tasso
B REGIONE FLUSSI
30/06/2012 629.028.897,28 1,546 4.916.205,26 5,230 -16.631.873,50 -11.715.668,24
31/12/2012 608.461.930,60 1,228 3.817.575,03 5,230 -16.264.863,48 -12.447.288,45
30/06/2013 587.380.789,76 1,934 5.710.540,05 5,230 -15.445.341,04 -9.734.800,99
31/12/2013 565.772.620,38 2,024 5.854.016,62 5,230 -15.123.730,78 -9.269.714,16
30/06/2014 543.624.246,77 2,016 5.509.001,91 5,230 -14.294.750,58 -8.785.748,67
31/12/2014 520.922.163,83 2,262 6.022.647,67 5,730 -15.256.073,78 -9.233.426,11
2) CONTRATTI DI SWAP DI AMMORTAMENTO, DI CAMBIO E DI TASSO DI INTERESSE SOTTOSCRITTI IL 23/06/2006 SECONDO QUANTO PREVISTO DALL’ART. 41 DELLA LEGGE N. 448 DEL 28/12/2001 (PER LO SWAP DI
AMMORTAMENTO) E DALL’ART. 35 DELLA LEGGE 724 DEL 23/12/1994 (PER LO SWAP DI CAMBIO)
TITOLI SOTTOSTANTI:
2.1 Emissione prestito obbligazionario ventennale in EURO, dell’importo di € 1.090.000.000,00, cedola annuale al tasso fisso del 4,849%, rimborsabile in un’unica
soluzione alla scadenza (29 giugno 2026).
2.2 Emissione prestito obbligazionario trentennale in USD dell’importo di USD 1.000.000.000,00, equivalente ad EURO 800.000.000,00, cedola semestrale al tasso fisso
del 6.262%, rimborsabile in un’unica soluzione alla scadenza (29 giugno 2036).
2.1 OPERAZIONE IN EURO
Scadenza flussi
27 giugno di ogni anno dal, e incluso, il 27/06/2007 fino al 27/06/2026.
Modalità di determinazione flussi:
La Regione riceve interesse al tasso fisso del 4,849% calcolato sull’importo nozionale
originario.
La Regione paga interesse al tasso variabile Euribor 12m + 0,28 p.p.a. soggetto ad un valore
massimo (CAP) dell’8,28% e ad un valore minimo (FLOOR) del 4,75% sino al 28/06/2013 e
del 5.15% sino al 29/06/2026.
Ammortamento debito
La Regione effettua alla scadenza del 27/06 di ogni anno il pagamento intermedio di una quota
per l’ammortamento del capitale.
La Regione alla scadenza del prestito obbligazionario (27/06/2026) riceve l’ammontare da
rimborsare.
I capitoli su cui vengono registrate le operazioni sono i seguenti:
Capitolo Entrata 2600 U.P.B. 11.81.80 Differenziale positivo
Capitolo Spesa 9096 U.P.B. 7.25.46 Differenziale negativo
Capitolo Spesa 9102 U.P.B. 7.25.46 Quota capitale versata
Capitolo Spesa 9104 U.P.B. 7.25.46 Cedola annua interessi
I flussi che presumibilmente matureranno dal 30/06/2012 alla scadenza calcolati sulla base
dell’ipotesi di scuola che il tasso euribor 12m segua l’andamento dei tassi forward rilevati il
23/03/2012 si prevede essere i seguenti:
Data Nozionale Tasso
A Interessi A Nozionale Tasso
B Interessi B Capitale B Differ. Inter. Differ. Totale
29/06/2012 1.090.000.000,00 4,849 52.854.099,99 923.359.735,66 4,75 --44.590.580,57 -43.781.806,94 8.263.519,42 -35.518.287,52
28/06/2013 1.090.000.000,00 4,849 52.854.099,99 879.577.928,71 4,75 -42.244.173,30 -45.837.432,80 10.609.926,69 -35.227.506,11
30/06/2014 1.090.000.000,00 4,849 52.854.099,99 833.740.495,91 5,15 -43.772.534,01 -47.989.573,55 9.081.565,98 -38.908.007,57
2.2 OPERAZIONE IN USD
Nozionale di originari USD 1.000.000.000,00 equivalenti ad € 800.000.000,00=
Parametro di conversione tra USD ed EURO fissato a 0,80.
Scadenza flussi
La Regione riceve semestralmente flussi in USD alla scadenza del 27 giugno e del 27 dicembre
di ogni anno.
La Regione paga annualmente flussi in EURO alla scadenza del 27/06, fino al 27/06/2036.
Modalità di determinazione flussi:
La Regione riceve semestralmente alla scadenza in valuta estera (USD) l’interesse al tasso fisso
del 6,262% annuo calcolato sull’importo nozionale originario.
La Regione paga annualmente in EURO, rispetto ad ogni periodo di calcolo, l’interesse al tasso
variabile Euribor 12m + 0,38 p.p.a. soggetto ad un valore massimo (CAP) dell’8,38% e ad un
valore minimo (FLOOR) del 4,75% sino al 28/06/2013 e del 4,78% sino al 29/06/2036.
Ammortamento debito
La Regione effettua alla scadenza del 27/06 di ogni anno, dal 27/06/2007 incluso e fino al
27/06/2026, il pagamento intermedio di una quota per l’ammortamento del capitale.
La Regione alla scadenza del 27/06/2036 riceve l’ammontare da rimborsare per l’estinzione del
prestito obbligazionario.
I capitoli su cui vengono registrate le operazioni sono i seguenti:
Capitolo Entrata 2800 U.P.B. 19.54.94 Interessi ricevuti
Capitolo Spesa 9108 U.P.B. 7.25.46 Interessi corrisposti
Capitolo Spesa 9106 U.P.B. 7.25.46 Quota capitale versata
Capitolo Spesa 9110 U.P.B. 8.27.47 Cedola semestrale interessi
I flussi che presumibilmente matureranno dal 30/06/2012 alla scadenza calcolati sulla base
dell’ipotesi di scuola che il tasso euribor 12m segua l’andamento dei tassi forward rilevati il
23/03/2012 si prevede essere i seguenti:
Data Nozionale Tasso A Interessi A Nozionale Tasso B Interessi B Capitale B Differ. Inter. Differ. Totale
29/06/2012 800.000.000 6,262 25.048.000 745.443.720,08 4,750 -35.998.719,65 -13.884.125,89 -10.950.719,64 -24.834.845,53
29/12/2012 800.000.000 6,262 25.048.000 0,00 0,000 0,00 0,00 25.048.000,01 25.048.000,01
28/06/2013 800.000.000 6,262 25.048.000 731.559.594,20 4,750 -35.135.181,62 -14.504.446,71 -10.087.181,61 -24.591.628,32
29/12/2013 800.000.000 6,262 25.048.000 0,00 0,000 0,00 0,00 25.048.000,01 25.048.000,01
30/06/2014 800.000.000 6,262 25.048.000 717.055.147,48 4,780 -34.941.698,97 -15.154.707,45 -9.893.698,96 -25.048.406,41
29/12/2014 800.000.000 6,262 25.048.000 0,00 0,000 0,00 0,00 25.048.000,01 25.048.000,01
fonte: http://burc.regione.campania.it n. 52 del 13 Agosto 2012
ALLEGATO C (ART. 2, COMMA 3)
ANNO U.P.B. CAP. DENOMINAZIONE IMPORTO Natura entrata correlata 2004 6.80.221 150
ACQUISTO DI IMMOBILI E RISCATTI DERIVANTI DA LOCAZIONI FINANZIARIE PER ACQUISTO DI IMMOBILI 126.490,17 Mutuo regionale
2004 6.23.56 408
INVESTIMENTI NELLA TENUTA AGROPATRIMONIALE PASSERANO PROVENIENTE DAL SOPPRESSO PATRONATO REGINA
MARGHERITA PRO-CIECHI ISTITUTO PAOLO COLOSIMO DI NAPOLI. 210.000,00
Mutuo regionale
2004 6.23.57 410
INVESTIMENTI NELLA TENUTA AGROPATRIMONIALE MONTE CORIOLANO PROVENIENTE DAL SOPPRESSO PATRONATO REGINA MARGHERITA PRO-CIECHI ISTITUTO PAOLO COLOSIMO DI NAPOLI. 157.000,00
Mutuo regionale
2004 1.82.227 600
CONTRIBUTI SUI MUTUI CONTRATTI DA ENTI LOCALI PER LA REALIZZAZIONE DI OPERE PUBBLICHE 991.372,67 Mutuo regionale 2004 1.82.227 750
CONCORSO NEGLI INTERESSI SUI MUTUI CONTRATTI PER IL POTENZIAMENTO DELLA INDUSTRIA ALBERGHIERA E DEGLI IMPIANTI TURISTICI COMPLEMENTARI (L.R. N.40/84, N.6/86 E
N.23/87) 310.048,84 Mutuo regionale 2004 1.1.3 1354 AREE PROTETTE E PARCHI. LEGGE 394/91 E L.R. 1/9/93 N. 33.
ONERI CONNESSI. 1.336.054,53 Mutuo regionale 2004 1.1.5 1660 IMPIANTI DI DEPURAZIONE DI ACERRA, AREA CASERTANA, NAPOLI NORD, FOCE REGI LAGNI E RETE DEI COLLETTORI DI FOCE REGI LAGNI - ONERI PREGRESSI PERIODI DI GESTIONE ANTE 1996 6.316.592,66
Mutuo regionale
2004 1.1.5 1702
FINANZIAMENTO DEI PROGRAMMI DI TUTELA AMBIENTALE, BONIFICA E RIPRISTINO AMBIENTALE DEI SITI INQUINATI, ATTIVITA' DI MONITORAGGIO E STUDIO (L. 23/12/99, N. 488 E ART. 24, COMMA 1, LETTERA E), D.LGVO 258 DEL 18/8/2000) 825.000,00
Mutuo regionale
2004 1.82.227 2113
CONTRIBUTI REGIONALI IN FAVORE DELLE ASSOCIAZIONI E LE UNIONI DI COMUNI CON POPOLAZIONE FINO A 5000 ABITANTI PER L'INCENTIVAZIONE DI SERVIZI E FUNZIONI INTERCOMUNALI DA UTILIZZARSI CON LE MODALITA' DELLA L.R. N..51/78. 2.000.000,00
Mutuo regionale
2004 2.83.243 4198
FONDO UNICO PER LE ATTIVITA' PRODUTTIVE CONFERITE ALLA REGIONE IN MATERIA DI INDUSTRIA, ARTIGIANATO ED ENERGIA (ART. 19 COMMA 6 D.LGS. 112/98), COMPRESI IL FUNZIONAMENTO DELLA ISTITUENDA AGENZIA PER LA PROMOZIONE DELLE PMI E LA PROMOZIONE DELLO SPORTELLO UNICO PER LE ATTIVITA' PRODUTTIVE, NONCHE' IL FINANZIAMENTO DI ATTIVITA' DERIVANTI DALL'APPLICAZIONE DELLE PROCEDURE DI CUI ALL'ART.3 DELLA L.R. 11/8/01 N.10 3.564.825,36
Conferimento funzioni e compiti amministrativi in attuazione della legge n. 59/1997
2004 4.15.39 7540 COMPLETAMENTO OSPEDALE VILLA ELEONORA - ASL/SA 2. 2.000.000,00 Mutuo regionale
2005 1.82.227 600
CONTRIBUTI SUI MUTUI CONTRATTI DA ENTI LOCALI PER LA REALIZZAZIONE DI OPERE PUBBLICHE. 44.460,42 Mutuo regionale ECONOMIE DI SPESA CORRELATE AD ENTRATE CON VINCOLO DI DESTINAZIONE GIA' ACCERTATE (ART.41, COMMA 2, LETTERA A)
L.R. 30 APRILE 2002, N.7)


ALLEGATO C (ART. 2, COMMA 3)
ANNO U.P.B. CAP. DENOMINAZIONE IMPORTO Natura entrata correlata
ECONOMIE DI SPESA CORRELATE AD ENTRATE CON VINCOLO DI DESTINAZIONE GIA' ACCERTATE (ART.41, COMMA 2, LETTERA A)
L.R. 30 APRILE 2002, N.7) 2005 1.82.227 650
CONCORSO NEGLI INTERESSI SUI MUTUI QUINDICENNALI PER IL CONSOLIDAMENTO DI ESPOSIZIONI DEBITORIE DELLE AZIENDE AGRICOLE IN ATTUAZIONE DEGLI ARTT.3 E 4 DELLA L.R. 25/8/89N.18. ANNUALITA' SUCCESSIVE 936.240,66
Mutuo regionale
2005 1.82.227 750
CONCORSO NEGLI INTERESSI SUI MUTUI CONTRATTI PER IL POTENZIAMENTO DELLA INDUSTRIA ALBERGHIERA E DEGLI IMPIANTI TURISTICI COMPLEMENTARI (L.R. N.40/84, N.6/86 E N.23/87) 153.682,72
Mutuo regionale
2005 1.1.5 1660
IMPIANTI DI DEPURAZIONE DI ACERRA, AREA CASERTANA, NAPOLI NORD, FOCE REGI LAGNI E RETE DEI COLLETTORI DI FOCE REGI LAGNI - ONERI PREGRESSI PERIODI DI GESTIONE ANTE 1996 6.316.592,66Mutuo regionale
2005 2.83.243 4198
FONDO UNICO PER LE ATTIVITA' PRODUTTIVE CONFERITE ALLA REGIONE IN MATERIA DI INDUSTRIA, ARTIGIANATO ED ENERGIA (ART. 19 COMMA 6 D.LGS. 112/98), COMPRESI IL FUNZIONAMENTO DELLA ISTITUENDA AGENZIA PER LA PROMOZIONE DELLE PMI E LA PROMOZIONE DELLO SPORTELLO UNICO PER LE ATTIVITA' PRODUTTIVE, NONCHE' IL FINANZIAMENTO DI ATTIVITA' DERIVANTI DALL'APPLICAZIONE DELLE PROCEDURE DI CUI ALL'ART.3 DELLA L.R. 11/8/01 N.10 7.969.400,12
Conferimento funzioni e compiti amministrativi in attuazione della legge n. 59/1997
2005 3.11.32 5344
INTERVENTI PER SITI CULTURALI E MIGLIORAMENTO
DELL'OFFERTA TURISTICA DEI GRANDI ATTRATTORI CULTURALI. 65.644,86 Mutuo regionale
2005 4.15.39 7540 COMPLETAMENTO OSPEDALE VILLA ELEONORA - ASL/SA 2. 2.000.000,00 Mutuo regionale
2006 1.82.227 600
CONTRIBUTI SUI MUTUI CONTRATTI DA ENTI LOCALI PER LA REALIZZAZIONE DI OPERE PUBBLICHE. 587.563,76 Mutuo regionale 2006 1.82.227 650
CONCORSO NEGLI INTERESSI SUI MUTUI QUINDICENNALI PER IL CONSOLIDAMENTO DI ESPOSIZIONI DEBITORIE DELLE AZIENDE AGRICOLE IN ATTUAZIONE DEGLI ARTT.3 E 4 DELLA L.R. 25/8/89 N.18. ANNUALITA' SUCCESSIVE 1.555.397,04
Mutuo regionale 2006 1.82.227 750
CONCORSO NEGLI INTERESSI SUI MUTUI CONTRATTI PER IL POTENZIAMENTO DELLA INDUSTRIA ALBERGHIERA E DEGLI IMPIANTI TURISTICI COMPLEMENTARI (L.R. N.40/84, N.6/86 E N.23/87) 456.061,42
Mutuo regionale 2006 1.4.11 2478
COORDINAMENTO DI PROGRAMMI ED INTERVENTI PER LO SVILUPPO DELL'AREA VESUVIANA. 410.000,00 Mutuo regionale 2006 3.11.32 5340
ESERCIZIO DEL DIRITTO DI PRELAZIONE DELLA REGIONE PER L'ACQUISIZIONE DI BENI CULTURALI ALIENATI AI SENSI DELL'ART.61 DEL D.LGS. N.490/99. 390.000,00
Mutuo regionale
ALLEGATO C (ART. 2, COMMA 3)
ANNO U.P.B. CAP. DENOMINAZIONE IMPORTO Natura entrata correlata
ECONOMIE DI SPESA CORRELATE AD ENTRATE CON VINCOLO DI DESTINAZIONE GIA' ACCERTATE (ART.41, COMMA 2, LETTERA A)
L.R. 30 APRILE 2002, N.7) 2007 1.82.227 650 CONCORSO NEGLI INTERESSI SUI MUTUI QUINDICENNALI PER IL
CONSOLIDAMENTO DI ESPOSIZIONI DEBITORIE DELLE AZIENDE AGRICOLE IN ATTUAZIONE DEGLI ARTT.3 E 4 DELLA L.R. 25/8/89 N.18. ANNUALITA' SUCCESSIVE 1.804.558,56
Mutuo regionale 2007 1.82.227 750
CONCORSO NEGLI INTERESSI SUI MUTUI CONTRATTI PER IL POTENZIAMENTO DELLA INDUSTRIA ALBERGHIERA E DEGLI IMPIANTI TURISTICI COMPLEMENTARI (L.R. N.40/84, N.6/86 E N.23/87) 792.795,71
Mutuo regionale 2007 1.4.11 2478
COORDINAMENTO DI PROGRAMMI ED INTERVENTI PER LO SVILUPPO DELL'AREA VESUVIANA. 205.000,00 Mutuo regionale 2007 3.11.31 5160
FONDO PER INTERVENTI FINANZIARI A ENTI, ORGANISMI E SOCIETA' DI RICONOSCIUTO RILIEVO. 680.800,00 Mutuo regionale 2007 3.11.32 5344
INTERVENTI PER SITI CULTURALI E MIGLIORAMENTO DELL'OFFERTA TURISTICA DEI GRANDI ATTRATTORI CULTURALI. 149.840,00 Mutuo regionale
2008 1.82.227 600
CONTRIBUTI SUI MUTUI CONTRATTI DA ENTI LOCALI PER LA REALIZZAZIONE DI OPERE PUBBLICHE. 405.639,91 Mutuo regionale 2008 1.1.3 1354
AREE PROTETTE E PARCHI. LEGGE 394/91 E L.R. 1/9/93 N. 33.
ONERI CONNESSI. 218.544,78 Mutuo regionale 2008 1.1.5 1702 FINANZIAMENTO DEI PROGRAMMI DI TUTELA AMBIENTALE,
BONIFICA E RIPRISTINO AMBIENTALE DEI SITI INQUINATI, ATTIVITA' DI MONITORAGGIO E STUDIO (L. 23/12/99, N. 488 E ART. 24, COMMA 1, LETTERA E), D.LGVO 258 DEL 18/8/2000) 2.040.359,73
Mutuo regionale 2009 1.82.227 600
CONTRIBUTI SUI MUTUI CONTRATTI DA ENTI LOCALI PER LA REALIZZAZIONE DI OPERE PUBBLICHE. 3.577.126,28 Mutuo regionale 2009 1.1.5 1507
MANUTENZIONE STRAORDINARIA, TENUTA IN EFFICIENZA DEI SISTEMI ACQUEDOTTISTICI EX CASMEZ TRASFERITI ALLA
REGIONE AI SENSI DELL'ART. 6 DELLA LEGGE 2.5.1976, N.183. 3.457.384,48 Mutuo regionale
2009 2.83.243 4198
FONDO UNICO PER LE ATTIVITA' PRODUTTIVE CONFERITE ALLA REGIONE IN MATERIA DI INDUSTRIA, ARTIGIANATO ED ENERGIA (ART. 19 COMMA 6 D.LGS. 112/98), COMPRESI IL FUNZIONAMENTO DELLA ISTITUENDA AGENZIA PER LA PROMOZIONE DELLE PMI E LA PROMOZIONE DELLO SPORTELLO UNICO PER LE ATTIVITA' PRODUTTIVE, NONCHE' IL FINANZIAMENTO DI ATTIVITA' DERIVANTI DALL'APPLICAZIONE DELLE PROCEDURE DI CUI ALL'ART.3 DELLA L.R. 11/8/01 N.10 10.925.583,74
Conferimento funzioni e compiti amministrativi in attuazione della legge n. 59/1997 2009 3.12.34 5624
SPESA DI INVESTIMENTO NEL SETTORE DELLA FORMAZIONE PROFESSIONALE PUBBLICA REGIONALE. 500.000,00 Mutuo regionale 2010 1.82.227 600 CONTRIBUTI SUI MUTUI CONTRATTI DA ENTI LOCALI PER LA REALIZZAZIONE DI OPERE PUBBLICHE. 5.793.737,85 Conferimento funzioni e compiti amministrativi in attuazione della legge
ALLEGATO C (ART. 2, COMMA 3)
ANNO U.P.B. CAP. DENOMINAZIONE IMPORTO Natura entrata correlata ECONOMIE DI SPESA CORRELATE AD ENTRATE CON VINCOLO DI DESTINAZIONE GIA' ACCERTATE (ART.41, COMMA 2, LETTERA A)
L.R. 30 APRILE 2002, N.7) 2010 2.78.200 3526
SPESE CONNESSE APPLICAZIONE LEGISLAZIONE AGRARIA, IVI COMPRESE QUELLE PER STUDI E RICERCHE PRELIMINARI ALLA PROGRAMMAZIONE O ATTUAZIONE DEGLI INTERVENTI, PER LA DIVULGAZIONE DELLA NORMATIVA, PER LA STAMPA DI MODULI E DOCUMENTI, PERL'ACQUISTO DI ATTREZZATURE E SUPPORTI TECNICI, NONCHE' PER INDENNITA' ACCESSORIE AL PERSONALE
IMPEGNATO NELLO SVOLGIMENTO DI ISPEZIONI ED ACCERTAMENTI (L.R. 2/8/82, N.42 ART.76 LETTERA A). 2.500.000,00 Conferimento funzioni e compiti
amministrativi in attuazione della legge n. 59/1997 2010 2.78.200 3527
SPESE CONNESSE APPLICAZIONE LEGISLAZIONE AGRARIA, IVI COMPRESE QUELLE PER STUDI E RICERCHE PRELIMINARI ALLA PROGRAMMAZIONE O ATTUAZIONE DEGLI INTERVENTI, PER LA
DIVULAGAZIONE DELLA NORMATIVA PER L'ACQUISTO DI ATTREZZATURE E SUPPORTI TECNICI. 3.500.000,00
Conferimento funzioni e compiti amministrativi in attuazione della legge n. 59/1997 2010 2.83.243 4011
PASER - LINEA D'AZIONE 5 - INTERVENTI DI PROMOZIONE E COMUNICAZIONE DEL COMPARTO AGROALIMENTARE A CURA DEL SETTORE SIRCA (ART.1, COMMA 25, L.R. N.2 DEL 21/1/2010) 2.900.000,00 Conferimento funzioni e compiti amministrativi in attuazione della legge n. 59/1997
2010 2.83.243 4013 FONDO DI PROMOZIONE ECONOMICA E SOCIALE (FOPES) PER LO
SVILUPPO RURALE (ART.9, L.R. N.1 DEL 19/01/2009). 3.000.000,00
Conferimento funzioni e compiti amministrativi in attuazione della legge n 59/1997 2010 2.83.259 4088
SPESE PER L'ISTITUZIONE ED IL FUNZIONAMENTO DELL' AGENZIA REGIONALE PER I PAGAMENTI IN AGRICOLTURA (ART. 1, COMMA 20, L.R. N.2 DEL 21.01.2010). 400.000,00
Conferimento funzioni e compiti amministrativi in attuazione della legge n. 59/1997 81.573.798,93



STAMPA QUESTA PAGINA
 
 
 

CONVEGNI ED EVENTI

Posizionamento professionale e marketing dello studio legale
Napoli, 29 ottobre 2015, Holiday Inn Centro Direzionale
L’obiettivo dell’incontro è fornire degli strumenti operativi allo studio legale per massimizzare la ...
I diritti sociali e la crisi economica
Milano, 27 novembre 2015, Università degli Studi di Milano Sala di Rappresentanza del Rettorato
Ore 9.00Saluti istituzionaliProf. Lorenza Violini, Direttore del Dipartimento di Diritto pubblico italiano ...
Il rapporto di lavoro dopo il Jobs Act: un mosaico di discipline
Roma, 9-16-23-30 ottobre 2015 e 6-13 novembre 2015, Teatro Manzoni
Venerdì 9 ottobre 2015 “Il contratto a tutele crescenti” Prof. Avv. Arturo MARESCA, Ordinario di Diritto ...
XXX Convegno annuale dell’Associazione Italiana dei Costituzionalisti (AIC)
Roma, 6-7 novembre 2015, Università degli Studi Roma Tre Aula Magna
La scienza costituzionalistica nelle transizioni istituzionali e sociali Venerdì 6 novembre Ore 9.00 ...
     Tutti i CONVEGNI >

LIBRI ED EBOOK

Codice del lavoro 2014 Minor
L. Ciafardini, F. Del Giudice, F. Izzo, Edizioni Giuridiche Simone, 2014
Il presente Codice del Lavoro Minor risponde all'esigenza, sempre più avvertita, di avere a disposizione ...
Diritto penale delle società
L. D. Cerqua, G. Canzio, L. Luparia, Cedam Editore, 2014
L'opera, articolata in due volumi, analizza approfonditamente i profili sostanziali e processuali del ...
Sicurezza sul lavoro. Responsabilità. Illeciti e Sanzioni
P. Rausei, IPSOA, 2014
Il volume fornisce una analisi puntuale, schematica e sistematica, dell’attuale quadro sanzionatorio ...
Trattato di procedura penale
G. Spangher, G. Dean, A. Scalfati, G. Garuti, L. Filippi, L. Kalb, UTET Giuridica
A vent’anni dall’approvazione del nuovo Codice di Procedura Penale, tra vicende occasionali, riforme ...
     Tutti i LIBRI > 

CONCORSI

Foto Concorsi
Nessun Concorso Presente