Aggiornato al con n.39030 documenti

HOME  |  PUBBLICITA'  |  REDAZIONE  |  COPYRIGHT  |  FONTI  |  FAQ   

 

 
 

NORMATIVA
Normativa regionale - Campania

Indietro
Legge regionale 29 marzo 2006, n. 10
Norme in favore dei soggetti stomizzati della Regione Campania
 

Il Consiglio regionale ha approvato
IL PRESIDENTE DELLA GIUNTA REGIONALE


Promulga la seguente legge


ARTICOLO 1
Finalità


1. La presente legge disciplina le tipologie e le modalità di intervento dei servizi che la Regione mette in atto in favore dei soggetti affetti da incontinenza urinaria o fecale e dei soggetti portatori di stomie.


ARTICOLO 2
Destinatari degli interventi


1. Sono destinatari degli interventi di cui all’articolo 1:
a) coloro che soffrono di incontinenza urinaria o fecale grave;
b) coloro che soffrono di incontinenza urinaria o fecale congenita ovvero coloro ai quali, a seguito di intervento chirurgico, è stato attuato un collegamento provvisorio o permanente tra cavità interne del corpo e l’esterno attraverso un neostoma cutaneo.


ARTICOLO 3
Modalità di erogazione degli interventi


1. Le Aziende Sanitarie Locali, di seguito denominate AASSLL, assicurano ai soggetti di cui all’articolo 2, a titolo gratuito, gli interventi preventivi, curativi, assistenziali e riabilitativi necessari e connessi alla loro patologia ed invalidità.


ARTICOLO 4
Interventi


1. Fermo restando quanto disposto dalle vigenti norme, gli interventi che la regione Campania, attraverso le AASSLL assicura ai soggetti di cui all’articolo 2 e che rientrano nei livelli essenziali di assistenza sono:
a) la fornitura di dispositivi e presidi sanitari in regime di libera scelta al passo con le innovazioni cliniche, riabilitative e tecnologiche, senza aggravio di spese per i soggetti di cui all’articolo 2, ricorrendo all’adozione di uno specifico nomenclatore regionale, da aggiornare periodicamente;
b) gli interventi di riabilitazione funzionale;
c) gli interventi di riabilitazione psichica;
d) gli interventi di insegnamento ai pazienti delle pratiche necessarie per il mantenimento dell’igiene delle incontinenze;
e) l’informazione tempestiva e puntuale dei pazienti su tutti i dispositivi e presidi sanitari necessari, compresi quelli di ultima generazione, e sulle modalità per ottenerli in tempi rapidi e a titolo gratuito, dalle competenti AASSLL;
f) l’assistenza burocratica per il rapido disbrigo delle pratiche;
g) il controllo periodico della funzionalità e della condizione della stomia e dell’incontinenza;
h) gli interventi di assistenza socio-sanitaria a domicilio, nei luoghi di lavoro, nelle scuole di ogni ordine e grado;
i) gli interventi di assistenza domiciliare.


ARTICOLO 5
Servizio riabilitativo


1. Al fine di assicurare gli interventi di cui all’articolo 4, in ogni ASL è organizzata l’attività riabilitativa dell’incontinenza, anche ricorrendo, se necessario, alla collaborazione delle aziende ospedaliere ubicate sul territorio, che si avvale di personale medico ed infermieristico competente al fine di fronteggiare tutti i problemi dell’incontinenza uro-fecale, temporanea o permanente, ivi compresa l’organizzazione per la fornitura degli ausili necessari.
2. I servizi di cui al comma 1 possono avvalersi della consulenza e della cooperazione del centro di riferimento regionale individuato dalla Giunta regionale su proposta dell’assessore alla sanità entro centoventi giorni dalla data di entrata in vigore della presente legge che ha, inoltre, il compito di formulare appositi protocolli per garantire la continuità assistenziale ai pazienti dall’ospedale ai servizi territoriali.


ARTICOLO 6
Rapporti con le associazioni


1. Per la realizzazione degli interventi previsti dall’articolo 4 le AASSLL e la regione Campania si avvalgono, a titolo gratuito, della collaborazione delle associazioni dei malati portatori di ausili o protesi, attive sul territorio regionale. In particolare, la Regione deve acquisire il parere delle associazioni sugli atti e provvedimenti che riguardano l’organizzazione dei servizi, le modalità di distribuzione degli ausili, presidi e protesi,
nonché la semplificazione delle procedure burocratiche nel rapporto fra i cittadini e la struttura sanitaria. Le associazioni possono intrattenere, a titolo gratuito, rapporti di collaborazione con le AASSLL per la formazione e l’informazione dei malati e delle loro famiglie, al fine di limitare pericolose situazioni di isolamento e per monitorare l’attività dei servizi di riabilitazione.


ARTICOLO 7
Disposizioni attuative


1. Con appositi atti da emanare entro centoventi giorni dall’entrata in vigore della presente legge, la Giunta regionale, sentite le associazioni dei malati portatori di ausili o protesi, definisce:
a) i dispositivi ed i presidi sanitari da fornire ai soggetti affetti da incontinenza o portatori di stomie ed il quantitativo mensile di materiale da garantire, il costo di tale materiale e la modalità di fornitura unica per tutte le AASSLL;
b) le prestazioni professionali, psicologiche, mediche ed infermieristiche che devono essere assicurate ai pazienti;
c) la dotazione minima di idonee attrezzature che vanno predisposte nei locali e servizi pubblici, per far fronte alle esigenze igieniche, sanitarie sociali e di relazione dei portatori di stomie.



STAMPA QUESTA PAGINA
 
 
 

CONVEGNI ED EVENTI

Posizionamento professionale e marketing dello studio legale
Napoli, 29 ottobre 2015, Holiday Inn Centro Direzionale
L’obiettivo dell’incontro è fornire degli strumenti operativi allo studio legale per massimizzare la ...
I diritti sociali e la crisi economica
Milano, 27 novembre 2015, Università degli Studi di Milano Sala di Rappresentanza del Rettorato
Ore 9.00Saluti istituzionaliProf. Lorenza Violini, Direttore del Dipartimento di Diritto pubblico italiano ...
Il rapporto di lavoro dopo il Jobs Act: un mosaico di discipline
Roma, 9-16-23-30 ottobre 2015 e 6-13 novembre 2015, Teatro Manzoni
Venerdì 9 ottobre 2015 “Il contratto a tutele crescenti” Prof. Avv. Arturo MARESCA, Ordinario di Diritto ...
XXX Convegno annuale dell’Associazione Italiana dei Costituzionalisti (AIC)
Roma, 6-7 novembre 2015, Università degli Studi Roma Tre Aula Magna
La scienza costituzionalistica nelle transizioni istituzionali e sociali Venerdì 6 novembre Ore 9.00 ...
     Tutti i CONVEGNI >

LIBRI ED EBOOK

Diritto penale delle società
L. D. Cerqua, G. Canzio, L. Luparia, Cedam Editore, 2014
L'opera, articolata in due volumi, analizza approfonditamente i profili sostanziali e processuali del ...
Trattato di procedura penale
G. Spangher, G. Dean, A. Scalfati, G. Garuti, L. Filippi, L. Kalb, UTET Giuridica
A vent’anni dall’approvazione del nuovo Codice di Procedura Penale, tra vicende occasionali, riforme ...
Guida pratica al Processo Telematico aggiornata al D.L. n. 90/2014
P. Della Costanza, N. Gargano, Giuffrè Editore, 2014
Piano dell'opera- La digitalizzazione dell’avvocatura oltre l’obbligatorietà- Cos’è il processo telematico- ...
Guida pratica all'arbitrato
E. M. Cerea, Giuffrè Editore, 2014
Piano dell'opera- Giurisdizione, competenza e sede dell’arbitrato: premessa di costituzionalità e conseguenti ...
     Tutti i LIBRI > 

CONCORSI

Foto Concorsi
Nessun Concorso Presente